L’Arena, il talk show tanto amato e condotto da Massimo Giletti

di Benedetta Guerra 84

Va in onda su Raiuno tutte le domeniche, alle ore 14 (oramai da quattro anni), il talk show all’interno del programma Domenica In, L’Arena, condotto da Massimo Giletti e con ospiti fissi Gianni Ippoliti e il massmediologo Klaus Davi.

Il programma, ogni domenica, affronta tematiche diverse, dall’attualità alla cronaca, dal gossip allo spettacolo insieme a personaggi della cultura, del giornalismo e agli ospiti famosi e al pubblico di non famosi, attraverso un dibattito ben moderato.

Massimo Giletti, omaggiato più volte da personaggi come Gianfranco Funari, Adriano Celentano e Corrado, ma senza premio nella sua vetrina, si dice fortunato del grande successo della trasmissione, perché grazie ad essa riesce a esprimere se stesso, a parlare di cose che gli stanno a cuore, a creare un dibattito tra gente normale e il Vip ed in più, sempre secondo lui è un bel programma per tutta la famiglia e non solo per la casalinga.

Il programma è scritto da Fabio Buttarelli, Massimo Cinque, per la regia di Giovanni Caccamo, mentre scenografie sono di Luigi Dell’Aglio e costumi di Paolo Marcati.

Giletti con il suo modo di fare e gli argomenti che tratta, continua a confermare i suoi grandi ascolti rimanendo un punto di riferimento domenicale per molta gente, anche se Canale 5 ha messo in campo nello stesso orario Amici.

Commenti (84)

  1. Arch. Maddalena Maggiore
    e-mail: [email protected]
    Il mio primo e ultimo concorso senza raccomandazione
    1997-98 – Concorso XIII per il Dottorato di ricerca per la materia – “Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura e dell’Ambiente”; 5° posto in graduatoria tra sei finalisti.
    Il vincitore già conosciuto
    Dopo tre anni ho lasciato il posto di assistente, troppe raccomandazioni,
    io povera figlia di un ebanista laureata in architettura non avevo speranze.

  2. Per cortesia, eliminate la figura di alba parietti. E’ in grado solo di portare fuori strada discorsi importanti. Valutando i suoi interventi evince la sua ignoranza, mettendo in cattiva luce il talk show migliore che si sia mai visto finora in tv. Complimenti Giletti.

  3. Siamo partiti da brunetta siamo finiti a luxuria!!!
    ma un programma con persone che non arrivano alla fine del mese, invece di quei personaggi che sicuramente non hanno problemi di soldi (magari prendono anche un compenso per problemi non suoi) non si può fare vero? Magari potrebbero dire la verità sui problemi veri, ma ciò potrebbe innervosire il vero “padrone d’Italia”. Comunque tornando a brunetta, ha solo attuato una direttiva di Mister tremonti per far cassetta, dato che la legge per punire coloro che andavano alla mutua per i cavoli propri o uscivano senza timbrare c’era già, bastava che i dirigenti facessero i dirigenti, ma come si sà questa classe non si può toccare!!!

    Buone feste quasi a tutti!!!

  4. mi meraviglio che abbiate ospite Padre Amorth che, con il suo mestiere, fà peggio dei maghi! Che cosa è questa cazzata dell’esorcismo? Ma volete proprio offenderci?!!

  5. Vorrei segnalare a Massimo Giletti che la presenza continua della Paietti nel suo spettacolo, deprime ed indispone molte pesone come me, che la ritengono completamente fuori posto.
    La Paietti è indisponente, saccente ed anche ignorante.
    Preferisco non commentare il suo curriculum di donna “emancipata” che si commenta da solo.
    Mi piacerebbe seguire il suo spettacolo, ma quella presenza ne sminuisce ogni merito.
    Grazie

  6. A Salerno abbiamo un aeroporto fantasma … già viviamo al sud e siamo miseri ed abbandonati … l’unica nostra via d’uscita potrebbe essere il turismo…visto che abbiamo il sole 10 mesi all’anno…abbiamo un aeroporto finito e funzionale che potrebbe darci di che vivere ….e non funziona tutto e’ stato cancellato …possibile che nessuno ne parli ?… e io pago…..e io pago …
    http://www.facebook.com/groups.php?ref=sb#/group.php?gid=49307565938

  7. @ Giovanni:
    ma lo sai che hai davvero ragione? alba parietti è una delle tante che stanno rovinando la televisione italiana…eppure è in tutti i talk show!!!!! certo ke si dovrebbe fare qualcosa x cacciarla dalla televisione italiana…….se la cosa ti interessa contattami su [email protected] e cerchiamo di organizzarci x mandare a casa sta gente… ahahahah

  8. seguo con molto interesse questo spazio di domenica in, volevo confermare ke l’italia è piena di queste situazioni analoghe… noi stessi siamo caduti in questa voragine. poichè 8 nuclei famigliari da ben un anno e mezzo sono fuori casa nn a causa di calamità naturali bensì per costruzioni fatte nn seguendo le regole basilari di cosstruzione. avrei piacere se è possibile di essere contattata per sottoporvi la situazione! grazie

  9. buongiorno,premetto che non voglio rispondere a nessuna di queste missive, ma devo dire che non mi piace la parietti,detesto tutto quello della televisione che e trash, ,infatti spesso e sovente la spengo. Ho scoperto casualmente il giletti dell’arena , lo trovo bravo, anzi bravissimo perchè è indagatore .senza colpevolizzare nessuno ed e molto incisivo Apprezzo spesso esovente i suoi ospiti.complimenti alla trasmissione e abbasso santoro e vauro ,viva il vescovo dell’aquila e peccato che non abbia incriminato la vignetta che prevede l’aumento del 20% . cordialità maria carla

  10. Complimenti Massimo, la puntata sul terremoto mi è piaciuta, come tutte le altre. L’Italia ha bisogno di questi programmi dove si ascoltano davvero tutti i livelli di cultura e strati sociali tra i quali spiccano Zecchi verso il quale provo grande ammirazione. Dovresti invitarlo, sempre, e con lui tanti altri intellettuali e filosifi. Nel nostro paese mancano gli intellettuali oppure non si ascoltano abbastanza. Bisogna tornare alla cultura, quella vera, che ci fa capire l’essenza delle cose, dei fenomeni, della vita, dei comportamenti; aspetti che negli ultimi anni abbiamo perso totalmente di vista. Esiste un romanzo che ogni tanto rileggo: “Il piccolo principe” di de Saint Exupery. Anche se è un’opera per piccoli, credimi, dovrebbero leggerla anche i grandi per capire il senso della vita. Un caro saluto. Gaio

  11. E’ inaudito che una persona malata come morgan vada a sanremo per cantare o da ospite in qualsiasi forma. più rispetto per la rai, e per il popolo italiano che paga il canone, che non si droga, e che non ha nessuna voglia di vedere determinati personaggi in tv. morgan sarebbe più opportuno che si portasse in qualche centro per curarsi. non gli mancano certo i mezzi.

  12. ritengo opportuno precisare che nella trasmissione di oggi 7/2/2010 di l’arena condotta da massimo Giletti si sta omettendo di precisare che tutta la colpa di questo malessere generalizzato in ITALIA è STATA CREATA DAL NOSTRO PREMIER SILVIO BERLUSCONI paechè ha voluto dare al’ITALIA a tutti i costi 1 milione di posti di lavoro ,ha dimenticato di precisare (perchè sconveniente) che sarebbero stati posti di precarii a vita o meglio ancora cassintegrati a tempo o peggio disoccupati perchè dai 40 in sù non ti prende nessuno a lavorare . La nostra cara è bella FIAT ( Fabrica ITALIANA Automobili Torino) è stata la prima in tempi non sospetti ad utilizzare e sfruttare la cassa integrazione per ricattare il governo e farsi dare i finanziamenti per continuare ad ARRICCHIRSI è portare i soldi all’estero per costruire automobili dove costa meno la manod’opera per poi sfruttare gli incentivi alla rottamazzione in italia e guadagnare ancora di più ed ancora qualche povero illuso come me pensava che avendo comprato auto del gruppo FIAT contribuivo a mantenere i lavoratori della stessa (povero fesso).
    Mai più fiat Giuseppe da Messina N/T (Navi Traghetto F S Bluvia) altra bomba nucluare innescata chimami se vuoi sono a tua disposizione ed al confronto 3388605329

  13. @ victor:
    Gentile Victor satana esiste e si manifesta anche con le possessioni…è una fortuna che nel nome di Gesù si può arginare questo problema!

  14. Carissimo Giletti,
    la tua trasmissione mi piace, tu un pochino meno se contnui a invitare sempre gli stessi come Sposini (CONCIERGE portinaio di bassi fondi )
    al mio paese lo chiamano prezzemolo lo si mette in tutte le salse,la Parietti
    almeno che non si parli di chirurgia estetica.Malgioglio di homosessualita ecc.
    mi raccomando scegli bene i tuoi ospiti ci quadagni di respettabilita
    I.C.

  15. valter zara chiede con cortesia al sig. giletti e alla redazione rai 1 l’arena,di parlare della mia storia da padre di antonello zara morto incidente stradale in costa smeralda loc. porto cervo il 078\2008 alle 4.07 investito da un ragazzo di monza matteo sgariboldi con una bmw che andava contro mano chi ha ucciso antonello non e’ statofatto nessun thest di alcol o droghe la polizia di stato arrivati sul posto lo laschiano andar via perche’ stanco mentre a mio figlio si dopo morto risultato zero lo sgaribldi matteo al proccesso va’ al patteggimento un anno cononato 231.00 di multa perche’ andava contro mano e sospessione di pet. giletti ho tanta rabbia dentro di me’ devo parlare . grazie resto in attesa saluti.v.z.vr.

