L’inchiesta: c’è cultura in televisione? Terza Parte

di Diego Odello 9

Riprendiamo il nostro percorso tra i programmi culturali delle reti analogiche, elencando i programmi che si occupano di approfondire il mondo dello spettacolo (televisione, cinema, moda e musica).

La prima settimana abbiamo valutato insufficiente l’apporto della televisione nei riguardi dei documentari e dei programmi storici; la seconda settimana abbiamo notato come alle trasmissioni di cultura, scienza, libri vengano dedicati pochissimi minuti.

Dai risultati di questa settimana, ho escluso programmi come Verissimo, Festa Italiana e Sipario, perché non li ho ritenuti culturali, ma di intrattenimento. Leggendo l’elenco (che riporta oltre al nome della trasmissione, la rete, la durata, il genere e l’ora di messa in onda) potrete notare come su Italia1 non ci sia nemmeno un programma di approfondimento. Povera anche la programmazione di Rete4 e Canale5, che dedicano, in due, meno di due ore a settimana allo spettacolo. Meglio la Rai, che racconta la televisione del passato con trasmissioni contenitore, il cinema attuale con Il cinematografo e la sua storia con Fuori Orario. Onesta la programmazione di La7, con un programma di moda, e due appuntamenti corposi con il cinema.


Mercoledì
Fuori Orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata: 5 minuti. (cinema) 1.55
Superstar. Rai1. Durata: 30 minuti. (televisione) 2.40
Videocomic. Rai2. Durata: 15 minuti (televisione) 3.35
Superstar. Rai1. Durata: 30 minuti (televisione) 5.15
Cominciamo bene – Indice di gradimento. Rai3. Durata: 65 minuti (tv) 10.55
I bellissimi di Rete 4. Durata: 5 minuti (cinema) 23.40

Giovedì
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata: 30 minuti (cinema) 1.45
Superstar. Rai1. Durata: 20 minuti (televisione) 2.40
Tg3 – Chièdiscena. Rai3. Durata: 15 minuti (spettacolo) 12.55

Venerdì
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata: 25 minuti (cinema) 2.10
Superstar. Rai1. Durata: 35 minuti (televisione) 2.40
I bellissimi di Rete 4. Rete4. Durata: 5 minuti (cinema) 23.15

Sabato
La 25a ora – Il cinema espanso. La7. Durata: 110 minuti (cinema) 1.05
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata: 10 minuti (cinema) 1.35
Superstar. Rai1. Durata: 35 minuti (televisione) 2.35
Loggione. Canale5. Durata: 30 minuti (musica) 8.50
Music 2008. Rai1. Durata: 25 minuti (musica) 23.55

Domenica
Nonsolomoda. Canale5. Durata: 30 minuti (moda) 0.00
M.O.D.A.. La7. Durata: 30 minuti (moda) 1.20
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata 10 minuti (cinema) 1.30
La 25a ora – Il cinema espanso. La7. Durata: 110 minuti (cinema) 1.50
Superstar. Rai1. Durata: 25 minuti (televisione) 5.30
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata: 60 minuti (cinema) 6.00

Lunedì
Oltremoda. Rai1. Durata: 35 minuti (moda) 0.45
Cinematografo. Rai1. Durata: 60 minuti (cinema) 1.40
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rai3. Durata: 10 minuti (cinema) 1.50
I Bellissimi di Rete 4. Rete4. Durata: 5 minuti (cinema) 23.30

Martedì
Fuori orario. Cose (mai) viste. Rei3. Durata: 10 minuti (cinema) 0.55
Piena estate – Week end. Rai3. Durata: 10 minuti (televisione) 2.05
Superstar. Rai1. Durata: 35 minuti (televisione) 2.40
Videocomic. Rai2. Durata: 10 minuti (televisione) 3.00
Superstar. Rai1. Durata: 45 minuti (televisione) 5.20
I bellissimi di Rete 4. Rete4. Durata: 5 minuti (cinema) 23.30

Commenti (9)

