Quelli che: Massimo Giletti e Chi l’ha visto per la metatelevisione. Virginia Raffaele/Anna Oxa non convince

di Redazione Commenta

Quelli che ci ha regalato una delle puntate più riuscite di questa seconda edizione condotta da Victoria Cabello, coadiuvata dal Trio Medusa. Il programma si è confermato una valida alternativa ai rumorosi e populisti Domenica in e Domenica Cinque attraverso il mix vincente di comicità e metatelevisione grazie al Massimo Giletti di Ubaldo Pantani, l’Anna Oxa di Virginia Raffaele, la parodia di Chi l’ha visto?.In apertura di Quelli che, la conduttrice Victoria Cabello ha visto arrivare in suo soccorso Massimo Giletti (Ubaldo Pantani), che ha decantato il boom di ascolti della scorsa puntata di Domenica in usando quel lessico enfatico e adulatorio tipico del conduttore romano (“Grazie ai potenti mezzi della Rai, la settimana scorsa abbiamo fatto il botto, il 30 per cento di share”). Una serie di gag giocate tutte sulla metatelevisione – lo sbarco su una tv minore come Raidue, la ricerca del picco di ascolti – e sulla presunta (?) vanità del riccioluto presentatore.

I primi novanta minuti di trasmissione erano inoltre aperti e chiusi da Chi l’ha già visto?, parodia dello storico programma di servizio che è Chi l’ha visto? di Federica Sciarelli. I telespettatori erano invitati a decriptare l’identità di una ragazza seduta in studio. Alla fine si è scoperto che si trattava di Silvia Nattoli, speaker di una tv bergamasca che questa settimana si è goduta il suo momento di popolarità a causa di un lapsus freudiano a proposito del Pirellone. Non c’è bisogno di aver visto la clip per immaginare la gaffe, è sufficiente la giusta dose di malizia che alberga in ognuno di noi. A prescindere, è un segmento da proporre anche in futuro.

L’ospite principale della puntata odierna di Quelli che è stata la rocker senese Gianna Nannini, in studio per presentare Nostrastoria, scritta a quattro mani con Tiziano Ferro. Ebbene, ancora una volta gli autori si sono dimostrati abili nel saper impaginare l’ospitata, inserendo all’improvviso il momento Gianna a manetta, ovvero canzoni celeberrime della Nannini da cantare tutti insieme a squarciagola. Bastano piccole idee low cost per regalare del brio a una domenica pomeriggio, ma questo a Massimo Giletti e a Barbara d’Urso non sembra interessare.

Grande curiosità ha destato da ieri l’attesa imitazione di Anna Oxa ad opera di Virginia Raffaele. Ci dispiace dirlo, ma almeno il sottoscritto è rimasto interdetto: la scrittura del personaggio era ampiamente prevedibile. Supercazzole a gogò contro il sistema, assurdi riferimenti a destra e a sinistra e attacchi al Festival di Sanremo ce li aspettavamo un po’ tutti. Stavolta è mancato il guizzo, non è arrivata la sorpresa. Per citare un esempio di sorpresa, di spiazzamento del telespettatore, basti pensare alla voce non proprio da donna di Goga, l’ex fidanzata di Lapo Elkann.

Ma Virginia Raffaele è ampiamente perdonata: può capitare di sbagliare un personaggio in due anni di Quelli che.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>