Stasera e domani sera su Raiuno: K2, la montagna degli italiani.

di Valentina Petulla Commenta

Al Confine tra Pakistan e Cina la vetta del k2 è la seconda più alta del mondo dopo l’Everest. Gli assalti alla montagna erano già inziati durante i primi del 900, ma dopo  il 31 Luglio 1954  Il k2 venne infine chiamato  -La montagna degli italiani-. Raiuno ricorda le  gesta eroiche di quegli anni con una miserie in onda questa sera, K2 – La montagna d’Italia una  fiction della durata di due puntate targata Red Film, in coproduzione con l’austriaca Terra Film Group.

 La regia è stata affidata all’austriaco Robert Dornhelm, (”Spartaco-Il gladiatore” e “Guerra e pace”), il soggetto e la sceneggiatura sono di Alessandro Pondi, Paolo Logli, Mauro Graiani e Riccardo Irrera. La trama si snoda a partire dal Luglio del 1954: La spedizione composta da Walter Bonatti ( Marco Bocci Mario Puchoz  interpetato da Giorgio Lupano e altri otto alpinisti vuole scalare la montagna che nessuno prima di allora era mai riuscito a conquistare: il K2. A organizzare la spedizione è il professor Ardito Desio  ( Giuseppe Cederna ) che convince anche il primo ministro Alcide De Gasperi a finanziarla. Ma Puchoz muore durante la scalata. Poi, quando il sogno sta per diventare realtà, emergono i conflitti e le ambizioni tra gli scalatori. Solo in due riusciranno a piantare la bandiera in vetta. A sferrare l’ultimo attacco alla montagna  sono l’alpinista e guida valtellinese Compagnoni ( Massimo Poggio ) e Lacedelli ( Michele alhaique ) che chiedono a Bonatti e alla sua guida di procurargli due bombole di ossigeno per andare avanti. Il campo viene spostato a insaputa di Bonatti costringendolo a passare una notte al freddo; nonostante tutto Bonatti riesce a consegnare le bombole d’ossigeno, contribuendo al raggiungimento della vetta. Anche se a tutt’oggi non mancano le polemiche scoppiate allora  al ritorno dalla spedizione ( il cosidetto Caso K2, che partì dalle discrepanze fra la relazione ufficiale di Ardito Desio e quella raccontata dallo stesso Bonatti nella sua biografia )  è un piacere vedere una fiction che narra di  questa importante conquista. Nel cast ci sono anche Sandra Ceccarelli, Luca Fiamenghi, Valentina Corti e Marco Cocci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>