  1. La cultura, come tutte le cose di valore, deve essere pagata per averla. Pagando puoi avere tutta la cultura (scelta da loro) che vuoi, anche National Geogrtafic, Scienze, History Channel e altri e sono tutti canali specificamente creati per l’istruzione (alla cultura darei un’altra definizione). Quindi non si può dire che TUTTA la televisione sia spazzatura. Forse non ti sei accorto che nei canali preferiti dal pubblico si trattano temi di enorme contenuto culturale dalla geometria (i solidi in particolare: le sfere in cuoio), dalla balistica alla metereologia (forze impresse, venti e loro velocità e influenze che possono avere nenne traiettporie dei solidi), ortopedia (contusioni varie accidentali o meno che siano), socializzazione (come supportare allegramente la scuadra del cuore applaudendo al gesto atletico e a nient’altro, economia (i badget necessari per acquisti dei “campioni”)…
    Se NON è cultura questa, allora sono proprio cieco e sordo.

  2. Fortuna che mi apri gli occhi 🙂

  3. La cultura, come tutte le cose di valore, deve essere pagata per averla.
    PAGANDO puoi scegliere tra vari pacchetti (abbonamenti a Sky, Mediaset Premium,…) e gli accostamenti degli argomenti trattati sono quasi sepre abbinati alla Geometria dei Solidi. PAGANDO puoi avere tutta la cultura (scelta da loro) che vuoi, anche National Geogrtafic, Scienze, History Channel e altri e sono tutti canali specificamente creati per l’istruzione (alla cultura darei un’altra definizione). Quindi non si può dire che TUTTA la televisione sia spazzatura. Forse non ti sei accorto che nei canali preferiti dal pubblico si trattano temi di enorme contenuto culturale dalla geometria (i solidi in particolare: le sfere in cuoio), dalla balistica alla metereologia (forze impresse, venti e loro velocità e influenze che possono avere nenne traiettporie dei solidi), ortopedia (contusioni varie accidentali o meno che siano), socializzazione (come supportare allegramente la scuadra del cuore applaudendo al gesto atletico e a nient’altro, economia (i badget necessari per acquisti dei “campioni”)…
    AH!, dimenticavo, hanno creato un canale interamente dedicato allo sviluppo industriale e all’alta tecnologia ,dal nucleare ai laser più sofisticati, dallla biologia alla ricerca chimica su nuovi batteri e virus di impiego di massa. Pensa, hanno dovuto crearlo perchè a grande richiesta. L’anno chiamato Military Channel.Se NON è cultura questa, allora sono proprio cieco e sordo.

  4. Diego…non essere cattivo! non voglio prenderti in giro ne voglio esserlo..leggi quello che ho scritto sui programmi musicali tipo X Factor nel luogo appropriato sempre qui in CineTV

  5. se pensi che i miei interventi siano inopportuni, dillo e posso smettere di scrivere, posso vivere anche senza farlo.

  6. Perché dovresti smettere?
    Il mio era solo un commento ironico a chiusura del tuo simpatico intervento 🙂

  7. In televisione c’è Coltura! ihihihih

  8. come dice Gill giustamente, c’è la coltura…di personaggi psicotici; poco fa zappingando inciampo in rai 3 e mi vedo una tipa piena di tic, con manie di protagonismo piuttosto accentuate :vedi le passeggiate tra una domanda e l’altra rivolta agli ospiti della trasmissione, tra uno scatto del corpo e del capo e il rivolgersi alle telecamere anticipando il missaggio dalla regia (mi immagino il povero regista rosicchiare la penna, o con riflussi di bile in bocca), una dialettica carica di patè (perchè il pathos non credo lo conosca) e con l’intrusione di rime baciate!!! (ma ti rendi conto? descrivere un crimine in rima!!!). Ma chi è? Vorrebbe sostituire Blu Notte Misteri Italiani? VADE RETRO!!! Ah! la trasmissione è Storie Maledette…tutto un programma…

  9. …dimenticavo…stava giusto facendo domande (per fortuna non in rima) a un tipo col viso per metà completamente e perfettamente rasato (barba e capelli) e l’altro lato con folta barba e semi-aureola di capelli; che stia copiando Picasso con un tentativo di doppio profilo? Guardate, gente, guardate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>