Una serie tutta da ridere: Little Britain

di Enzo Mauri 2

Dissacrante e irriverente, questo è Little Britain, la divertente serie d’oltre Manica, che Mtv propone ogni domenica sera alle 22.35. Protagonista il duo David Walliams, Matt Lucas e una sequenza di singolari personaggi creati ad hoc per mettere alla berlina i vizi pubblici e privati della società britannica.

Realizzata tra il 2003 e il 2006 dalla Bbc, per un totale di venti puntate suddivise in tre serie, Mtv sta trasmettendo l’ultima, Little Britain è divenuta in poco tempo un vero cult trasmesso in mezza in Europa. In Italia va in onda in lingua originale con i sottotitoli, scelta saggia nella patria del doppiaggio, perché si possano cogliere appieno le sfumature di ogni singolo personaggio, mentre la Germania per esempio ha optato per una versione doppiata, con risultati che ci hanno lasciato perplessi.

Ma cosa succede in Little Britain? Davvero di tutto e con una tale ironia e animo dissacratorio che stentiamo a immaginarne una versione calata nella realtà del nostro Paese, dove le polemiche si sprecherebbero e una serie così verrebbe cancellata dopo poche puntate. La comicità del duo Walliams-Lucas si ispira a quella dei Monty Python celebre gruppo comico che spopolò negli anni ’70 con delle performance davvero esilaranti.


I due protagonisti della serie riescono a trasformarsi nelle figure più insolite e per certi versi inquietanti, sia maschili che femminili, dove è soprattutto il lato comico a primeggiare, confortato dall’uso di un linguaggio colorito e dagli accenti tipici delle zone della Gran Bretagna dove gli episodi vengono ambientati.

Tra i più divertenti c’è Sebastian Love (David Walliams), assistente del Primo Ministro, è profondamente innamorato di lui ma non ricambiato, al punto da esporsi in impetuose scenate di gelosia, quando il più importante politico britannico si intrattiene con i capi di Stato. Clamorosa è la puntata in cui Sebastian, durante un party, bacia sulle labbra l’uomo di potere davanti a tutti. Vi immaginate la stessa scena con personaggi politici italiani? Roba da riempirci i giornali per un bel pezzo!

Altre figure tra le più rappresentative di Little Britain, anzi addirittura manifesto della serie stessa, sono Lou Todd e Andy Pipkin. Non è dato di sapere come sia venuto in mente a Walliams e Lucas di creare due personaggi così strampalati: l’uno, Andy, fa credere all’altro d’essere disabile, facendosi portare in giro su una sedia a rotelle e di fatto complicandogli a dismisura la vita.

Anne e il Dr Lawrence sono i personaggi che mi hanno fatto conoscere la serie britannica, lei, interpretata da David Walliams è una ragazza con problemi psichici, mentre Lawrence, Matt Lucas, è il suo dottore.

Anne alterna dei momenti di lucidità ad altri in cui ne combina di tutti i colori con un dottore che non si scompone mai di fronte ai suoi eccessi di ira, trovandone sempre una spiegazione logica. Inutile dire che ogni sketch è un vero spasso.

La lista dei personaggi sarebbe ancora lunga, ma io preferisco a questo punto lasciarvi alla visione dello show di cui è possibile trovare molti video anche sulla rete o altrimenti stasera su Mtv Italia.

Commenti (2)

  1. io me lo vedo su bonsai tv…non ho la televisione quindi ricorro disperatamente alle web tv 🙂
    grande serie!
    http://www.bonsai.tv

  2. Tanto il canone lo devi pagare comunque 😀
    La legge parla chiaro 😐

    Come funziona sto bonsai? Mica si paga, spero… il player non mi parte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>