  16. Caro Giletti,
    ho assistito alla trasmissione di domenica 8 aprie 2010 e ,nonostante io la stimi professonalmente, sono rimasta sconcertata. Perchè???????????????
    Sono madre di una splendida e brava ragazza di 29 anni laureata in architettura presso l’università di Trieste a pieni voti con master in design di 6 mesi conseguito presso lo I.E.D. di Venezia e relativo stage( gratuito) presso una famosissima azienda di calzature quotatissima in Borsa.
    Noi come famiglia abbiamo sborsato per il suo mantenimento in tale zona, la bella cifra di 10mila euro perchè è questo il costo di un figlio lontano da casa 300 km. (Doveva anche comprarsi e indossare le scarpe dell’azienda perchè era cosa gradita).
    Dopo aver lavorato presso questa azienda anche 10 ore al giorno…tanti saluti.
    Ora mia figlia , disoccupata, dopo aver consumato tutte le lacrime, sta battendo a tappeto tutte le aziende della zona ma ad ogni porta bussata c’e solo la proposta di stage gratuiti pagati zero euro. Faccio una considerazione: mia figlia ha avuto l’opportunità di avere una famiglia che, a suon di grandi sacrifici, ha potuto aiutarla a conseguire questo attestato che avrebbe dovuto aprirle molte porte ma è per tutti così?
    Comunque bussando a tutte le porte, ora si trova anche difronte a richieste del tipo:”Ma hai esperienza”?
    Sono letteralmente indignata nel sentire che i ragazzi laureati debbano fare gli stage e più stage e debbano avere esperienza…Palle! Ma quale esperienza se non li prende nessuno anche avendone i titoli!
    Alibi, forniti alle aziende, legalmente autorizzate a sfruttare( gratuitamente )ragazzi volenterosi e desiderosi di mantenersi con dignità.
    Ma lei lo sa quanto percepisce mensilmente un laureato presso un azienda veneta???????? Guadagna 1.050 euro al mese quando un affitto è di 400/500 euro.
    Non mi si dica che i giovani non vogliono sacrificarsi!
    E poi, delle famiglie che affrontano indicibili sacrifici per mantenerli in queste situazioni pseudolavorative ne vogliamo parlare?
    Mi fermo qui ma ,per favore , quando affrontate questi dolorosi e delicati argomenti, fatelo con professionalità oppure parlate di altro.
    Sa cosa le dico: L’Italia non è una repubblica fondata sul lavoro ma una repubblica fondata sullo stage legale.
    Distinti saluti

  17. dott.Giletti l’influenza a è stata una truffa colossale,hanno speso tantissimi soldi per i vaccini…con tutti i prolbemi economici che ci sono…ora chi deve pagare?vogliamo più serieta,per la nostra salute…chi sono i responsabili!

  18. Siamo tre ragazzi e stiamo seguendo il vostro programma! Pensavamo che la tv italiana,a causa del suo cinismo, avesse superato ogni limite sul caso Misseri, ma a quanto pare oggi con quella finta fiction di un presunto interrogatorio con attori, avete davvero toccato il fondo!

  19. Trasmissione del 24 Ottobre 2010

    Problema immondizia a Napoli.
    Avete parlato di raccolta differenziata. Ma non avete accennato alle percentuali con cui questa viene realizzata tanto meno di una “cultura” sulla differenziazione dei rifiuti, soprattutto rivolta ai giovani che rappresentano il nostro investimento per il futuro.
    Avete parlato di “termovalorizzatori” un termine elegante per dire brucio l’immondizia. Ma qualcuno si rende conto di quanto viene scaricato in atmosfera come sottoprodotti della combustione, mai completa, ed in termini di nanoparticelle? Un mio vecchio professore di chimica raccontava di un tizio che aveva letto su un cartello “Vietato sputare in terra” e costui aveva detto ” Che m’importa tanto io sputo in aria”. Bene questo è ciò che fa un termovalorizzatore.
    Nessuno mi risulta abbia parlato di prevenzione:
    LIMITARE LA PRODUZIONE DI IMMONDIZIA ALLA FONTE
    Guardatevi intorno e rendetevi conto di quanta plastica viene usata inutilmente nelle confezioni, ad esempio quelle alimentari.
    Certo questo non risolve i problemi contingenti, ma non avevamo detto che volevamo regalare un mondo più pulito ai nostri pronipoti?

    Con stima,

    Massimo

  20. caro Giletti sxo che questa sia la via giusta x scriverti a nome d un’associazione “non televotiamo”questa è un associazione che difende il pubblico sovrano che in realtà non lo è..sopratutto sto discorso riguarda il gf11 di quest’anno!!!!
    Vedi Noi siam gente che non è stupida! e che ha capito che il gf ,nonostante c inciti a fare i provini, e c inciti a sxare d poter andare in”casa” (gente che dovrebbe rispecchiare la società )continua…secondo lui a prenderci in giro è arruolare xsone che hanno un AGENTE e Un AGENZIA DIETRO!!Ma la cosa xcui NOI c indisponiamo e che secondo loro anche se palesemente ma non troppo..sta gente “HA UN AGENTE” e che la Marcuzzi c rifila dei profili di certi concorrenti omettendo premeditatamente il loro profilo curriculare televisivo è una VERGOGNA! il regolamento (fatto dagli autori) dà la possibilità a sti xsonaggi che fanno capolino alla tv, comunicazione, modaecc..di essere apparentemente in regola. e questo da xsone intelligenti quali siamo …Ci andrebbe anche bene!.. purchè,.. non ci chiedessero d TELEVOTARE, e sopratutto fossero ONESTI CON IL PUBBLICO SOPRATUTTO MINORENNE CHE ABBAGLIATO DAL GF SPENDE SOLDI INUTILI X IL TELEVOTO; TANTO L’AGENZIA HA LA DISPONIBILITA’ economica d gestire i pupilli come VOGLIONO!..Ora il punto vero è CHE C’E’ la doppia presa in giro nei confronti della gente COMUNE.. quella fuori dalla casa e quella DENTRO la CASA! xchè x fare il gioco ancor più sporco la gente comune regolarmente presa x provini “NORMALI e ignara delle possibilità in più dei loro coinquilini..C A P I S C I!!! ma sopratutto a Noi che abbiam consultato vari siti gf,striscia La notizia, iene censurano mentre il Codacons con la collaborazione dell’ l’untitrust hanno sentenziato e ottenuto che quest’anno x evitare abusi da parte d’AGENTI e d agenzie si toglie la possibilità d usufruire del CALLCENTER!!! Xo’ a noi che siam in tantissimi su qualche sito c’è più d un commento che rivela la Nostra protesta c’è l’ha prova del lavoraccio svolto e dalla moltitudini di adesione alla NOSTRA BATTAGLIA PARLATENE DATECI VOCE DITE AL GF CHE NON SIAMO SCEMI!!!!

  21. Buonasera Massimo, il mio nome è Gianfranco, ho molta stima di lei e la ritengo una persona seria e di spiccata sensibilità.Vengo al dunque: Purtroppo esistono degli esseri umani capaci di fare delle cose terribili e di orrenda crudeltà che giustamente definiamo mostri. Io sono un’uomo che subisce da oltre 10 anni ingiustizia dopo ingiustizia che mi ha allontanato in tutti questi anni dai miei figli influenzati dalla madre. Figli che mi considerano un mostro, che si rifiutano di vedermi, ho tentato ogni strada possibile mi sono anche umiliato elemosinando l’affetto dei miei figli e chiedendo aiuto persino a chi mi ha rovinato la vita, la mia EX moglie che me lo ha rifiutato indegnamente. Caro signor Massimo io non c’è la faccio più ho bisogno d’aiuto ho bisogno di vedere i miei figli e voglio denunciare pubblicamente questa storia prima che loro riescano nel loro scopo di farmi impazzire e farmi arrivare a punto critico tale che per il forte dolore mi facciano diventare veramente un mostro. Mi aiuti per favore mi ascolti e non lasci che questa mia storia sia ignorata e che possa finisca in tragedia.
    Che la madonna gliene renda meriti
    Gianfranco Delmonti

  22. sono un psicologo,psocoterapeuta nonchè sociologo ho lavorato tanto nel sociale e ancora oggi a distanza di tanti anni opero con i giovani dirigendo un centro d’ascolto su base volontaria. Sono stato per tre anni direttore di un carcere ove ho avviato un progetto denominato “sorgente Educativa” al centro del progetto è stato messo l’uomo come essere unico ed irripetibile, cercando di avviare un vero e proprio percorso do rieducazione ai sensi dell’art. 27 della Costituzione. Uno dei risultati immediati di detto progetto è stato l’abbassamento iniziale e l’azzeramento successivo di tutta la tensione che mediamente sil egge o si percepisce attraverso documentari sulle strutture detentive.Il perchè di questo mio intervento è legato anche al mio ultimo progetto, che insieme a Don Luigi Merola ,stiamo portando avanti nelle scuole e soprattutto nelle famiglie,avendo come obiettivo il risveglio delle agenzie educative e definirne un piano sinergico educativo che porta ad una crescita armonica del bambino,ragazzo.adulto,tenendo presente come dice il buon Freud:”il bambino è il padre dell’adulto”. Con rammarico, soprattutto per la stima che nutro nei confronti di un conduttore di altissima qualità quale Giletti,devo fare un intervento al fine di rompere questo malessere che si sta perpretando in via ” educativa”,attraverso la televisione ed i giornali sul caso Sara. Ora è il tecnico che parla a voi tecnici della comunicazione, smettiamola di continuare a parlare di Sara, Sabrina, Concetta, Michele… stiamo alimentando disagi se non patologie psichiche e mentali, che potremmo portare sulla coscienza.Tutto ciò ha sicuramente scatenato e magari continuerà a scatenare pensieri ossessivi, meccanismi di difesa legati all’aggressività, comportamenti ed atteggiamenti imitativi laddove la drammatizzazione Farà da ponte alla visibilità.Attenzione,signori della televisione, visto che la televisione è un’agenzia educativa. “educare” con programmi quale: il grande fratello,amici, l’isola dei famosi,o magari un Fabrizio Corana a caso, che si permette anche di andare a fare conferenze nella culla della cultura, o magari una Belen ,che tenga il fiato sospeso tra un Sanremo si o un Sanremo no.Insomma stiamo costruendo modelli legati alla parte più visibile ma meno buona di questa nostra società che vede nella reificazione il suo pilastro da raggiungere e poi non ci scandalizziamo quando leggiamo che sono aumentati di più del 40% i reati commessi da minorenni e che la criminalità organizzata che noi cerchiamo con le nostre penne e la nostra povera voce di combattere, usa quotidianamente bambini al di sotto dei 14 anni come corrriere della droga o come sentinelle dei clan.Vi chiedo scusa dello sfogo, ma la parte profonda dello psicologo, che vuole a tutti i costi far percepire di dare un freno a questa modalità di fare televisione dell’ascolto non tenedo presente dell’uomo che ne subisce sia il messaggio e sia lo sviluppo di possibili patologie.Vi prego non continuiamo a costruire modelli alla Corona, alla Belen o magari alla Sabrina… ma abbiamo la forza di cambiare rotta e allontanarci da quella che definiamo la società della liquidità che noi stessi stiamo costruendo e alimentiamo attraverso questo nostro modo di comunicare.Vi chiedo, quindi , di far scendere la rete, così come ricordo da bambino quando terminavano le trasmissioni, su questa vicenda e non alimentare più morbosità e soprattutto il “piacere” della cronaca nera.Vi ringrazio9 del tempo che dedicate a questo mio messaggio e sono a disposizione per qualsiasi altra informazione

