Gianni Boncompagni: “Raffaella Carrà non tornerà in Rai”

di Redazione Commenta

Il regista Gianni Boncompagni, in procinto di compiere 80 anni, ha rilasciato un’intervista all’Ansa. Con la solita arguta ironia che lo contraddistingue, Boncompagni ha commentato la situazione televisiva attuale, non risparmiando frecciatine alla Rai. Il regista, inoltre, afferma di non credere ad un ritorno di Raffaella Carrà sulla tv di Stato.

Gianni Boncompagni sostiene di non credere più al potere della tv:

La tv è finita, superata, come il prefisso 06. E’ stata soppiantata da internet. Anche i giornali avranno grande difficoltà. Quello che leggi sui giornali l’hai gia’ visto online due-tre mesi prima.

Parlando della sua cara amica ed ex compagna storica Raffaella Carrà, Boncompagni esclude un suo ritorno in Rai e non risparmia qualche stoccata alla tv di Stato attuale:

Con Raffaella ci vediamo spesso. No (riguardo al ritorno della Carrà in Rai, ndr). La Rai ormai e’ occupata da extracomunitari. A viale Mazzini non ci sono piu’ i direttori, i funzionari: sono tutti extracomunitari, che accendono fuochi, mangiano salsicce. La Rai è un pò tagliata fuori. Non fanno più niente, non ci sono interlocutori. Molti non sanno leggere. Non puoi portare una proposta scritta, ma solo orale.

Il regista dedica un pensiero anche a Renzo Arbore, collega e amico da sempre:

E’ un uomo molto generoso, come pochi possono immaginare.

Infine, Boncompagni parla anche di attrici e showgirl che ha lanciato personalmente e che si sono affermate col passare degli anni come Ambra Angiolini, Claudia Gerini e Isabella Ferrari:

Sono tutte brave, carine e intelligenti, hanno tutte fatto carriera e non è un caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>