Mattino in famiglia, Tiberio Timperi e Miriam Leone su Raidue

di Giulia Tarroni 25

A partire da questo fine settimana va in onda su Raidue Mattino in famiglia, storico programma di intrattenimento che ha inizio alle ore 6,45 fino alle ore 10,00 il sabato e la domenica. Quest’anno sarà condotto per la quattordicesima volta da Tiberio Timperi e dall’ex Miss Italia Miriam Leone: la Leone, reduce da un’estate come conduttrice molto apprezzata del programma Uno mattina estate su Raiuno, è pronta per questa nuova sfida!

Anche in questa nuova edizione sarà data particolare attenzione a cronaca attualità e costume, mentre sono confermate le rubriche Se ne parla in famiglia e Dritto e Rovescio, che vedranno la partecipazione di esperti e ospiti in studio. Le altre rubriche che hanno reso famosa la trasmissione non subiranno alcuna modifica: Cronaca rosa di Gianni Ippoliti continuerà ad incuriosirci con i gossip del mondo dello spettacolo.

Luca Sardella continuerà a dare consigli sulla cura di piante e fiori, con la rubrica L’orto di Luca: ma è prevista una novità importante, una sorta di reality, costituito da un orto di dimensioni casalinghe che viene curato settimana dopo settimana nel suo sviluppo naturale. A giugno 2010 al termine della stagione di programmazione scopriremo se Sardella ha saputo preservate piante ed ortaggi.

Pronto soccorso linguistico con il professor Francesco Sabatini dell’accademia della Crusca ci aiuterà a conoscere meglio la lingua italiana e dialettale, mentre La critica televisiva con Claudia Vinciguerra, affiancata dal giornalista Massimo Maffei ed Album Tv di Ingrid Muccitelli, analizzeranno i programmi tv proposti ai telespettatori.

Confermata anche la rubrica Questioni di cuore di Maurizio Bossi dedicata al mondo dei sentimenti, mentre in Quel che passa il convento verranno proposte gustose ricette culinarie da parte di frati e suore. Infine immancabile l’appuntamento con il meteorologo Francesco Laurenzi che illustrerà al pubblico la situazione metereologica italiana, mentre Roberta Ferrari ci farà conoscere i campioni sportivi più amati, attraverso interviste speciale, registrate presso le loro abitazioni.

La domenica appuntamento speciale con la gara di ballo, uno dei momenti più seguiti di Mattino in famiglia: le due squadre contendenti sono scuole di ballo che provengono ognuna da un paese differente e che si sfiderà su uno stile specifico, creando un momento di spettacolo unico e divertente.

Mattino in famiglia è un programma di Michele Guardì e di Giovanni Taglialavoro, curato da Tony Cucchiara, Antonella Barbaglia, Fiore Caputo, Antonio Lubrano, Luigi De Filippis e Marco Aprea, per la regia di Marco Aprea.

Commenti (25)

  1. qual’è il nome del sito x mandare foto a mattino in famiglia..?
    non son riuscito ad annotarlo..
    tipo: [email protected]..?

    ciao grazie

  2. VORREI DIRE A MIRIAM LEONE E A TIBERIO CHE MI PIACCIONO MOLTO INSIEME SIA PROFESSIONALMENTE CHE ……INSIEME COME COPPIA MA PROPRIO TANTO,FAI BENE AD ABBRACCIARLO MIRIAM ; E POI LUI E’ SINGLE O SBAGLIO?

  3. QUESITO PER IL PROFESSOR FRANCESCO SABATINI
    storto o stortato?
    Milanese, vivo ora in Toscana.
    Nelle mie citazioni uso spontaneamente “stortato”, sollevo così una scandalosa reazione: con platea umile, con platea colta.
    Torno a Milano, mi capita esattamente l’inverso …
    Per favore illumunatemi !!!

    PS
    >>>Se mi risponderete prendendo spunto da questa mia mail, potreste preavvertirmi per poter ascoltare in diretta la risposta?
    grazie
    >>>a quale indirizzo inoltrare direttamente i miei quesiti?
    _________________________
    aldo arroni
    mobile +39.335.65.65.111
    mobile fax +39.02.700.526.852
    [email protected]

  4. quesito prof. Sabatini: frase udita dalla conduttrice nella trasmissione tv “Alle falde del kilimangiaro” di sabato 13/03: “…passiamo alla problematica che ho accennato prima..” . Domanda: il verbo accennare è transitivo? Cordiali saluti.
    Altro quesito che non è collegato alla trasmissione suddetta: molti usano indifferentemente la particella né sia con accento che senza accento (nè….nè; ne….ne), sempre per indicare negazione: è corretto? La maestra Elena delle elementari diceva nè…nè!