  23. bravo Gilletti e anche Sgarbi che dice tante verità.Giletti fai una trasmissione che abbia come tema _va bene i talenti i più bravi ma cisono anche i meno bravi che non possono essere così umiliati dalla meritocrazia “

  24. Caro massimo,ti scrivo perchè ho molta stima di te,e del tuo modo di trattare con il cuore i problemi di chi si trova in difficoltà.Mi chiamo Fabio Pezzarossa,ho 48 anni,da 30 sono malato di “AIDS” e da 26 sono in fase conclamata.non ho nessuno ne una casa,sono invalido al 100\100,con più di 100 ricoveri presso l’ospedale (L.SPALLANZANI).La mia diagnosi,certificata dal suddetto ospedale dichiara che:non sono in grado di compiere gli atti quotidiani della vita,vestirmi,lavarmi,mangiare,e non posso camminare senza l’aiuto degli ausili e di un accompagnatore. Percepisco 260 euro al mese,e sono disperato! La ASL ROMA D mi ha rifiutato il beneficio di accompagno spettante per legge a chi si trova nelle mie condizioni. Io non so quanto avrò la forza per SOPRAVVIVERE in tali condizioni.Se può la prego di aiutarmi.Grazie

  25. rif. trasmissione del 20.02.2011. Penso che il Prof. Sgarbi (di nome e di fatto)dovrebbe fare quello che è capace , e cioè il critico d’arte- Trovo veramente molto discutibile il suo comportamento e le sue aggressioni verso chiunque non la pensi come lui. Non capisco e non riesco a comprendere il valore aggiunto che le sue sceneggiate possano dare ad un programma. Oggi credo abbia raggiunto l’apice del non senso. Paragonare delle vicende che nella loro miseria e squallore non possono che amareggiare qualsiasi persona a scelte di persone con situazioni e . vissuto personale certamente diverse…..dimostrano ancora una volta che chi urla può avere l’ultima parola .Potrei dire che soggettivamente mi disturba il suo modo di apparire , ma questo non è importante per l’auditel di una trasmissione, vorrei però che un conduttore , anche se pensa solamente al successo della sua trasmissione, avesse il coraggio di buttarlo fuori. Non è folcloristico, è patetico nella sua iraconda presunzione di avere la verità in punta di lingua. Va bene che con tutti i canali del digitale c’è posto per tutti quindi…..si cambia. Alla fine posso solo dire una cosa, Viva il telecomando!!!!!!!

  26. Gli interventi di Sgarbi sono solo funfionali ad un suo scopo politico non
    coincidente con l’oggetto della trasmissione.Sono interventi cosidetti “narcotizzati” allo scopo di offrire spot commissionati.Quello che fa ribrezzo è il comportamento del conduttore complice del delitto di inforemazione tendenziosa e scorretta

  27. complimenti x la trasmissione.
    vengo a farvi notare che in molte riprese riguardanti i rilievi della scientifica nei luoghi del ritrovamento del cadavere della povera Yana sono presenti i rilevatori del ris tutti bardati in tute bianche che coprono anche le scarpe.
    Ma mi chiedo: perche’ al loro fianco ci sono a stretto contatto carabinieri senza la stessa protezione?
    che senso ha?
    solo questo
    grazie x lo spazio concessomi
    saluti
    angelo da savona

  28. Caro Massimo,
    concordo con l’intervento di Vittorio Sgarbi. Chiunque può sbagliare, ma trovo assurdo elogiare oggi una magistrato che ha fatto il suo dovere e che in passato si è macchiato di un errore che ha rovinato la vita di Tortora. Perchè dobbiamo saperle da Sgarbi tali informazioni? Viene quasi da pensare che Lei, dottor Giletti, non ne fosse nemmeno a conoscenza. Se così, credo si stia utilizzando il servizio pubblico con troppa superficialità e imprudenza.
    Sembra quasi che Lei abbia organizzato la puntata sulla truffa della sig.ra napoletana perlopiù per riabilitare l’immagine televisiva della Balivo. Concordo con il dottor Sposini, chi utilizza il servizio pubblico per dare voce alle storie personali, dovrebbe prestare estrema attenzione, questo semmai è il messaggio da far passare, ci vuole prudenza e scrupolosità, perchè si sta chiedendo la fiducia delle persone attraverso l’intervento e l’immagine di chi lavora in televisione, con compensi fuori dall’ordinario. La macchina mediatica si è mossa in questo caso (come in molti altri) in modo vorticoso, e chissà quando si sarebbe fermato il tutto se non ci fosse stato l’intervento della guardia di finanza.
    Un cordiale saluto
    Paola da Verona

  29. caro massimo,mi chiamo anna,vengo dalla rep.slovaca,vivo in italia dal marzo 2001,sequo programa dei clandestini in italia,sono spaventata di tutte queste persone,se non si mete sotto controlo arivo di queste persone,noi persone,che viviamo normalmente,dobiamo scappare,queste persone parlano benisimo lingua italiana,pretendono tutti i diriti,chi li mantiene?con loro arivano tutti i famigliari,…queste persone voleno essere ricchi,e subito,non sono tutti profughi di guera!!!! sono ben organisati. Ho 2 figlie italiane,chi da sicurezza a noi?

  30. ho visto il programma di oggi 09\10 e vorrei che l’argomento delle pensioni fosse affrontato ed approfondito nuovamente con un confronto tra le pensoni minime degli italiani medi e quelle esorbitanti dei politici .
    inoltre ritengo assurdo prolungare l’età minima pensionabile soprattutto riguardo alle donne : come può una donna , coltivatore diretto con famiglia a caric , continuare a fare un lavor così pesante fino a 60-65 anni? è impossibile , tutti i lavori son pesanti ad una certa età

  31. Ciao simpatico e preparato Giletti, volevo esprimere la mia opinione sui falsi invalidi della puntata di oggi. Alla mia compagna cieca totale dal 2002 NON GLI E’ STATA RICONOSCIUTA LA PENSIONE DI CECITA’ TOTALE!!!! Solo per caso dopo nove anni siamo venuti a sapere che aveva diritto anche a questa pensione di invalidità, nonostante alla commissione avessimo presentato tutti i documenti! Se volete sapere la storia contattatemi! Complimenti per la trasmissione!
    Caso al contrario!!!!!!!!!!!!!!
    buona giornata

  32. È veramente vergognoso che l’argomento attuale del giorno del giorno 30 ottobre 2011 è il video hot di Belen..ma davvero?nel mondo c’è la guerra,muoiono ragazzine,senza sapere il perché,i giovani non hanno lavoro,e l’italia si ferma al video hot di Belen?ognuno
    è artefice delle proprie azioni..

  33. I am currently watching your program on the Concordia tragedy.
    I would just like to express that your interview with the Costa employee seemed a bit harsh,and it looks lke you have already reached a verdict on who is to be considered accountable for this terrible tragedy.
    I do not think it is fair on your part to accuse anyone, but to just try and compile the “facts”.

  34. Caro Giletti, penso che lei sia la persona meno indicata a condurre una trasmissione come l’Arena, e sa perché? Perché lei è troppo “di parte”. Oggi nella conduzione della trasmissione sul tragico avvenimento della crociera Costa Concordia, non ha fatto altro che dare addosso a tutti e tutto il personale di bordo della compagnia Costa, avrei voluto vedere lei al loro posto come sarebbe stato bravo, facile parlare male e solo male malgrado quelle povere vittime, c’è in corso un’inchiesta e lei si permette di trarre conclusioni prima di chi sta lavorando sulle procedure. Questo non per discolpare un Comandante o farne un altro un eroe, perché il Capitano De Falco ha fatto il suo dovere, è il Capitano Schettino casomai che non lo ha fatto, ma non perché un professionista compie il proprio dovere è un eroe, allora lo sono tutti i giorni anche i chirurghi al tavolo operatorio, o i piloti che atterrano da un volo di linea….Lei è proprio un incompetente e mi dispiace pagare un canone Rai per vedere facce e sentire discorsi come i suoi…le auguro che non le accada mai nulla, ma anche lei come me non è immune ai fatti che la vita ci propina..Tanti saluti Giuliana

  35. Dal dibattimento della puntata sugli omicidi che avvengono a discapito delle donne, riconducete tutta questa situazione a un problema attribuito alla famiglia ;cosi’ facendo non vi sembra di criminalizzare la famiglia stessa? Quando in realta’ si dovrebbe parlare di un disagio sociale che riflette l’epoca in cui viviamo dove la famiglia si sta distruggendo? .Questi omicidi avvengono dove la famiglia nn esiste piu’ , dove è stata già distrutta.Nella famiglia sana fondata sul rispetto reciproco ,sul perdono , dove i valori sono al centro della persona ,questo non succede.Quindi quando parlate di famiglia specificate di chè tipo di famiglia parlate

  36. L’argomento è la riforma del lavoro.
    E’ evidente che questi ministri non sanno che cos’è la fabbrica italiana oggi, non sanno cosa succede all’interno di essa.
    Siamo un gruppo di operai metalmeccanici, over 50 e con i contributi che vanno tra i 27 e 30 anni, noi pensiamo che questo provvedimento di legge sia fatto in buona fede, ma se ciò non è così allora il problema che avvolge il tessuto industriale italiano e ben altro, specie nel territorio Campano.
    Incominciando dalla meritograzia , non va dove c’è maestranza, ma viene esposta solo dove c’è appoggio politico e sindacale, e questo secondo noi è la prima causa che mette in declino l’industria italiana, perché dove c’è politica senza maestranza non c’è efficienza e ci impedisce di essere competitivi sui mercati del mondo, ed il riferimento va a tutti i livelli, dall’operaio al massimo esponente di qualsiasi organizzazione industriale.
    La maggior parte di dipendenti che fanno parte di questa fascia di età anagrafica e contributiva non crede più al sindacato, e quindi non e tesserato, a causa delle reazioni non fatte, es. quando si esternalizza il lavoro e poi si è pronunciato l’esubero di personale, e verso quali ditte viene esternalizzato il lavoro? Verso le ditte dove la maggior parte delle azioni sono dei dirigenti della stessa azienda che esternalizza.
    Breve tempo fa con una legge che ti anticipa l’uscita dal mondo del lavoro di circa di 7 anni, noi siamo in Campania e quindi non è difficile capire di quale realtà industriale stiamo parlando, la nostra azienda ha messo fuori circa 250 persone, sarebbero 250 maestranze con un bagaglio di esperienza nel settore di circa 30 anni e tutto da trasmettere ai più giovani, andando poi in difficoltà di lavorazione, di cui per risolvere i problemi che si sono creati, sono state interpellate ditte esterni che sono costate almeno il doppio se non avessero messo fuori alcuni dipendenti che fanno parte dei 250 messi a cassa, le stesse persone i stessi operai ma oggi dipendenti di un’altra ditta privata e magari sottopagati e tutto ciò per arrotondare lo stipendio, voglio dire che ce li siamo ritrovati di nuovo in fabbrica ma con un altro nome sulla divisa.
    E allora noi ci chiediamo è cosi che si vuole rilanciare il mercato del lavoro in Italia e questo il sistema? Ma Elisetta Fornero e il Mariolino Monti ne sono a corrente tutte queste pazzielle che fanno gli imprenditori ?
    Con questa riforma del lavoro i dipendenti di questa fascia di età anagrafica e contributiva saranno quelli che a circa 50 anni non avranno lavoro e ne pensione di vecchiaia, perché con l’ultima riforma delle pensioni coloro che verranno licenziati con Art. 18 si troveranno un minimo di pensione maturata, ma a 67 anni, e magari dai 50 anni fino ai 67 se non muori sarai carne da macello a causa di questo sistema, costretto magari a lavorare anche e per forza in nero altrimenti puoi andar via anche prima se ti inquadrano.
    Siamo convinti che anche questo governo tecnico sta penalizzando sempre gli stessi, e quindi ci chiediamo dietro questa tecnologia di governo quale politica si nasconde.

