I Buongustai dell’Arte-Sicilia Barocca, 10 Giugno su Rai 5

di Redazione Commenta

Rai Cultura presenta I Buongustai dell’Arte-Sicilia Barocca, in onda mercoledì 10 giugno alle 21.15 su Rai 5: lo storico dell’arte e conduttore della Bbc Andrew Graham-Dixon e lo chef stellato Giorgio Locatelli, hanno in comune la passione per l’Italia, la sua cultura e le sue tradizioni; insieme, decidono di partire per esplorarla da un capo all’altro partendo dalla Sicilia e proseguendo lungo tutta la penisola fino alle Alpi, lungo strade poco battute e itinerari artistico-culinari meno noti.


Capolavori artistici nascosti in cappelle private, o in musei fuori mano, piccoli grandi tesori del nostro straordinario patrimonio culturale entrano nel racconto di Graham-Dixon per I Buongustai dell’Arte, che si arricchisce a ogni tappa delle scoperte dell’arte culinaria, che Locatelli sa tirare fuori da ogni angolo del Paese. Andrew e Giorgio si spingono verso il sud e le città e le tradizioni della Sicilia Barocca, eredità della dominazione spagnola dell’isola, che nell’arco di 500 anni ha influenzato profondamente l’arte, l’architettura e la cultura.

I nostri due viaggiatori hanno scelto il momento ideale per trarre il massimo da una visita in queste provincie siciliane: la Settimana Santa dà infatti loro modo di assistere a due splendide e coinvolgenti processioni, quella del Venerdì Santo nella città di Enna, dove uomini incappucciati sfilano portando sulle spalle le statue della Madonna e di Gesù, e quella della domenica di Pasqua a Modica, per la processione della Madonna Vasa Vasa, durante la quale una statua della Madonna viene portata a braccia alla ricerca del figlio in mezzo alla folla dei devoti. Proprio durante l’occupazione spagnola Caravaggio fuggì in Sicilia da Roma: un rapido tour riporta i nostri allora a Messina, per ammirare uno dei capolavori del grande artista. Il viaggio si conclude a Marsala, dove Giuseppe Garibaldi è arrivato con i suoi mille soldati per unificare l’Italia, e dove Andrew ha modo di assaggiare il rinomato vino liquoroso che porta il nome della città.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>