Amici, Maria De Filippi: “In Italia ci sono i malpensanti, cercate di non essere imbecilli”

di Elide Messineo Commenta

Mentre è quasi tutto pronto per il serale di Amici, Luca Zanforlin ha deciso di lasciare il programma per andare a lavorare in Spagna e Maria De Filippi ha abbandonato tutta la sua diplomazia, lasciandosi andare ad uno sfogo che ha fatto subito discutere.

Tutti si sono chiesti come mai, dopo tanti anni, Luca Zanforlin abbia abbandonato Amici. La risposta è che vivrà una nuova esperienza lavorativa in Spagna, ma c’è chi ha pensato che di mezzo ci fossero state discussioni con Maria De Filippi. Zanforlin, infatti, è stato contattato da Davide Maggio, che ha chiesto se ci fosse stato un litigio con la conduttrice e lei non l’ha presa molto bene, al punto che sabato scorso si è sfogata davanti alle telecamere, dichiarando:

Alla mia età posso permettermi di dire quello che solo qualche anno fa non avrei mai detto e soprattutto in presenza di telecamere. Forse sto diventando troppo adulta, ma in Italia ci sono i malpensanti ed è ora che vengano trattati come tali. Faccio tv da tanti anni ma non scimmiotto mai altri programmi, le squadre ad “Amici” esistono da tanto tempo non è il caso di fare polemiche su questo. Lo dico perché nella vita bisogna pensare positivo e non sempre negativo. Ieri per esempio Luca Zanforlin ha deciso di lavorare in Spagna e non sarà con noi per il serale. La verità? A me oggi già manca ma invece, ieri, qualcuno gli ha telefonato chiedendogli se avesse litigato con me. E’ una cosa stupida e meschina. Avrei voluto telefonare a questa persona e offenderla poi ho deciso che fosse meglio evitare. Ora mi dicono che nel nuovo regolamento ho copiato delle cose. Non è così, non l’ho mai fatto e lo dico a chi lo ha pensato, cercate di non essere imbecilli… per una volta.

La De Filippi, che ha sempre cercato di mantenersi distante dalle polemiche, questa volta non ha accettato quanto accaduto anche se, obiettivamente, Davide Maggio ha fatto una domanda lecita. Ad appoggiare la presa di posizione della regina di Mediaset, è stato anche il giornalista Luca Dondoni che su La Stampa ha scritto:

La madre dei deficienti è perennemente incinta e quella dei blogger “avvelenati”, aggiungo, partorisce sempre dei gemelli. Si registra qui ciò che accade alla partenza di tutti i serali da parecchi anni a questa parte. Il successo della trasmissione, la forza di “Amici” che se ne fotte del tempo che passa e va avanti dritto sulla carreggiata di un’autostrada senza traffico, dà fastidio. Non si sa perché, ma dà fastidioLa madre dei deficienti è perennemente incinta e quella dei blogger “avvelenati”, aggiungo, partorisce sempre dei gemelli. Si registra qui ciò che accade alla partenza di tutti i serali da parecchi anni a questa parte. Il successo della trasmissione, la forza di “Amici” che se ne fotte del tempo che passa e va avanti dritto sulla carreggiata di un’autostrada senza traffico, dà fastidio. Non si sa perché, ma dà fastidio.

Un punto di vista totalmente diverso e probabilmente più ragionevole, è stato espresso da Selvaggia Lucarelli che, analizzando l’accaduto, ha scritto:

Ma questo alone da intoccabile è francamente insopportabile e l’invettiva in diretta contro un giornalista che ha fatto una domanda legittima, è una cosa fuori dal mondo. Anche perchè poi vivere così, vuol dire circondarsi di lacchè e leccaculo che hanno paura pure di dirti che hai l’insalata tra i denti. Gente tipo Luca Dondoni, il soldato Dondoni, che anzichè difendere un giornalista e il diritto sacrosanto di fare domande, scende in campo con questo articolo ridicolo, il cui passaggio più pietoso, tra “deficiente” e offese assortite, è “tutta invidia”. Che notoriamente è l’argomento tormentone dei bimbominkia, quelli che a forza di frequentare negli studi di Amici, evidentemente, Dondoni emula.

Ogni occasione è buona per far nascere la polemica, insomma. Certo è che non è una novità che i giornalisti facciano domande scomode, è la dura legge dello showbiz ma la De Filippi forse non è ancora abituata a nulla di tutto questo, da sempre adulata da tutti. Peccato che le critiche, le supposizioni e le provocazioni, facciano inevitabilmente parte del gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>