    L’OPERAIO

  37. Gentilissimo dottor Giletti, sicuramente è a conoscenza di quello che sta succedendo nel campo delle assicurazioni auto: clienti nelle classi massime di merito che vengono messi alle porte dalle agenzie, tariffe che aumentano del 15% all’anno, neo assicurati costretti a pagare migliaia di euro per contrarre un contratto, camionisti con premi alle stelle, il 30% dei campani non assicurato, perchè non ce la fa.Cosa può fare il parlamento oltre a collaborare alla composizione della marcia funebre per gli italiani? Potrebbe Lei trattare questo argomento che tocca tutti e specie i campani? Con la massima stima, la saluto . Dr cortese

  38. (egr)? sig. Giletti in relazione al sito [email protected] che passa in sovrimpressione alla sua trasmissione perchè non viene preso in considerazione dai suoi dirigenti e risparmiano il suo compenso e quello dei suoi opinionisti mandandovi a casa ci risparmieremmo le vostre penose disquisizioni su argomenti chwe non sono alla sua portata.

  39. al sinpaticissimo eprofessionale dot giletti il signor monti a chiesto alla cina di investire in italia ma se noi abbiamo le nostre azziende che se ne vanno dalitalia perche la cina dovrebbe venire in italia? perche non fanno in modo che tornano le nostre industrie?

    1. @VINCENZO: RISPONDO CON RISPETTO AL TUO MESSAGGIO SIAMO IN MOLTI AD AVERE LE STESSE IDE’E SPERANDO CHE IL SIGNOR GILETTI OPPURE QUALCHE ALTRO LEGGA LA DISPERAZIONE DEGLI ITALIANI IDIGNATI DI QUESTA ZOZZA POLITICA MAFFIOSI CRIMINALI / DI FAR VENIRE I CINESI IN ITALIA E’ STATA L’IDE’A DI QUEL MAFFIOSO DI BERLUSCONI QUALCHE TEMPO FA’ / COME E’ STATA L’IDE’A DI BERLUSCONI A MANDARE LE NOSTRE INDUSTRIE A LAVORARE ALL’ESTERO / NON DANDOGLI LA POSSIBILITA’ DI RIMANERE IN ITALIA E DARE DI LAVORO AGLI ITALIANI CHE I GIOVANI E I MENO GIOVANI STA’ MORENDO DI FAME / POI MONTI IMPECILLE DICE CHE I NOSTRI GIOVANI DEVONO ANDARE A LAVORARE ALL’ESTERO / I NOSTRI ANNO COMBATTUTO X LA LIBERTA E ESSERE ORGOGLIOSI DELLA NOSTRA ITALIA CI CACCIA ? IMPECILLE MAFFIOSO IGNORANTE CRIMINALE CHE CI VADA LUI CON TUTTA LA RAZZA SUA IN AFRICA / DOVREBBE ESSERE INGALERA CON TUTTA LA SQUADRA SUA / A VITA CON PANE E ACQUA / LADRI / IN COMPENSO ANNO PORTATO IN ITALIA CIRCA 9.OOO.OOO DI VAGABONDI STRANIERI CHE CI RUBBA CI AMMAZZA NELLE NOSTRE CASA VIOLENTA / NESSUNO FA’ NIENTE E’ TUTTO UN GIOCO POLITICO E A PAGARE E’ SEMPRE LA CLASSE + DEBOLE / I CINESI A DISTRUTTO IL NOME ITALIA FALSIFICANDO TUTTE LE FIRME CON MATERIALE ANCHE TOSSINO / LAVORA E IMPORTA TUTTO IN NERO EVADENTO IL CENTO X CENTO / A TUTTI STANNO BENE /POI CERCA I SCONTRINI NEI BARBIERI NEI PICCOLI LAVORATORI CHE LAVORA 18 ORE AL GIORNO X DARE DA MANGIARE ALLA FAMIGLIA E PAGARE LE SCHIFOSE TASSE CHE I CRIMINALI CI OBLIGA / CI SONO STIPENDI PENSIONI CHE SUPERA I 6O.OOO EURO MENTRE TANTI DORME NEL PARCO DI MILANO DOPO AVER PERSO IL LAVORO MA QUESTO NON INTERESSA A NESSUNO / SI REOCCUPA X I STRANIERI / X I CINESI X NOI NON LE FRECA A NESSUNO / L’ITALIA E’ LA PRIMA CON LA CRIMINALITA’ E CON LA POVERTA’ / X COLPA DEI MAFFIOSI / SONO POLITICI MORTI CHE PUZZA SI DEVE BUTTARE A MARE / VECCHI REMBAMBITI / CAMBIAMO CON NUOVE IDE’E CON I GIOVANI CON CHI VUOLE FARE QUALCOSA / NON C’E’ + GIUSTIZIA TUTTI SONO CORROTTI MAFFIOSI / DOBBIAMO FARE NOI GIUSTIZIA E COMBATTERE X I NOSTRI DIRITTI E X I NOSTRI FIGLI BISOGNA REAGIRE IN QUALSIASI MODO / SIAMO STUFI DEI CRIMINALI CHE SI DIVIDONO MILIARDI DI EURO FRA LORO / BUTTIAMOLI FUORI A MARE/ L’UNICO CHE PUO’ SPERIAMO E’ IL PARTITO / MoVIMENTO 5 STELLE IL NOSTRO BEPPE GRILLO E I SUOI COLLABORATORI / OPPURE DEVE RITORNARE IL POVERO MUSSOLINI MAGARI X 2 MESI / X DARE UNA PULITA A TUTTA QUESTA MONNEZZA / BUONA GIORNATA

  40. sig. giletti,
    voglio complimentarmi per la tua trasmissone e per la conduzione professionale tutta
    ma a volte vorrei poter intervenire ma non so come poichè a sentire certi politici mi verrebbe voglia di dirgliene quattro delle mie
    ma se in qualche modo il mio messaggio possa arrivare alla ministro che chiede nuovi sacrifici con le lacrime sarei felice che sapesse che non pagherò niente se non sospendono il finanziamento pubblico ai partiti soprattutto a seguito di quanto ultimamente riguarda la lega nord
    questo sacrificio possono e a mio parere lo devono a tutta la cittadinanza sopratutto perchè nella situazione che ci ritroviamo ci hanno condotto la politica sbagliata degli ultimi 10 anni

  41. BUONGIORNO SIGNOR GILETTI / SEGUO SEMPRE LE TUE TRASMISSIONI SEI UN CONDUCATORE STRAORDINARIO CON MOLTA GRINDA E AUTORITA’ / AMMIRO ANCHE CERTI INVITATI COSI PREPARATI X RISPONDERE ALLE TUE DOMANDE CON UN SORRISO SFACCIATO CERCANDO DI COPRIRE TUTTO IL MALE CHE FA’ A CHI GLI PAGA LO STIPENDIO E GLI PERMETTE ANCHE DI RUBARE SFRUTTANNDO SEMPRE I + DEBOLI / PURTROPPO IN ITALIA NON C’E’ + RISPETTO GIUSTIZIA / X CHI COMMETTE CRIMINI PIRATI DELLA STRADA VIOLATORI / SPACCIATORI DI DROGA SI PARLA SEMPRE MA TUTTO FA PARTE DI UN COMMERCIO POLITICO / DACCORDO CON LA MAFFIA X NASCONDERE TUTTI I MILIARDI CHE RUBA E FAR GIRARE VALUTA SPORCA COMMERCIA CON PROSTITUTE CON TUTTO QUELLO CHE TROVA ANCHE CON LA PELLE DELLE LORO MADRI / I CRIMINALI SONO SEMPRE CRIMINALI NON SI RECUPERA MAI DEVONO ESSERE ISOLATI X SEMPRE RINCHIUSI X TUTTA LA VITA / PURTROPPO LE FA COMODO LASCIARLI FUORI / FAMIGLIE CHE ASPETTA GIUSTIZIA DA 15 ANNI SAPENDO CHE NON SARA’ MAI FATTA / GIUDICI AVVOCATI MAFFIA POLITICA SONO TUTTI COLLEGATI E RUDANO TUTTI INSIEME D’ACCORDO / GIUSTIZIA DOBBIAMO COMINCIARE A FARLA DA NOI RISPONDENDO ALLA LORO VIOLENZA / FORMICONI DALEMA COME ALTRI 3000 SONO TUTTI INQUISITI CON PROCESSI PROVE CHE ANNO RUBATO INSIEME CON BERLUSCONI MONTI NAPOLITANO E TANTI ALTRI / PERCHE’ NON VENGONO MAI CONDANNATI? E CONTINUANO A OCCUPARE STESSI POSTI CON STESSA AUTORITA’ / MENTRE I GIOVANI NON TROVANO UN POSTO DI LAVORO STANNO CON I GENITORI CHE ANNO LA PENSIONE DA FAME / I PENSIONARI COSTRETTI A RACCATTARE QUALCOSA NEI CASSONETTI X ANDARE AVANTI E DORMONO ANCHE SOTTO I PONTI DOPO AVER LAVORATO UNA VITA / MENTRE PASSIAMO DA MANGIARE CON ASSISTENZA E ANCHE CASE A 9.000.000 CIRCA DI VAGABONDI STRANIERI CHE POI CI VIENE DENTRO CASA E CI AMMAZZANO PURE /
    GILETTI SCUSAMI SIAMO DESGUSTATI DI QUESTO GOVERNO CON PERSONE VECCHIE REMBAMBITE DROGATI MAFFIOSI DEVONO MORIRE A CASA SUA OPPURE INGALERA / DEVONO ANDAR VIA / ITALIANI SVEGLIATEVI VI LAMENTATE MA SEMBRA CHE SIETE TUTTI IN COMA PROFONDO REAGITE BUTTATELI FUORI SONO CRIMINALI CHE VENGONO A CASA X AMMAZZARCI // ASSASSINI MAFFIOSI / A RAGIONE GRILLO SPERO CHE LE PROSSIME LEZZIONI L’ITALIANI CAPISCONO CHE BISOGNA VOTARLO E’ L’UNICO CHE VERAMENTE COMBATTE X IL POPOLO ITALIANO /
    SCUSAMI BUONA GIORNATA SPERO CHE QUESTO MESSAGGIO VENGA LETTO E ANCHE PUBLICATO DA QUALCHE GIORNALE ///

