Festival di Sanremo 2010: Question Time giovedì 18 febbraio

di Diego Odello 6

Terzo appuntamento con il Question Time del Festival di Sanremo 2010, chiamato quest’anno Sanremo? Parliamone e gestito da Maurizio Costanzo. Scopriamo cosa hanno da dire gli organizzatori del Festival e i giornalisti.

12.56 Maurizio Costanzo saluta gli ospiti e i telespettatori. Presente anche il presidente della SIAE Antonio Assumma.

12.58 Mario Luzzato Fegiz de Il corriere della sera ha seguito quarantadue Festival. Costanzo scherza e propone un premio per lui.

13.00 Dopo Emanuele Filiberto, Rania di Giordania, stasera ci sarà la regina della canzone italiana, Nilla Pizzi. Maurizio Costanzo ricorda che compie gli anni Fabrizio De Andrè.

13.01 Clerici, quando hai capito che anche Rania è interessata ai fornelli cosa hai pensato? Risponde Antonella:”Ho avuto un po’ paura, perché con lei non c’è proprio gara. E’ bello credere alle favole”.

13.03 Alessandra Carnevali (Blogosfere): Pensate che gli ascolti di un pubblico giovanile sia motivato dalla presenza del web? Risponde Mauro Mazza:”Il modo di avvicinarsi al Festival viene dato dalla televisione, ma anche attraverso i blog e le community, perché porta ascolto e partecipazione attiva”; Gianmarco Mazzi:”Abbiamo pensato di usare questi strumenti, che sono più vicini ai giovani. Va in quella direzione anche il fatto di aver fatto sentire prima le canzoni dei giovani

13.06 Si parla di Irene Fornaciari: L’unità ha dato 4 mentre il Secolo XIX ha dato voto 7 1/2 alla canzone. Per una è mediocre, per l’altro è un mix perfetto tra una nuova realtà (parla di problemi attuali) e qualcosa di già sentito. Mangiarotti (QN):”La canzone è imbarazzante“.

13.08 L’inviato dell’Ansa fa i complimenti a tutti quelli che lavorano dietro il Festival: musicisti strepitosi e tecnici bravissimi.

13.09 Le canzoni dei Big sono accettabili, i giovani sono abbastanza deludenti. E’ strano vedere che i giovani guardano il Festival.

13.10 RDS:Le canzoni sono creature vive. Vedremo come crescono, dopo sabato notte”. Il successo televisivo è dovuto al cambiamento del regolamento. Il pubblico, dopo aver assimilato l’evoluzione la sta premiando.

13.11 RDS. Antonella Clerici hai sentito Bonolis dopo averlo battuto? Mazza, il Festival sarà sempre più italiano e con meno ospiti stranieri? Risponde la Clerici:”Paolo è contento del mio successo e non c’è alcuna rivalità.”. Risponde Mazza:”Non posso pensare al Festival del prossimo anno, ma posso dire che sarà sempre più della Rai”.

13.13 La serata di oggi sarà già su Youtube dopo qualche ora. Perché non venderli? Gianmarco Mazzi:”In Italia con gli artisti famosi ci sono difficoltà sui diritti e non riusciamo a superare certi ostacoli”.

13.14 L’Avvenire: i giovani sono un po’ sacrificati. Evidentemente quando facciamo lo spettacolo televisivo dobbiamo sottostare ad altri aspetti.

13.16 Asumma:” Il festival non finirà mai. E’ facile dirne male, ma è difficile farne a meno…” .

13.18 Radio 1 contenta di essere complementari alla televisione. La forza di questo Sanremo è la serenità, così come la sua conduttrice, Antonella Clerici.

13.19 Radio San Bonifiacio:I talent show hanno portato dei veri talenti, quasi perfetti. Non pensate che manchino però di empatia?”. Risponde Mazzi:”Non penso questo, credo che Valerio, Marco e Noemi abbiano fatto delle esibizioni bellissime. A Sanremo è più difficile, perché devi fare un balzo nel massimo della professionalità”.

13.20 Agi: Berlusconi aveva proposto una canzone a Sanremo di tale Filomena (Nena). E’ vero? Mazzi:”No.”

13.21 Agi: Cosa si prova a superare Bonolis? Antonella Clerici:”Non ci sono rivalità, Paolo è un amico. Non esiste rivalità pregressa soprattutto con un amico”.

13.22 AdnKronos: Stasera c’è lo spareggio fra i 5 artisti. Mazzi:”Tutti si esibiscono con il duetto. Manca solo Marcello Lippi. I Sonohra con Dodi Battaglia apriranno la serata”.

13.23 Mangiarotti (QN): stasera si vedrà quanto conta il televoto in questo Festival.

13.24 Si scherza sul momento in cui Antonella Clerici si è seduta sul direttore di Raiuno Mauro Mazza.

Commenti (6)

  1. SANREMO CON LA NS. ANTONELLINA E’ BELLISSIMO, ANCHE LE CANZONI. ECCETTO D’ANGELO CHE HA DEFINITO LA CANZONE DI PUPO UNA CA…., DOVREBBE PENSARE PRIMA DI SPARARE A ZERO. POSSO PERMETTERMI UN CONSIGLIO DA ITALIANA! E’ POSSIBILE CHE LA NS. ANTONELLA RICORDI 2 PERSONAGGI DI SANREMO COME MIKE BONGIORNO E MINO REITANO, SENTO MOLTE CHIACCHIERE A RIGUARDO. PERCHE’ NON DARGLI IL COLPO DI GRAZIA A QUESTE PERSONE MALIGNE?
    GRAZIE! ANTONELLA TI VOGLIAMO MOLTO BENE.

    TUA ROSA

  2. nn è giusto che uscito valerio era il piuu ravo uff senza lui sanreo nn diverte è la vendetta però pultroppo

  3. la scenografia è splendida , purtroppo, le riprese televisive si accentrano quasi esclusivamente sui cantanti, tutto il resto, è ripreso troppo velocemente.Sarebbe bello vedere con dovizia di particolari lo scenario circostante, ad esempio, l’orchestra che,tra l’altro, suona in maniera eccellente, non sono mai inquadrati e ripresi come dovuto, eppure sono anche loro artisti preparati e svolgono un lavoro eccezionale, inoltre tutto il teatro che è bellissimo non è dovutamente ripreso.

  4. forse il sanremo senza valerio riprende vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>