Stasera è la tua sera su Raiuno

di Redazione 14

Su Raiuno esordisce Stasera è la tua sera il nuovo varietà in quattro puntate prodotto da Raiuno in collaborazione con Endemol, condotto da Max Giusti, tratto dal format della BBC Tonight’s the night: lo show prevede che sul palcoscenico si esibiscano alcune persone comuni, segnalate da amici e parenti e per questo totalmente all’oscuro del programma, che, pur avendo talento e una grande passione per il canto, il ballo e la recitazione, hanno deciso di rinunciare ai loro sogni per scelte altruiste e coraggiose.

Queste persone per una notte diventeranno le star di uno spettacolo ben confezionato da Fabrizio Mainini (coreografie), Maria Giovanna Cassiani (costumi), Riccardo Bocchini (scenografia) e potranno coronare il loro sogno duettando con ospiti straordinari.

Nel corso della serata ci sarà spazio per le esterne in giro per l’Italia di Max Giusti, per una sfida speciale di sport estremo che metterà di fronte il conduttore ad un personaggio famoso e una gara tra categorie di lavoratori che si misureranno in una gara canora o di ballo e verranno eliminati dal voto del pubblico in studio (nella prima puntata si scontreranno tassisti contro avvocati e metalmeccanici contro centralinisti).

Max Giusti spiega brevemente il programma in un’intervista rilasciata a Il giornale:

Un’idea fortissima, in cui credo enormemente. Su segnalazioni di parenti, amici o colleghi di lavoro, siamo andati alla ricerca di persone comuni, ma dotate di una grande passione artistica, alla quale hanno però dovuto rinunciare per i casi della vita. Ogni volta reso irriconoscibile dal trucco, offrirò a questi “artisti” nascosti tutte le risorse e le professionalità della Rai, per realizzare – almeno per una sera – il loro sogno. Ma attenzione: Stasera è la tua sera non è un talent show. Non cerca nuove star da lanciare nel mondo dello spettacolo. Vuole solo offrire un piccolo “risarcimento” a persone per bene, ma talentuose, che il giorno dopo torneranno a essere semplicemente delle persone per bene.

Il conduttore spiega le motivazioni che lo galvanizzano:

Tante cose. Intanto il fatto che il primo a realizzare un sogno, con questo show, sono proprio io. Finalmente approdo alla prima serata; e con un progetto completamente nuovo. Il che, dati i tempi che viviamo in tv, è un bel rischio. Ma ormai ho 40 anni: se devo rischiare preferisco farlo sul serio, con un programma che nasca assieme a me. Poi Stasera è la tua sera mi consentirà di proseguire quel rapporto diretto con la gente iniziato coi “pacchi”, che mi ha insegnato tante cose (ad esempio che ventimila euro non hanno lo stesso valore in Calabria o in Lombardia) e che dietro agli stessi gesti ci sono storie diverse (c’è chi partecipa per accendere un mutuo, e chi invece per spegnerlo). E poi questo show mi assomiglia. È esuberante, vario, imprevedibile. E ama mettersi al servizio della fantasia della gente.

Se volete assistere ad una sorta di Carramba che sorpresa in versione artistica, se vi piace ascoltare le storie di persone comuni che hanno sacrificato il loro sogno per un bene superiore, non perdetevi ogni giovedì Stasera è la tua sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>