  42. Dopo quattro anni e due mesi cheMio Fiflio Assassinato il 07/08/2008 a Porto cervo auto contro mano alla guida un ragazzetto di 20 anni patente da’poco alla guida di una auto potente,Matteo Sgariboldi di Monza andava contromano e travolse,ammazzandolo Antonello Zara ,Da padre Mi Chiedo sempre perche’non andava contromano,lo Sgariboldi Matteo era ubriaco ,o sotto effetto di cocaina,???????????????????.?.??.?.?.perche’questo ,l’assassino di Antonello Zara NON FU’MaI ESEGUITO IL TEST.ALCOLEMICO,OVEDI COCINA.?………..MENTRE PER ANTONELLO ZARA FU’ TRASPORTATO DA’ OLBIA A SASSARI A 120KM DIDISTANZA?…..l.l.l.PERCHE’ ANTONELLO ZARA SI ??????? E L’ASSASSINO NO! MATTEO SGARIBOLDI DI MONZA FU’ LASCIATO LIBERO PERCHE’ ERA STANCO.QUESTA E ‘ DIECI VOLTE LA MIA RABBIA CONTRO LA GIUSTIZZIA ITALIANA ,SOLO PER I CAPITALISTI ,CORRUTORI .MIO FIGLIO DAMORTO ERA ZERO ,MATTEO SGRIBOLDI GRAZIE AL PADRE GIOVANNI SGARIBOLDI DI MONZA !PERCHE ‘PERCHEHA FTTO DI TUTTO PER PORTARSI VIA VELOCE DAL LUOGO DELL’INCIDENTE ,QUANDO CAPI CHE IL SUO FIGLIO AVEVA AMMAZZATO UN PERSONA CON L’AUTO D3

  43. Dopo quattro anni e due mesi cheMio Fiflio Assassinato il 07/08/2008 a Porto cervo auto contro mano alla guida un ragazzetto di 20 anni patente da’poco alla guida di una auto potente,Matteo Sgariboldi di Monza andava contromano e travolse,ammazzandolo Antonello Zara ,Da padre Mi Chiedo sempre perche’non andava contromano,lo Sgariboldi Matteo era ubriaco ,o sotto effetto di cocaina,???????????????????.?.??.?.?.perche’questo ,l’assassino di Antonello Zara NON FU’MaI ESEGUITO IL TEST.ALCOLEMICO,OVEDI COCINA.?………..MENTRE PER ANTONELLO ZARA FU’ TRASPORTATO DA’ OLBIA A SASSARI A 120KM DIDISTANZA?…..l.l.l.PERCHE’ ANTONELLO ZARA SI ??????? E L’ASSASSINO NO! MATTEO SGARIBOLDI DI MONZA FU’ LASCIATO LIBERO PERCHE’ ERA STANCO.QUESTA E ‘ DIECI VOLTE LA MIA RABBIA CONTRO LA GIUSTIZZIA ITALIANA ,SOLO PER I CAPITALISTI ,CORRUTORI .MIO FIGLIO DAMORTO ERA ZERO ,MATTEO SGRIBOLDI GRAZIE AL PADRE GIOVANNI SGARIBOLDI DI MONZA !PERCHE ‘PERCHEHA FTTO DI TUTTO PER PORTARSI VIA VELOCE DAL LUOGO DELL’INCIDENTE ,QUANDO CAPI CHE IL SUO FIGLIO AVEVA AMMAZZATO UN PERSONA CON L’AUTO Della azienda Euro Italia S RL di Monza di proppieta’ di Giovanni sgariboldi così facendo con il consenso dei 2 poliziotti di porto cervo cuccia Marco e liccioli david.costoro lasciavano portar via un assassino di Antonello Zara morto a causa e colpa totale di Matteo sgariboldi di Monza tutto questo e scritto sul verbale stilato da un isp.di polizia stradale di Olbia arrivato alle 07,30 circa sul luogo Dell,incidente cala grano porto cervo.e quando arrivo’ Chiminelli,domanda ai 2 ag. Di polizia di stato cuccia Marco e liccioli david,avete eseguito il test. Di alcol e droga a sgariboldi Matteo.risposta no!niente di quello che’Lei Ci Chiede,e dove’lo sgariboldi Matteo E’ Andato in villa con i suoi genitori Perche’Era STANCO”…………….”…………..POLIZIAI ITALIANA? CUCCIA MARCO E LICCIOLI DAVID?…..VALTER ZARA IL PAPA’DI ANTONELLO ZARA nON MOLLA’ PER LA VERITA’ .

    1. @Valter Zara: MIO CARO AMICO CAPISCO LA TUA RABBIA E LO SCHIFO CHE PROVI X LA GIUSTIZIA COMINCIANTO DALLA POLIZIA CARABINIERI POI SEMPRE + IN ALTO SONO TUTTI CORROTTI NON GLI FRECA NIENTE DI CHI MUORE O CHI AMMAZZA QUELLO CHE GLI INTERESSA I SOLDI AIUTI ECONOMICI CONOSCENZE + GRADI + SOLDI / MI DISPIACE X TE COME X MOLTI ALTRI CHE SEGUO CONTINUAMENTE MI FA’ MOLTA PENA SENTENTO CHE LA GIUSTIZIA IN ITALIA NON ESISTE + DA MOLTO / HA’ PRESO IL POSTO LA MAFFIA LA DROGA LA CORRUZZIONE / TUTTI SONO SPORCHI CRIMINALI DAI POLITICI MAGISTRATI E TUTTA LA CLASSE SHIFOSA / MI DISPIACE X TE E LA TUA FAMIGLIA COME MI DISPIACE X TANTI ALTRI / CONTINUO SEMPRE A FARE MESSAGGI A PARLARE CON DELLE PERSONE / MA NESSUNO RISPONDE / TUTTI PROMETTONO MA NON FA’ NIENTE NESSUNO SONO TUTTI UGUALI / GLI ASSASSINI SONO PROTETTI DALLE ISTITUZIONE + CRIMINALI CI SONO + I POLITICI SONO COPERTI X I LORO TRAFFICI DI QUALSIASI TIPO / SPERIAMO CHE IL SIGNOR GILETTI NELLA SUA TRASMISSIONE CHE AMMIRO MOLTO E SEGUO SEMPRE CON ENTUSIASMO / ABBIA IL CORAGGIO DI PUBLICARE QUALCHE MIO MESSAGGIO / E MAGARI FARLO PUBBLICARE A QUALCHE GIORNALE CHE NON SIA MOLTO CORROTTO PERCHE’ ANCHE LI’ TUTTI COLLABORA CON LA POLITICA E VANNO A LETTO IN SIEME / DOBBIAMO COMINCIARE A FARCI GIUSTIZIA DA SOLI IN QUALSIASI MODO / POI CHE VIENE QUALCUNO A DIRCI CHE ABBIAMO SBAGLIATO / LI ASPETTO POI VEDIAMO / RASSEGNATI SIGNOR ZARA / QUESTI POLITICI SONO CADEVERI CHE PUZZA PEGGIO DE LA MERDA BUTTIAMOLI A MARE CAMBIAMO CON GENTE NUOVA MA PRIMA DEVONO DARE INDIETRO TUTTO QUELLO CHE HA’ RUBATO E CONTINUA A FARLO / DIAMO UNA MANO A GRILLO MoVIVENTO 5 STELLE X IL MOMENTO E’ L’UNICO CHE HA’ DELLE BUONE IDE’E / BUONA GIORNATA A TE/ UN SALUTO FORTE SIGNOR GILETTI /// CIAO

  44. BUONGIORNO SIGNOR GILETTI / MI CONCRATULO CON TE X LA TRASMISSIONE CHE CONDUCI MOLTO IMPORTANTE FAI CONOSCERE ALLE PERSONE MOLTE COSE NUOVE E LA GRINTA IN CUI LA TRASMETTI // PURTROPPO IL NOSTRO GOVERNO NON RAPPRESENTA IL POPOLO CHE GLI PAGANO GLI STIPENDI E GLI PERMETTE DI RUBARCI LEGALMENTE SONO TUTTI INQUISITI CONTANNATI MA NESSUNI INGALERA / A RIDOTTO IL POPOLO ALLA FAME ALLA POVERTA DEL TERZO MONDO MANDIAMO GLI AIUTI IN AFRICA FRA’ POCO SARANNO GLI AFRICANI A MANDARE AIUTI A NOI /X ADESSO CI PORTA SOLO MALATTIE DROGA PROSTITUZIONE LADRI CRIMINALI SPACCIATORI DI DROGA / ABBIAMO 9.000.000 CIRCA DI STRANIERI GLI PASSIAMO A MANGIARE ASSISTENZA MEGLIO DI NOI ITALIANI A SPESE NOSTRE / POI VIENE NELLE NOSTRE CASE CI AMMAZZANO VIOLENTA VENDE DROGA HAI NOSTRI FIGLI / CI SONO ANCHE CRIMINALI ITALIANI SONO ANCHE TROPPI / NON VEDO IL MOTIVO PERCHE DOBBIAMO IMPORTARE ALTRI/ SONO + SPECIALIZZATI ? OPPURE PERCHE’ IN ITALIA NON CI SONO CARCERI MA CI SONO ALBERGHI E VENGONO TRATTATI COME TURISTI / DICONO CHE LE CARCERI SONO PIENE PERCIO’ DEVONO RIMANERE IN LIBERTA’ COME I PIRATI DELLA STRADA AMMAZZA E SONO LIBERI E’ POSSIBILE CHE IN ITALIA NON C’E’ + UN MAGISTRATO UN POLITICO UN UOMO DI LEGGE CHE SI RIBELLA E COMBATTE X FARE GIUSTIZIA ? POSSIBILE CHE SONO TUTTI MAFFIORI CORROTTI PUTTANIERI DROGATI COME BERLUSCONI CHE DOVREBBE STARE IN CARCERE A PANE E ACQUA X TUTTA LA VITA CAPO MAFFIOSO CRIMINALE // I CRIMINALI / I COLPEVOLI DEVONO STARE INGALERA NON IN OTEL / CARCERI COME SONO IN RUSSIA OPPURE COME NEI PAESI ARABI QUELLE SONO GALERE VERE VEDRAI CHE POI GLI ALTRI CI PENSANO PRIMA / E NON SAREBBERO + AFFOLLATE CI SAREBBE POSTO X TUTTI / NO GLI ARRESTI DOMICILIARI E’ TUTTO UN GIOCO POLITICO SCHIFOSO E SEMPRE IL POPOLO CHE PAGA E MUORE / GIOVANI SENZA FUTURO PENSIONARI DIVENTATI BARBONI VIVE CON AVANZI DEI PORCI / POI CI SONO PENSIONI STIPENDI CHE SUPERA 30.000 AL MESE / FALSI CIECHI E TANTI ALTRI CON PENSIONI STIPENDI DA SIGNORI / L’ITALIA E’ DIVENTATA UN CASSONETTO DI MONNEZZA FACCIAMO SCHIFO A TUTTI GLI ALTRI PAESI / QUANTO VORREI CHE TORNASSE MUSSOLINI ALMENO X 2 MESI X BUTTARE A MARE TUTTA/ L A MONNEZZA POLITICI MAFFIOSI LADRI/ MORTI CHE CAMMINA // SPERO SEMPRE CHE QUALCUNO LEGGA QUALCHE MESSAGGIO X CAPIRE A CHE PUNTO SIAMO ARRIVATI E COME LA PENSA MAGGIOR PARTE DELLA POPOLAZIONE //
    CIAO BUONA GIORNATA

