Sanremo 2012, conferenza stampa 16 febbraio: Mazzi e Mazza soddisfatti degli ascolti, Morandi chiederà scusa all’Arcigay

di Redazione Commenta

13.26 Ha inizio la conferenza stampa.

13.28 Si parte subito con i dati di ascolto: La media ponderata è stata di 9.199.000 39,28% (come ormai tutti sanno).

13.31 Sulla questione degli ascolti interviene il direttore di Rai 1 Mazza: “Non era una serata facile da affrontare per quanto riguarda la concorrenza”, riferendosi all’incontro calcistico andato in onda su Rai2.

13.36 Mazza chiede aiuto alla sala stampa nel giudicare il duetto migliore che sarà presentato questa sera, i giudizi serviranno a decretare il vincitore di un premio creato ad hoc.

13.41 Inteviene Mazzi: è soddisfatto degli ascolti e pensa che se la serata dei duetti avrà successo sarà solo per merito degli artisti internazionali.

13.44 Interviene Morandi: anticipa che la serata di questa sera sarà una serata spettacolare, nonostante le mille difficoltà.

13.52 Un giornalista fa notare che gli ascolti non hanno raggiunto i livelli delle passate edizioni, è per questo crede che non ci sia nulla da ostentare. Mauro Mazza afferma che gli ascolti sono stati ottimi, molto soddisfacenti rispetto al prime time di un anno fa. Mazzi aggiunge che la seconda serata del 2012 ha superato lo share della seconda serata del 2011. Morandi conferma.

13.55 Si parla del bacio gay: Morandi dice che è stato tutto improvvistato.

13.57 Mazzi ritorna su Adriano Celentano e anticipa che domani verrà a parlare con la sala stampa.

14.08  Mazza: La Rai è un’azienda libera e fanno testo i comunicati aziendali. Io sono qui e lavoro, non mi autosospendo e non penso a dimettermi”.

 14.13 Si ritorna a parlare della gag dei Soliti idioti. Morandi chiarisce ancora una volta che non ha nulla contro gli omosessuali e che questa sera si scuserà se qualcuno si è sentito offeso.

14.24 Papaleo scherza: “Stendiamo un velo pietoso sulla recitazione di Pupo e Morandi durante l’intervento di Celentano”.

14.25 Le prove incombono. Papaleo, Morandi e Mazzi lasciano la sala stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>