Andrea Pirlo avrebbe perso la testa per Valentina Baldini, Michael Schumacher rischia lo stato vegetativo permanente, prima uscita pubblica per Raul Bova e Rocìo Munoz Morales, Stefano Accorsi e Bianca Vitali a piazza Farnese

di Antonio Ruggiero Commenta

Oggi in Gossip TiVù: Andrea Pirlo avrebbe perso la testa per Valentina Baldini e si prepara alla battaglia legale con la moglie, Michael Schumacher rischia lo stato vegetativo permanente, prima uscita pubblica per Raul Bova e Rocìo Munoz Morales alla prima di Tutta Colpa di Freud, Stefano Accorsi e Bianca Vitali a Piazza Farnese.

Andrea Pirlo ha deciso di lasciare la moglie Deborah Roversi, sposata nel 2001 e con la quale ha avuto due bambini, a causa di una donna che nella Torino che conta tutti conoscono, ovvero Valentina Baldini, ex fidanzata di Riccardo Grande Stevens, legale e amico della famiglia Agnelli e per il calciatore si prospetta una dura battaglia legale con Deborah. La Roversi si sarebbe affidata all’avvocato Annamaria Bernardini de Pace, la matrimonialista più agguerrita che c’è in Italia e forse proprio per questa ragione Andrea ha deciso di trascorrere l’ultimo Capodanno da solo a Courmayeur, proprio per evitare ulteriori danni.

Passiamo a Michael Schumacher, che dopo quattro settimane dall’incidente che l’ha visto protagonista è ancora in coma farmacologico e rischierebbe di rimanere in uno stato vegetativo permanente, secondo Jean-Marc Orgogozo, Professore Ordinario di Neurologia presso l’Università di Bordeaux: si spera in un miracolo.

In occasione della premiere dell’ultimo film di Paolo Genovese, Tutta colpa di Freud, Raul Bova e Rocìo Munoz Morales hanno fatto la loro prima apparizione ad un evento mondano affollato da moltissimi media insieme; concludiamo con Stefano Accorsi, che non ha alcun problema a posare al fianco della sua Bianca Vitali, con la quale è stato avvistato Piazza Farnese a Roma per ricevere l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere che gli è stata insignita dal Ministero della Cultura Francese: una storia che procede a gonfie vele dall’inizio di settembre e che sembra andare sempre meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>