  45. SIGNOR GILETTI BUONGIORNO / SEGUO SEMPRE LE TUE TRASMISSIONI MI PIACE LA TUA GRINTA DA CONDUCATORE FORTE / QUELLO CHE MI FA’ SEMPRE SCHIFO SONO I POLITICI CON LA SUA DISINVOLTURA DI PRENDERE IN/GIRO I CITTADINI / DICONO CHE RUBBANO CHE SONO LORO I CAPI DI TUTTE LE DISGRAZIE CHE SUCCEDE IN ITALIA / DELL’EVASIONE DELLA CRIMINALITA’ SPACCIO DI DROGA MAFFIA PROSTITUZIA / TRAFFICO DI QUALSIASI GENERE ARMI PROSTITUZIONE RICICLAGGIO DI VALUTA SPORCHA /SONO COLPEVOLI DELLE INDUSTRIE CHE HA’ MANDATO FUORI DELLA DISOCCUPAZIONE// DEI STRANIERI CHE PORTA SOLO CRIMINALITA’ SFRUTTAMENTO DEL NOSTRO PAESE / POI CI SONO LE ASSOCIAZIONE UMANITARIE DICONO / ANCHE LORO SONO TRAFFICANTI COME TUTTI / LA COLPA E’ DI CHI CI CREDE / SONO POLITICI CRIMINALI SI GIOCANO CON I SOLDI NON SAPENDO COME SPENDERLI NESSUNO LI CONTROLLA / CERCA EVASIONE NELLE BANCHERELLE DELLA FRUTTA CHE NON GUADAGNA NEMMENO X VIVERE SUCCEDE SEMPRE DAL CENTRO AL NORD / PERCHE’ NON VANNO A CONTROLLARE AL SUD CHE NON SANNO NEMMENO COSE’ LO SCONTRINO BASTARDI SFACCIATI // PERCHE’ NON CONTROLLA LE GRANDI INDUSTRIE FINANZIATE DA LORO CON I SOLDI DEI CITTADINI / NON SOLO I VENTUNO MILIONI CHE NE PARLI SEMPRE ANNO ANCHE IL CORAGGIO DI AMMETTERLO CHE LI ANNO SPARTITI MA NON SANNO COME / E’ LORO DIRITTO + STIPENDI DI CIRCA 30.000 MILA EURO AL MESE / MA NON SI VERGOGNA / LASCIA I GIOVANI SENZA FUTURO I PENSIONARI CON PENSIONI DA FAME E DEVONO AIUTARE ANCHE I LORO FIGLI / MENTRE AL SUD CI SONO PENSIONI DI MAFFIA DEI MORTI DA ANNI / DI EREDITA’ FALSI INVALIDI LADRI SCHIFOSI CRIMINALI / INVECE DI AGEVOLARE LE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE IMMODO DI POTER ASSUMERE I GIOVANI ANCHE SENZA ESPERIENZA / I GIOVANI E’ IL FUTURO DELL’ITALIA / DANNO LE CASE AI STRANIERI CHE NON PAGANO NESSUNO E LASCIA L’ITALIANI FUORI A DORMIRE SOTTO I PONDI / ASSISTENZA NOI X UN CONTROLLO DOBBIAMO ASPETTARE ANCHE 2 ANNI X LORO STRANIERI TUTTO SI FA’ SUBITO E TUTTO GRATUITO / IN + LE DANNO ANCHE 43 EURO AL GIORNO X OGNI PERSONA / IO HO’ LAVORATO 43 ANNI E PRENDO 20 EURO AL GIORNO / SONO TUTTI ATTACCATI ALLE LORO POLTRONE E VOGLIONO RESTARCI FINO ALLA MORTE CONTINUANDO SEMPRE A RUBARE / IO COME LIBERO CITTADINO HO’ LA LIBERTA’ DI ESPRIMERE QUELLO CHE PENSO // MI AUGURO SEMPRE X TUTTI I CRIMINALI LADRI POLITICI CI SIA UNA VERA CONDANNA SE POI SONO CORROTTI ANCHE CHI DEVE PROCESSARE E CONDANNARE / ALLORA AUGURO A TUTTI UNA MORTE LENTA E UNA LUNGA AGONIA / X CAPIRE QUELLO CHE SIGNIFICA SOFFRIRE VERAMENTE NON AVENTO NEMMENO DA MANGIARE X COLPA VOSTRA / CRIMINALI CORROTTI DELINQUENTI BASTARDI DROGATI COME BERLUSCONI / E’ SEMPRE CONDANNATO E’ SEMPRE ANCHE LIBERO / SIETE UN BRANCO DI ASSASSINI / VORREI CHE QUESTO MESSAGGIO FOSSE PUBLICATO DAI GIORNALI / NON HO’ PAURA DINESSUNO / CIAO SIGNOR GILETTI BUONA GIORNATA

  46. BUONGIORNO SIGNOR GILETTI TI AMMIRO X COME CONDUCI LA TRASMISSIONE / SENZA OFFESA MI FANNO SCHIFO MOLTI DEGLI INVITATI SPECIE RESPONSABILI CON FUNZIONI GRANDI E POLITICI PARLANO CON UNA DISINVOLTURA SORRIDENTE DEI PROBLEMI GRANDI CHE I CITTADINI STANNO AFFRONTANTO / / SANITA’ LAVORO PENSIONARI CHI MUORE DI FAME CHI NON SA’ COSA FARE CON I SOLDI / TUTTI PROMETTONO DA ANNI PARLANO E IL POPOLO IGNORANTE CREDE / FINANZIAMENTI HAI PARTITI / LA RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI / PROBLEMA DELLE PROVINCIE / CRIMINALI NON CONTANNATI / MAFFIA OVUNQUE / NELLA POLITICA NEI TRIBUNALI GIUDICI POLIZIA FINANZA CARABINIERI / SU TUTTI GLI ISTITUTI / GIRA SOLO MILIONI DI EURO / MENTRE IL POPOLO MUORE / 43 EURO AL GIORNO PER EXTRACOMUNITARI / NON SOLO CHE SONO VENUTI DA NOI X RUBARE VUOLENTARE PORTARE DROGA / ENTRA NELLE NOSTRE CASE CI AMMAZZANO COME CANI E NESSUNO VIENE CONDANNATI / MA VIENE ANCHE PAGATI / POVERI NOI POPOLO ITALIANO / SE NESSUNO FA GIUSTIZIA DOBBIAMO FARLA NOI / A MODO NOSTRO / QUELLO CHE GLI ALTRI FA’ A NOI NOI FACCIAMO A LORO / CI VORREBBE 2 MESI DI MUSSOLINI X PULIRE TUTTO QUESTO SCHIFO / UNICA NOSTRA SPERANZA LA MUSSOLINI ALESSANDRA E IL SIGNOR BEPPE GRILLO / X RIDARCI IL VALORE DA ITALIANI ///
    SIGNOR GILETTI SO’ CHE NESSUNO LEGGE E TIENE CONTO DEI NOSTRI MESSAGGI SCRIVIAMO X SFOGARE LA NOSTRA RABBIA CHE CI MACINA LO STOMACO / CIAO BUONA GIORNATA SEGUO SEMPRE LE TUE TRASMISSIONI / CIAO

  47. SIGNOR GILETTI BUONA SERA // S’O’ CHE I MESSAGGI CHE VI VENGONO INVIATI NON INTERESSA A NESSUNO / VOGLIO SOLO DIRE , IL GOVERNO STA’ SUPERANDO TUTTI I LIMITI DIMOSTRANDO QUANTO SONO LADRI CRIMINALI MAFFIOSI CON LE FALSE PROMESSE / NON GLINTERESSA NIENTE DEI CITTADINI / CONTINUA SOLO A RUBARLI RIDUCENDOLI ALLA SCHIAVITU’/ FACENDONE MORIRE IL + POSSIBILE POI VERRANNO SOSTITUITI DAI EXTRACOMUNITARI / SONO DA NOI PERCHE’ SANNO CHE POSSONO AMMAZZARE VIOLENTARE E FARE TUTTO QUELLO CHE VUOLE / SONO DIFESI DALLO STATO CON I NOSTRI SOLDI / GILETTI DI A QUESSI CRIMINALI POLITICI CHE SPESSO SONO TUOI INVITATI / I CRIMINALI DA QUALSIASI PAESE E’ DEVONO ESSERE CONDANNATI A VITA INGALERA / LE CARCERI DEVONO ESSERE COME NEI PAESI ARABI OPPURE COME QUELLE RUSSE / I CRIMINALI SONO SEMPRE CRIMINALI NON SONO RECUPERABILI DEVONO MORIRE ISOLATI DAL POPOLO / QUELLI CHE SI FANNO PASSARE X MATTI SI RINCHIUDE NEL MANICOMIO E DEVE MORIRE SOLO CON PANE E ACQUA // A TEMPO DI MUSSOLINI NON ERA CRIMINALI DROGA / NON E’ GIUSTO CHE VIENE AMMAZZATE DONNE COME ANIMALI VIOLENTATE MENATE / PROCESSI CHE VANNO ALLA LUNGA 15 ANNI / FAMIGLIE CHE ASPETTA GIUSTIZIA / SAPPIAMO TUTTI CHE I MAGISTRATI FORZE DELL’ORDINE SONO TUTTI CORROTTI COLLABORA TUTTI CON LA MAFFIA / SFRUTTANDO SEMPRE DI + I CITTADINI ///// GILETTI VORREI CHE QUESTI MESSAGGI FOSSERO LETTI E DURANTE LA TRASMISSIONE FARLI LEGGERE A QUEI CRIMINALI POLITICI / SPERO CHE TUTTI I CORROTTI E TUTTI QUELLI CHE FANNO DEL MALE / CHE ABBIA UNA MORTE LENTA E UNA PENA LUNGA // CIAO BUONA TRASMISSIONE

