Beppe Fiorello: “Santoro pensa solo ai suoi interessi”

di Redazione Commenta

In una lunga intervista a Vanity Fair, Beppe Fiorello ha analizzato minuziosamente la situazione della Rai dal punto di vista dei contratti inerenti i programmi d’approfondimento politico:

Nello specifico, mi dispiace per la Gabanelli, che stimo perché lavora bene, per gli altri, e non si lamenta mai. Molto meno per Santoro, che pensa solo ai suoi interessi ed è anche lagnoso. Bisogna avere più rispetto per il pubblico. Deve averne chi gestisce la tv, ma anche chi la fa.

E a proposito di Rosario, il baby Fiorello ha rivelato di non aver mai sentito il peso della popolarità del fratello:

Mai sentita l’esigenza di prendere le distanze da lui. E’ un fratello straordinario a cui la mia famiglia deve tutto. Dopo la morte improvvisa di papà, a soli 58 anni, si è preso cura di tutti noi. Io sono diventato il pesciolino Nemo. Il pescecane ci ha mangiato papà, siamo rimasti soli. E io ho seguito Rosario come Nemo segue il padre dopo la morte della madre. Questo avrei voluto spiegare a tutti ai tempi del Karaoke. L’unica cosa che mi ha fatto davvero incazzare è stato quel pregiudizio paesano sul piccolo Beppe che copiava il grande Rosario. Non facevo il furbo, seguivo solo il mio nuovo papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>