Muse Inquietanti torna su Sky Arte con Carlo Lucarelli

di Redazione Commenta

Omicidi, stupri, finti suicidi, furti, legami con la criminalità: la vita degli artisti e il mondo dell’arte sono fitti di misteri e di vicende spesso cruenti poco note al grande pubblico. Per svelare i tanti enigmi che ruotano intorno alla storia dell’arte da lunedì 21 dicembre alle 21.10 torna su Sky Arte con una nuova edizione le Muse Inquietanti, il programma condotto da Carlo Lucarelli che ha cambiato il modo di raccontare l’arte in tv.


Dall’oscuro suicidio di Borromini al parricidio compiuto dal visionario Richard Dadd, dall’incredibile storia delle teste di Modigliani al perverso rapporto tra Salvador Dalì e la sua musa Gala, dal misterioso assassinio di Johann Winckelmann allo stupro di Artemisia Gentileschi. Dieci nuove puntate condotte da Carlo Lucarelli che come un detective si metterà sulle tracce dei misteri irrisolti della storia dell’arte, rivelando al pubblico, con uno stile inconfondibile tra divulgazione e suspense, gli inquietanti retroscena e i segreti mai confessati che si celano dietro alle vite di celebri artisti e dei loro grandi capolavori.

Muse Inquietanti su Sky Arte riparte da lunedì 21 dicembre con Il Furto della Gioconda, una puntata che ricostruisce la clamorosa scomparsa del capolavoro di Leonardo dal museo del Louvre per mano di un insospettabile italiano mosso da ideali romantici e patriottici; si prosegue lunedì 28 dicembre con Pratica 799: Caravaggio e La Mafia, il 4 gennaio con Artemisia Gentileschi, Una Donna Sola, l’11 gennaio con Modigliani, Una Storia Quasi Vera, il 18 gennaio con Gala Dalì. La Musa Inquietante, l’1 febbraio con Hans Holbein, Un Pittore Con La Testa, l’8 febbraio con Richard Dadd, Il Figlio di Osiride, il 15 febbraio con Francesco Griffo: L’Inventore del Corsivo, il 22 febbraio con Borromini e Il Suo Demone, per concludere il 29 febbraio con L’Omicidio di Winckelmann.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>