Concerto di Natale 2009, su Raiuno Milly Carlucci presenta, Riccardo Muti dirige

di Redazione 1

Natale si avvicina e la Rai inizia a ricordarcelo quest’oggi proponendoci, in diretta dall’Aula di Palazzo Madama, il suggestivo Concerto di Natale 2009: saranno protagonisti della XIII edizione, davanti al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Maestro Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini.

Lo spettacolo, che prevede l’esecuzione della Quinta Sinfonia di Ludwig Van Beethoven, sarà presentato da Milly Carlucci e l’intero incasso (per avere un biglietto gli spettatori hanno dovuto versare almeno 120 euro) sarà devoluto all’Ospedale Bambin Gesù di Roma.

Il Maestro Muti, che ha accettato di partecipare gratuitamente, ha detto:

L’invito ricevuto dal Presidente del Senato a tornare a Palazzo Madama per il Natale 2009 gratifica il nostro lavoro. L’Orchestra è ora rinnovata per il secondo triennio di attività e come già accaduto nel primo, ha raccolto diplomati provenienti da tutte le regioni d’Italia. I giovani musicisti si sono molto impegnati affrontando e vincendo scommesse difficili anche all’estero: da Salisburgo, ove la Cherubini è protagonista dal 2007 come orchestra in ‘residence’ al Festival di Pentecoste per un progetto quinquennale mirato alla riscoperta del patrimonio musicale del Settecento napoletano, a Vienna dove si sono esibiti nella prestigiosa cornice del Musikverein. Questo dimostra che il futuro della Musica in Italia potrà essere degno delle nostre grandi tradizioni, a condizione che i giovani vengano artisticamente sostenuti e guidati nell’impegno, aiutati nel realizzarsi con le giuste opportunità di lavoro.

Se amate la musica classica, da oggi iniziano i tradizionali appuntamenti con i concerti natalizi. Non perdetevi il primo, alle 12.20 su Raiuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>