  48. perfafore lo publicate questo articolo

    NOTE BIOGRAFICHE
    Salvatore Gemelli nacque ad Anoia Superiore (R.C.) il 7 set-tembre del 1939 e morì a Locri (R.C.) il 17 marzo del 1988, all’età ancora non compiuta di 48 anni, sconfitto in poco più di un mese da un male incurabile.
    Nel 1968 si laureò in Medicina e Chirurgia, presso l’Università degli Studi di Messina, con il massimo dei voti, la lode e la pubblica-zione della tesi di laurea.
    Nel 1971 conseguì la specializzazione in Malattie Cardiovasco-lari a Catania e nel 1977 quella in Geriatria alla Scuola del prof. An-tonini a Firenze. Sposatosi a Locri, con la dott.ssa Rita Placanica, a coronamento di una storia d’amore iniziata nelle aule universitarie dell’Ateneo messinese, percorse le varie tappe della carriera profes-sionale ospedaliera, divenendo prima Aiuto Geriatra (1972) e, succes-sivamente, Primario Geriatra (1980) all’Ospedale “Filippo Fimogna-ri” di Gerace (R.C.). L’apertura e l’avvio di questo ospedale, nuovo soprattutto per l’impostazione riabilitativa della sua attività, videro Salvatore Gemelli attivissimo ac-canto ai politici del luogo, primo fra tutti il sindaco e futuro Senatore della Repubblica, dr. Giuseppe Beniamino Fimognari.
    Il suo impegno sociale fu non già dovere professionale, ma vocazione naturale e manifestazione di un’anima generosa. Molti sono i segni di tale presenza nella Locride e nella Calabria meridionale. Si ricordano l’organizzazione di numerosi Convegni di medicina geriatrica e di problematica sociale geriatrica, di oltre un centinaio di Conferenze, Dibattiti pubblici su argomenti sociali e culturali, Corsi di Formazione e di aggiornamento sull’Assistenza e sui Problemi degli Anziani, tra cui spicca il Corso residenziale su “Handicappati, Scuola e Servizi sociali” (Gerace, 28.11 – 2.12.1980) con la partecipa-zione dei proff. Antonini, Hugonot e Vellas, e per la cui occasione la sua Associazione, l’ A.A.d.A.H., indesse il concorso “L’anziano nella tua comunità”, al quale parteciparono oltre diecimila studenti del-le scuole di ogni ordine e grado del comprensorio locrideo, da Bova a Monasterace.
    Fondò l’ “Associazione Amici dell’Ospedale di Gerace” (1975), di cui fu Presidente fino al 1985, e l’ A.A.d.A.H., “Associazione Amici degli Anziani e degli Handicappati”, (1977) con sede a Locri e nella quale ricoprì, fino al giorno della sua morte, la carica di Direttore.
    Successivamente, organizzò assieme al prof. Antonimi un Convegno di tre giorni, tenutosi pres-so l’Ospedale di Gerace e l’Hotel President di Siderno e al quale presero parte anche trenta medici del-la Scuola Superiore di Geriatria e Gerontologia di Firenze che, nella giornata conclusiva, discussero le loro tesi di specializzazione.
    Fu Socio fondatore e docente dell’Università della Calabria (U.T.E.C.) con sede in Reggio Ca-labria.
    Il 7 ottobre 1984, a Reggio Calabria, in occasione del viaggio pastorale in Calabria di Giovanni Paolo II, consegnò personalmente nelle mani del Pontefice la Lettera “L’anima cristiana della Cala-bria”, scritta da lui, miniata dal prof. Gaudio Incorpora e acquerellata dal pittore Domenico Savica.
    Dal 1985 fino alla sua prematura scomparsa, avvenuta per l’improvvisa comparsa di un male incurabile che in quaranta giorni pose fine alla sua breve ma intensa vita, fu professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia dell’Università di Pavia.
    Nel 1986 fondò, l’ “A.R.S.I.O.S. – Associazione per la Ricerca Scientifica , l’Individuazione e l’Organizzazione di Strutture nel campo socio-sanitario e scolastico” con sede in Locri e il 21 novem-bre dello stesso anno, assieme ad un nutrito e qualificato gruppo di amici, professionisti, studiosi e ri-cercatori della Locride, diede vita, nello studio del notaio Polifroni di Locri, all’ “UTE-TL – Universi-tà della Terza Età e del Tempo Libero” di Locri Siderno (era un fervente sostenitore della conurbazio-ne delle due importanti cittadine ioniche). Il 22 dicembre successivo, presso l’Hotel Presidente di Si-derno, si tenne la cerimonia di inaugurazione del 1° anno accademico. Di entrambe le associazioni ri-coprì la carica di Presidente fino al giorno della sua morte.
    Svolse attività di docente presso la Scuola di Servizio Sociale “Mons. Ferro” di Reggio Calabria, la Scuola Superiore di Servizio Sociale della Locride, la Scuola Infermieri Professionali di Locri, l’Università della Terza Età di Cosenza, l’Università della Terza Età e del Tempo Libero di Locri Si-derno (UTE-TL).
    Redasse un importante progetto per la realizzazione di un grande Centro per anziani in Sardegna, dove si recò più volte per discutere con gli amministratori locali e regionali, ma che la morte gli impe-dì di portare a termine, così come avvenne per Catanzaro, dove aveva avuto incarico dal Comune di stendere un progetto per il recupero ed il rilancio del vecchio Ospizio di via Acri.
    Alla sua morte versarono parole di profondo dolore e compianto giornalisti, critici letterari, studiosi e amici tra i quali Salvatore Santagata, Walter Pedullà, Isabella Loschiavo, Sharo Gambino, Giuseppe Punturi, Ugo Verzì Borgese e Carmine Bruno. Numerose furono e sono le tavole rotonde organizzate per ricordare la sua figura di geriatra e di studioso, attento ricercatore e sensibile scrittore.
    A chiusura di un editoriale di “Acta gerontologica”, dal titolo “Salvatore Gemelli (1939-1988): una vita per la geriatria”, il prof. Pietro De Nicola, Direttore della Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia dell’Università di Pavia, così scrisse: “Questo si può veramente dire di Salvatore Gemelli, che ha dedicato la sua purtroppo breve vita a perseguire, con tenacia e con succes-so, obiettivi che ad altri sarebbero apparsi irraggiungibili. Alle tradizioni della Magna Gre-cia (anche Gemelli ne era partecipe a pieno diritto) si potrebbero ispirare appunto queste pa-role di Eraclito: Chi non si aspetta l’inaspettabile non lo raggiungerà mai.
    Come a Venezia viene assegnato ogni anno il premio “una vita per la musica”, così anche a Salvatore Gemelli spetterebbe il riconoscimento “una vita per la geriatria”, anche come ringraziamento da parte dei geriatri e dei gerontologi di tutto il mondo per tutto quello che ha fatto e quello che sicuramente avrebbe potuto fare in futuro con il nome di Gerace nel cuore, quasi un emblema per tutte le iniziative finora realizzate, e che – ci auguriamo – conti-nueranno ad essere intraprese nel Suo ricordo.”
    BIBLIOGRAFIA
    Molto vasta la sua produzione scientifica, storica e letteraria.
    – Pubblicazioni scientifiche:
    1. “L’olio di oliva e altri fattori antiaterogeni nell’ antichità greco-romana”, Atti del Congresso In-ternazionale sul valore biologico dell’olio di oliva (Lucca, 10-12 novembre 1969), Ed. Minerva Medi-ca;
    2. “L’Ospedale di S. Giacomo in Gerace, ricerche di medicina sociale nella Locride”, Ed. Historica, Reggio C., 1972;
    3. “Osservazioni sull’incidenza del diabete mellito in una comunità geriatrica ospedalizzata” (in col-laborazione con il prof. Mario Cozzupoli), Comunicazioni al II Simposio di Chirurgia Geriatrica dell’ I.N.R.C.A. (Cosenza, 9-10 ottobre 1973);
    4. “Proposte per un piano per i servizi sociali sanitari degli anziani nella Locride nell’ambito dei nuovi programmi di sicurezza sociale”, indagine con il prof. M. Cozzupoli, 1972;
    5. “Sodio eidronato nel trattamento riabilitativo dell’osteoporosi senile e da non uso”, Gazzetta Me-dica Italiana, 1979;
    6. “Aspetti medici e sociali della terza età in Calabria” con altri AA., Atti del Convegno di studi, Ca-signana, 28.11.1984, Ed. Frama Sud, Chiaravalle C., 1984;
    7. “Invecchiare in Calabria: Problematiche generali, Realtà, Prospettive ed Esperienze”, con altri AA., Ed. Frama Sud, Chiaravalle C., 1983;
    8. “Un centro di servizi polivalenti per il territorio comunale di Locri – Prima relazione per un’ipotesi di organizzazione”, primo volume degli “Atti del Convegno Aggiornamenti in Clinica Medica e Ria-bilitativa dell’Anziano”, Gerace 15-16 aprile 1993, Ed. Frama Sud, Chiaravalle C., 1983;
    9. “La dispepsia epatica”, Atti del Convegno scientifico, Gerace 9.12.1983, Ed. Frama Sud, Chiara-valle C., 1983;
    10. “Il problema degli anziani: analisi, prospettive”, con altri AA., Casa del Libro, Reggio C., 1983;
    11. “La cinnarizina nelle turbe vascolari arteriosclerotiche periferiche” con altri AA., Ed. Frama Sud, Chiaravalle C., 1984;
    12. “Problemi medici e sociali degli anziani in Calabria”, con altri AA.,
    13. “La bonifica periodica delle broncopneumopatie croniche ostruttive”
    – Pubblicazioni a carattere storico e letterario:
    1. “La Locride. Caratteri fisici e paleografici”, pp. 220, Ed. FATA, Catanzaro, 1972 (1^ edizione); Ed. Gangemi, pp. 208, Reggio C., 1992 (2^ edizione);
    2. “Storia, tradizioni e leggende a Polsi d’Aspromonte”, pp. 545, Ed. Parallelo 38, Reggio C., 1978 (1^ edizione); Ed. Gangemi, pp. 578, Reggio C., 1992 (2^ edizione);
    3. “Un Ospedale per la Locride”, pp. 418, Ed. Fama Sud, Chiaravalle Centrale, 1975;
    4. “Così muoiono i vecchi”, pp. 162, Ed. Effe Emme, Chiaravalle C., 1978;
    5. “Il Santuario della Madonna della Grotta in Bombile di Ardore”, pp. 249, Ed. Frama Sud, Chiara-valle C., 1979;
    6. “Gerace, paradiso d’Europa. Guida per un approccio, storico, artistico, ambientale”, Ed. Frama Sud, Chiaravalle C, 1983 (1^ edizione); pp. 274, Ed. Gangemi, Reggio C., 1993;
    7. “Gerhard Rohlfs, una vita per l’Italia dei dialetti”, pp. 290, Ed. Gangemi, Reggio C., 1990.
    • Sua la “Lettera della Calabria al Santo Padre Giovanni Paolo II in occasione del suo viaggio pa-storale nella Regione: L’anima cristiana della Calabria”, miniata da Gaudio Incorpora e acque-rellata da Domenico Savica. La Lettera venne dagli stessi Gemelli, Incorpora e Savica, consegnata nelle mani del Pontefice a Reggio Calabria nell’agosto del 1984.
    • Coordinò e curò, per la Cassa di Risparmio di Calabria e Lucania, il prezioso Volume “La Catte-drale di Gerace”, Ed. effesette, Cosenza, 1986.

