Opportunity Knocks: un format Abc per famiglie

di Redazione Commenta

Se come è risaputo la fortuna batte almeno una volta nella vita alla nostra porta, non si può certo dire che il destino sia stato così benevolo con il format americano Opportunity Knocks. Trasmesso sulla Abc dallo scorso 23 settembre alle 20, il reality game prodotto da Ashton Kutcher è stato soppresso per scarso gradimento alla terza delle 9 puntate previste per questa stagione.

Eppure, seguendo gli episodi sul sito del network americano, il programma condotto da Jd Roth tutt’altro che sgradevole, potrebbe essere adottato con le necessarie modifiche anche dalla tv di casa nostra magari proprio nella delicata fascia delle 20, degna alternativa allo strapotere dei tg.

In Opportunity Knocks in perfetto stile reality, tutto si gioca sul filo della sorpresa, sebbene il sospetto che almeno la fase preparatoria sia precostituita sia più che fondato: come farebbero gli autori ad avere così tante informazioni su genitori e figli oggetto della trasmissione senza la collaborazione di almeno uno di loro?

Avviene un giorno che il baldo presentatore Jd Roth, si presenti alla porta di una normale famiglia americana e tra le urla e gli strepiti dei componenti annunci loro d’essere protagonisti del gioco, con in palio cospicue somme di denaro o elettrodomestici vari. Set della trasmissione lo spazio antistante la casa, con a fare da pubblico amici, parenti e vicini. In un clima di pura ilarità, il gioco si svolge su un palco dove di volta in volta si alternano genitori e figli, sottoposti a giochi e quiz di ogni genere.

Può capitare che si chieda a una mamma di scrivere in maniera corretta il nome di una località estera , ma anche a una figlia di indovinare tra tanti piedi esposti attraverso una tenda quello della propria madre, la sorella più grande ha una cantante preferita? Bene! Potrà andare nel backstage dopo il concerto del proprio idolo, indovinando un quiz ma dovrà rinunciare a un premio in denaro, quale sarà la sua scelta?

Le reazioni dei partecipanti sono le più disparate e tutto si gioca sull’interagire presentatore concorrenti , con il condimento delle singolari prove a cui di volta in volta sono sottoposti. Proprio il fatto che al centro dell’attenzione ci sia un nucleo familiare, potrebbe essere la carta vincente del game show qualora venisse proposto in Italia in un orario in cui solitamente si è tutti seduti dietro una tavola e considerato il clima di recessione economica in cui viviamo, non sarebbe male se si desse l’opportunità a qualche famiglia di rimpinguare il portafogli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>