Trebisonda Melevisione, l’undicesima stagione della tv dei bambini su Raitre

Torna su Raitre il programma per bambini Melevisione, andato in onda per la prima volta nel 1999 e giunto alla sua undicesima edizione: il programma, in onda dal lunedì al venerdì a partire dalle 15.15 con 130 nuove puntate, è incentrato sulle avventure di personaggi fiabeschi tra i quali vi soni folletti, principi, streghe.

Melevisione si rivolge in particolare alla fascia di bambini delle scuole elementari, dai quattro fino ai dieci anni circa: da due anni a questa parte si svolge all’interno del contenitore pomeridiano Rai Trebisonda, la tv dei ragazzi. La forza motrice della trasmissione sta nell’aver fondato un mondo vero e proprio: il Fantabosco, all’interno del quale si muovono i diversi personaggi,

Gli attori principali che ogni giorno danno vita alle storie magiche della Melevisione sono Milo Cotogno (Lorenzo Branchetti) è il folletto aggiusta guai filo conduttore della fiaba quotidiana, Lupo Lucio (Guido Ruffa), che cerca sempre un modo per disturbare e fare scherzi agli abitanti del fantabosco, Re Quercia (Diego Casale) è il sovrano del Fantabosco, Principessa Odessa (Carlotta Jossetti) figlia del re, Fata Lina (Paola D’Arienzo) è la fata buona del Fantabosco, Principe Giglio (Enrico Dusio) fidanzato di Odessa, Orco Manno (Diego Casalis) e sua moglie Orchessa Orchidea (Barbara Abbondanza), Strega Varana (Zahira Berrezouga) il personaggio cattivo del Fantabosco e Cuoco Basilio (Lando Francini) che cucina deliziosi manicaretti per tutti.

La Melevisione, nata da un’idea di Mela Cecchi e Bruno Tognolini, è un posto sano dove il pubblico più giovane può divertirsi, sviluppando attività manuali, imparando il rispetto e molto altro ancora, un esempio di televisione attenta e rispettosa delle esigenze dei più piccoli, frutto di un preciso progetto pedagogico.

Il successo della Melevisione è stato talmente grande che sono stati realizzati, sulla scia della porgrammazione televisiva, tre grandi spettacoli teatrali ed un tour che dal 2002 ha riempito teatri e palazzetti dello sport in tutta Italia: un successo inarrestabile per una trasmissione che si fonda sul divertimeto e sulla semplicità.

Lascia un commento