    ALTRE ATTIVITÀ CULTURALI E SOCIALI
    Collaborò con numerose riviste sia scientifiche che culturali: ricordiamo “Tempo medico”, “Cala-bria”, “Calabria Letteraria”, per citarne le più note.
    Su “Calabria”, mensile del consiglio regionale, diretto da Salvatore Santagata, tenne mensilmente per circa un anno la fortunata rubrica “Un posto al sole”, dedicata ai problemi della terza età.
    Suoi scritti e ricerche sono stati pubblicati anche su numerose riviste specializzate tra le quali “Rivi-sta di Medicina Interna” e “Corriere medico”.
    Tenne rubriche radiofoniche sulle problematiche degli anziani in Calabria:
    “Un posto al sole”, rubrica radiofonica settimanale, autogestita e messa in onda dall’emittente priva-ta di Locri “Radio Eco”, che si occupò per tre anni, dal 1977 al 1979, della problematica degli anziani e degli handicappati nella Locride, in collaborazione con Carmine Bruno, con filo diretto con gli ascol-tatori;
    ciclo di 7 trasmissioni di 20’, direttamente curato, su “La condizione dell’anziano, pregi e proble-mi” (dal 21.12.1982 al 15.2.1983, ore 20), su TV “Quarto canale” di Siderno;
    ciclo di sei conversazioni radiofoniche sulla condizione degli anziani in Calabria, tenute dal 3 all’8 ottobre 1983, dalle ore 14,20 alle ore15,00, nella rubrica “Tutto Calabria” e mandate in onda dagli studi radiofonici della RAI di Cosenza a cura della regista e giornalista RAI Annarosa Macrì, e dello stesso Gemelli già Primario Geriatra dell’Ospedale “Filippo Fimognari” di Gerace;
    rubrica televisiva “Terza età” autogestita nel periodo gennaio/dicembre 1987 (serie di 20 incontri quindicinali di un’ora ciascuno) su TRS di Siderno.
    Partecipò a libere trasmissioni radiofoniche e televisive presso le sedi RAI di Cosenza, TRS di Sider-no, Telereggio di Reggio Calabria.
    RICONOSCIMENTI
     “Premio Presidenza del Consiglio”, 1972;
     “Pegaso d’oro” al merito scientifico, Giugno Locrese 1972;
     “Medaglia d’oro” per la saggistica al “Premio Villa S. Giovanni”, 1972;
     “Targa di benemerenza nell’assistenza domiciliare in Calabria”, Scuola di Servizio Sociale di Palmi, 1982;
     Premio “Astragalo” per la promozione umana e sociale, Fuscaldo,1982;
     Targa speciale d’argento “Zagara di Rosarno”, per la sua attività di geriatra e scrittore, conferita dal Centro Studi Medmei di Rosarno, 1983;
     “Targa aurea dell’Amicizia” e “Diploma di Benemerenza”, Associazione Amicizia e Pace di Si-derno, 1984;
     “Pinax d’argento”, per l’attività scientifica e letteraria, Estate Locridea, Bovalino 1985;
     “Premio Tommaso Campanella” alla memoria, Stilo 1989;
     “Premio Gerhard Rohlfs” alla memoria, Rhegium Julii 1991;

     Nell’aprile del 1988 il Consiglio di Amministrazione dell’UTE-TL intitolò al suo nome l’ “Uni-versità della Terza Età e del Tempo Libero” della Locride.
     A Salvatore Gemelli fu dedicato alla memoria il “Pericle d’oro 1989 per la medicina” (ELLADE, Bovalino, 20.8.1989).

    Nel 1994 l’ “A.I.C.S. Sirio” di Anoia (R.C.) istituì il Premio “Anoia – Salvatore Gemelli” che viene annualmente assegnato a personalità calabresi che si sono particolarmente distinti nel campo della Cul-tura, della Ricerca Scientifica e della Solidarietà (Prima edizione: 3 settembre 1994

  49. caro, giletti, seguo la tua trasmissione, al momento sto vedendo, la trasmissione sulle banche, sono indignato. ti informo che padre di una universitaria al secondo anno di farmacia, vedendo lo spot del ministero della gioventù, di qualche un mese fà, che finanzia con un fondo di 19 milioni di euro, i giovani universitari, denominato: DIAMOGLI FUTURO”IL fido che le banche firmatarie dell’accordo devono erogare ai giovani universitari, è di euro 25.00 mila, eurogabili in 5 anni, con un tetto massimo ad anno, di non meno di tremila, non superiore a 5 mila euro. il fondo garantisce il 70 % del finanziamento, e le banche firmatarie dell’accordo, si impegano a non richiedere, ulteriori garanzie.
    risultato, le banche alle quali ci siamo rivolti.firmatarie dell’accordo,ci hanno risposto, che si hanno firmato l’accordo, ma non hanno nessun vincolo, per concederlo.allora con un email ho scritto alla CONSAP GESTORE GEL FONDO MINISTERIALE, per sapere se il fondo sposorizzato sul sito del Ministero fosse attivo, ed a quale banca rivolgeci per avere il finanziamento:la risposta della CONSAP, evasiva mi comunica che le banche sono al corrente dell’iniziativa, e che per adesione al fondo, loro sono a disposizione delle banche.
    allora ti chiedo, è possibile essere presi in giro in questo modo? saluti CARLO.

  50. Desidero complimentarmi con Maasimo Giletti per la sua conduzione di questo programma,mettere a conoscenza il telespettatore il malaffare in Italia. Apprezzo lo sforzo anche delle persone che lavorano all’esterno delle indagini per portare a galla i complici. Ma c’è un argomento di cui non si è discusso : Alcol e le conseguenze che ne derivano alla salute della singola persona, sanità, giustizia sociale e prevenzione stradale e penale. Una domanda che non è mai stata data una risposta da parte del Governo. Ma come può uno stato essere complice e tollerante all’uso di sostanze che modificano la percezione della realtà? Gradirei avere o vedere nel Vostro programma una Persona che come medico si sta prodigando per far cambiare il sistema , questa persona è Emanuele Scafato insieme ai rappresentanti della associazione AICAT. (associazione alcologici territoriali.) Questa ass. svolge un ruolo importante GRATUITO nella società …….. ora sta a Voi fare il resto. Buon lavoro

  51. vorrei sapere come mai non si parla più di equitalia e degli interessi usurai applicati che, raggiungono il 50%. se volete le prove vi spedisco il mio rateizzo.
    Grazie

  52. A proposito di super stipendi di alcuni “Colleghi” della pubblica amministrazione. …Buongiorno. Sono l’economo comunale di un Comune dell’Italia Centrale. La mia nomina è stata voluta dal Sindaco senza chiedere il mio parere. Al mio arrivo l’Economato si componeva di 4 impiegati, ora sono da solo, mi è stato affiancato un usciere con una età di oltre 60 anni. In questo periodo ho dovuto traghettare gli acquisti su nuovi canali d’acquisto, come il Mercato elettronico delle PP.AA. ho dovuto meccanizzare il mio ufficio che funzionava in cartaceo, faccio questo lavoro in una città di quasi 60.000 abitanti, mi occupo dell’inventario dei beni mobili, che anche questo ha dovuto essere meccanizzato. A me nn spettano straordinari, ho la responsabilità della cassa contanti, di rendicontare ogni singola spesa effettuata attraverso la cassa contanti, sono soggetto al controllo trimestrale della Corte dei Conti che relaziona giustamente ogni mio comportamento e azione. Il mio stipendio è di circa 1270 Euro al mese. Faccio circa 20-30 ore di straordinario nn pagato, per il maneggio di denaro mi è riconosciuta una indennità di circa 150 euro nette all’anno. Mia moglie fa la consulente pubblicitaria, con il mio stipendio stiamo anche ripagando la sua azienda delle somme che non sono state pagate dai suoi clienti a cui mia moglie ha venduto spazi pubblicitari ntratti di pubblicità sottoscritti, ho una figlia che frequenta la scuola superiore i cui costi li lascio immaginare a chi ha figli. Ho due genitori, uno sulla sedia a rotelle da circa 15 anni è stata colpita da una malattia rarissima e incurabile, mio padre ha 85 anni ed io sono figlio unico. Credo di far bene il mio dovere, ma sono francamente stanco e affaticatissimo. Ho 54 anni e la data della mia pensione, nonostante 35 anni di lavoro, è di la da venire. Lascio a voi ogni giudizio.

  53. Nei nove anni nei quali sono stato Sindaco del Comune di Mulazzo (MS), ho rinunciato a percepire complessivamente 40 mila euro di indennità.
    Quando sono stato eletto ho dovuto pagare 28 mila e 500 euro al comune per poter esercitare il mio mandato.
    Tutte cose documentate. Se vi interessa vengo alla trasmissione L’Arena a raccontarvele.
    Grazie.
    roberto Malaspina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>