  5. Vedo che lamia email non e’ stata pubblicata…

  6. Mi trovo a camminare di gran lena come ogni domenica mattina, per smaltire gli eccessi della cena che ho consumato, ahimè, la sera prima
    .
    Lo faccio su un tappeto rotolante, mantenendo la stessa posizione, ed anche se sudato ed ansimante, mi guardo, intanto, la televisione.

    Trovo la trasmissione divertente, anche quando ci scappa lo sfondone: sai che ti dico, Miriam, non fà niente!
    Tiberio ti perdona… ed anche noi! Con quella bocca lì, in televisione, tu puoi dire, comunque, ciò che vuoi!

  7. Buongiorno Prof. Sabatini, ho un quesito da porLe:
    nel display che si trova all’ingresso del mio paese vedo scritto: “Benvenuti nel Comune di …… un paese fatto da persone”; la frase non mi suona bene, non sarebbe corretto scrivere “Benvenuti nel Comune di …… un paese fatto di persone”?
    Grazie e complimenti per la sua consueta chiarezza
    Paola

  8. quesito prof.Sabatini: ho smpre pronunciato geroglifico con il suono di gl di aglio e gl di glicine; dopo qualche ricerca e indagini tra colleghe sono ancora nel dubbio. Grazie e complimenti.

  9. Buongiorno a tutti.
    Ascolto con immenso piacere ogni parola che esce dalla bocca del prof. Sabatini: ritengo il tempo “CONCESSO” a tale rubrica scandalosamente troppo limitato!
    Duole constatare che la nostra TV sottovaluta i suoi telespettatori, forse ritenendo che i loro interessi siano quelli di passare quanto prima alle solite e sovrabbondantemente presenti ragazze sgambettanti!
    NON E’ COSI’!
    Ultimamente poi è spesso capitato che venisse tolta addirittura la parola al professore mentre spiegava con la consueta chiarezza talune questioni.
    Nella puntata u.s. del 30/01/2011 i minuti dedicati a quello che dovrebbe essere il VOSTRO FIORE ALL’OCCHIELLO SONO STATI 7 (arrotondando a vs. favore). Il Prof. Sabatini, da “vero grande”, è persona troppo garbata ed umile per lagnarsene in pubblico, ma sono certa che molti telespettatori condividono (ed uso l’indicativo di proposito) quanto ho rilevato io.
    Grazie di avermi letta e, se lo vorrete, di dedicare a questa mia un briciolo di ripensamento.
    Lilia Sgalvan (che è uno pseudonimo)

  10. Quesito per il Prof. Sabatini.
    Da alcuni anni non si usa più mettere l’articolo determinativo prima dei nomi delle grandi aziend che operano, per esempio, nel campo automobilistico, energetico, della grande distribuzione, dell’informazione, ecc.
    Ma dal punto di vista grammaticale questa omissione non è un errore?
    E poi, secondo me, suona proprio male.
    Grazie, complimenti e saluti.
    Vittorio Falanca, Portoferraio LI.

  11. @ Vittorio Falanca:
    Vittorio Falanca dice:

    Quesito per il Prof. Sabatini.
    Da alcuni anni non si usa più mettere l’articolo determinativo prima dei nomi delle grandi aziend che operano, per esempio, nel campo automobilistico, energetico, della grande distribuzione, dell’informazione, ecc.
    Ma dal punto di vista grammaticale questa omissione non è un errore?
    E poi, secondo me, suona proprio male.
    Grazie, complimenti e saluti.
    Vittorio Falanca, Portoferraio LI.

  12. Il nostro inno, ahi ahi ahi: Roma e Iddio si scrivono sempre con l’iniziale maiuscola.

    Ci si stringe a COORTE, non a CORTE!
    🙂

  13. Carissimo Prof. Sabatini cosa mi dice di questa frase detta da un attrice durante una fiction:”io non voglio che muore , io voglio che stà con me ” ?Considerando che i testi li scrivono gli autori non mi aspetterei queste frasi piene di errori,mi sembrano un gran brutto esempio.Grazie per l’attenzione e complimenti per il suo purtroppo brevissimo spazio !!!!!!!!

