Jarod – Il camaleonte su FX

di Giulia Tarroni 10

Ogni domenica alle ore 20.45 su FX va in  onda Jarod – Il camaleonte (titolo originale The pretender), una serie televisiva d’azione che ruota attorno al pr0tagonista, Jarod appunto, interpretato da Michael Terry Weiss. La serie, prodotta nel 1999, formata da quattro stagioni per un totale di ottantasei episodi, è stata poi interrotta e conclusa grazie a due film per la tv realizzati nel 2001.

Jarod è solo un bambino di cinque anni quando viene rapito da alcuni loschi soggetti che si sono resi conto delle sue straordinarie capacità: infatti il bambino è un vero genio, che può identificarsi in qualsiasi persona lui voglia. Viene rinchiuso per ben trent’anni in un centro, all’interno del quale degli scienziati faranno su di lui degli esperimenti per scoprire da dove derivino tali poteri e lo sottopongono a situazioni di pericolo per vedere come riesce a risolverle: ovviamente lo scopo di tali esperimenti è malvagio e ben presto Jarod se ne rende conto.

Sconvolto, soprattutto dalla notizia che i suoi genitori sono ancora vivi, il ragazzo ormai adulto scappa negli Stati Uniti e continua ad impersonare continuamente persone diverse sia per nascondersi, sia per aiutare le altre persone grazie alle conoscenze acquisite in ambito medico, fisico e psicologico.

Gli scienziati del centro non se ne stanno con le mani in mano ed inziano a cercare Jarod, mettendo in atto una vera caccia all’uomo: Sidney (Patrik Bauchau), Miss Parker (Andrea Parker) e il dottor Raines (Richard Marcus) sono intenzionati a riportare il ragazzo al centro. Nel corso delle puntate Jarod utilizzerà i suoi poteri innati per aiutare le persone in difficoltà, soprattutto se si tratta di bambini, ed scoprirà tante cose che a causa del rapimento gli sono state sottratte, come le feste, l’afetto, i dolci e altro ancora.

I colpi di scena in questa serie non mancano: le storie della famiglia di Jarod si intrecciano con quelle degli scienziati che gli danno la caccia, in un mix di suspanse e fantascienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>