Le Iene, la donna che ha prestato casa all’amica e adesso vive in stazione

di Redazione Commenta

Nella scorsa puntata de Le iene è andato in onda un servizio di Agresti che racconta una situazione abbastanza singolare, quella di una donna che ha prestato casa all’amica e adesso non ce l’ha più.

La donna adesso molto spesso è costretta a passare la notte alla stazione di Milano Centrale ed insieme a lei c’è la figlia minorenne, altre volte invece dorme in una casa che le prestano dei conoscenti, dove però non ci sono nè acqua nè luce nè gas. Nel giugno 2012 la donna è andata in Marocco per risolvere alcuni problemi familiari, dopo un anno la sua vicina di casa nonché cara amica, l’ha contattata per dirle che aveva una famiglia molto numerosa e per chiederle se poteva usare temporaneamente la sua abitazione. E’ stata la figlia maggiore di Susy a consegnare le chiavi alla vicina di casa, ma al suo ritorno la serratura era cambiata e scopre che l’amica aveva dato le chiavi a Gianni, il suo ex compagno, che si è impossessato della casa. L’uomo ha anche chiamato i carabinieri dicendo di essere in affitto in nero in quell’appartamento, nel frattempo lui aveva intestato a suo nome le utenze.

Susy ha provato a tornare in casa, ma Gianni l’ha minacciata e ha buttato tutta la sua roba dalla finestra. Quando ha deciso di denunciarlo, ha scoperto che l’uomo aveva dichiarato di essere in affitto in nero anche all’agenzia delle entrate, ottenendo così il diritto di avere un contratto di 4 anni +4 e una riduzione dell’affitto. Agresti si informa sull’accaduto e sulla procedura seguita dai Carabinieri, che non sono andati a fondo della questione, lasciando che Gianni agisse indisturbato, tra l’altro sbandierando delle prove di fatto insufficienti per dimostrare di essere in casa in nero.

L’inviato di Italia 1 ovviamente controlla la versione di Gianni, continuamente smentita dalle testimonianze di altre persone, lui va in confusione e a volte si contraddice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>