Miss Italia, Fabrizio Frizzi: “Costume intero? Un modo per dare al concorso un timbro diverso”

di Redazione 1

Fabrizio Frizzi è pronto per presentare la nuova edizione di Miss Italia. Intervistato da Settimanale Nuovo, il conduttore non ha parlato solo del concorso di bellezza ma anche del ritorno della trasmissione Per tutta la vita e anche del Festival di Sanremo.

Fabrizio Frizzi è tornato sulla questione del costume intero, motivandone la scelta:

Dietro a questa scelta, c’è un grande lavoro, fatto da me, insieme a Patrizia Mirigliani, alla squadra degli autori Rai e alla costumista. E’ un modo per ridare al concorso un timbro diverso: le miss saranno femminili, eleganti, sensuali e si renderanno interessanti proprio perché, per spiccare, non avranno bisogno di mostrare qualche centimetro di pelle in più. Il costume intero è un modo per dire alle ragazze che non devono considerare questo concorso una scorciatoia per entrare nel mondo dello spettacolo e per mettersi in mostra, visto che le trasmissioni sono già piene di ragazze in bikini. Bensì è una vera e propria scuola di vita dove ognuna di loro può mettersi in gioco per realizzare i propri sogni.

Riguardo la partecipazione di Chiara Danese, una testimone delle serate di Arcore con Silvio Berlusconi, Frizzi ha dichiarato:

Questa ragazza ha passato le selezioni regionali ed è arrivata di diritto in finale. Ha voglia di mettersi alle spalle il passato e di ripartire. Quindi è giusto che ci sia e sarà trattata come tutte le altre.

Dopo Miss Italia, arriverà il turno di Per tutta la vita:

Abbiamo già iniziato a scegliere le coppie che parteciperanno al programma e torneremo a raccontare le storie di quelli che decidono di compiere un passo così importante per tutta la vita, in un momento di crisi economica.

Frizzi non esclude anche il sogno Sanremo:

Sono in lista d’attesa. Questa edizione è ormai chiusa con il ritorno di Fabio Fazio, subito dopo c’è Carlo Conti e poi spero che arrivi anche il mio turno.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

  1. Un timbro diverso… un timbro di nulla osta della censura Vaticana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>