  14. Chiarissimo Prof.Sabatini, è giusto dire: “devi dire a Carlo e Giuseppe che si FANNO trovare pronti al passaggio a livello che li passo a prendere” oppure “devi dire a Carlo e Giuseppe che si FACCIANO trovare al passaggio a livello che li passo a prendere”?. Grazie e Complimenti.

  15. rivolgendosi ad una donna si dice: es sono andato via perche’ non ti ho vistA oppure perche’ non ti ho vistO ? grazie

  16. Prima di tutto voglio fare i complimenti a conduttori e trasmissione, poi fare dsue richieste: La prima è di dare più tempo al Prof. Sabatini che è bravissimo, interessante e direi quasi ….necessario in questo mondo di ignorantelli. La seconda è di modificare le scritte, stare attenti al colore delle lettere e al fondo, in modo che si possano leggere, fondamentale è evitare i fondi mobiliche danno fastidio alla lettura e poi, come si fa a scegliere il colore delle lettere se il fondo è cangiante. Ma a chi è venuto in mente di farlo così. Io spesso adopero in pubblico delle proiezioni e so per esperienza quanto sia importante facilitare gli spettatori. Se poi non importa niente che si legga quanto c’è scritto, tanto vale non scrivere niente.
    Egidio

  17. Quesito per il professor Sabatini: durante la pubblicità di una merendina, Valentina Vezzali ,raccontando delle sue giornate trascorse di solito col figlioletto in campagna , ad un certo punto dice:” …e senza accorgercene si sono fatte le cinque”. E’ corretto usare una indicazione temporale definita in un contesto indefinito? Spero di essere stata chiara. Complimenti e grazie. Adele

  18. Per il Prof. Sabatini.
    Buon Giorno, sono Carlo di Modena
    Gent.mo Prof. sento molto spesso queste brutture dette da persone di un certo livello di istruzione come: da giornalisti, conduttori TV, politici ecc, chiamare il popolo di Parma “parmiggiani” i SARDI “sardagnoli”, i parmiggiani sono: formaggi, salumi, i sardagnoli sono i somarelli, perché queste brutture da persone di un certo livello intellettivo? ho sono io, con una semplice 5° elementare non sono al livello di capire queste distorsioni e brutture?
    Un grazie infinito della sua lezione domenicale e un inchino da Carlo.

  19. Per il Prof.Sabatini.
    Egregio Professore,la prego di voler intervenire sull’ennesima bruttura.La mia professoressa di italiano ci riconsegnava il tema senza voto se nel testo ci fosse stata una frase come questa:”la patrimoniale la paghi lo stato”.
    Ci sono 2 complemento oggetto:”la patrimoniale” e “la”.La frase secondo me dovrebbe essere:”lo stato paghi la patrimoniale”.Ormai troviamo frasi come queste quotidianamente su tutti i giornali e in bella mostra su cartelloni pubblicitari(lo sconto lo facciamo presso il negozio…).
    Sono dalla parte della ragione???
    Grazie per i suoi bellissimi interventi.
    Angelo 1951.

  20. stavo ascoltando la trasmissione con attenzione riguardo le nuove leggi sull’ici. Mi domando:io che occupo la casa del mio ex suocero,affidataria da parte di un giudice nell’anno 1996 nel momento della separazione perchè ho un figlio diversamente abile.e sono disoccupata.che devono fare? si paga o non si paga? faccio presente che dovrei a questo punto pagarla io disoccupata

  21. riguardo la puntata di ieri sabato 13 ho delle opinioni da esprimere in merito al caso di Leonardo il bimbo trascinato a forza fuori dalla scuola. i vostri ospiti non hanno capito proprio nulla! cosa ne sanno loro di cosa ha passato e provato il bambino per rifiutarsi di andare col padre? che ne sanno loro delle violenze psichiche e fisiche che si possono subire tra le mura domestiche? giudici ascoltateli questi bambini…non credete che sia preferibile e meno traumatico essere ascoltato da un giudice che subire una rimozione coatta come ha subito il piccolo leonardo?

  22. Sono a casa e guardo mattino in famiglia. Sono incantato dalla semplicità “forzata” della bella Miriam. La quale sembra quasi imbarazzata dai primi piani che la regia le dedica. Anche l’abbigliamento , e la compostezza di come siede sul divano la rendono molto più affascinante. Quasi a paragonarla alle signore di un tempo frequentatrici di salotti bene,che prendono il tè . Spero che in futuro non si faccia affascinare dal mondo dei calendari. Anche se è un bel vedere.

    Un paterno bacio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>