L’Intervento di Pif all’Università Cattolica di Milano

di Redazione Commenta

Il nostro staff lo aveva clamorosamente anticipato: Pif andrebbe promosso nelle scuole. Detto – fatto. Ovviamente intendo il modo di dire, non il programma flop di Caterina Balivo. Oggi l’ex iena Pif, accompagnato dal critico televisivo Aldo Grasso, è intervenuto all’Università Cattolica di Milano, realizzando una fantastica lezione sulla televisione moderna. Si è parlato, in particolare, della sua trasmissione “Il Testimone”, che ogni settimana affronta temi delicati.

Pif, il Testimone per eccellenza, ha conquistato gli studenti dell’Università Cattolica di Milano con una lezione sulla sua TV. Il volto di MTV, insieme al critico Aldo Grasso, ha raccontato ad oltre 400 ragazzi curiosi ed entusiasti come nascono le puntate de IL TESTIMONE, un programma che affronta argomenti seri con il sorriso, senza perdere l’occasione di graffiare e lasciare allo spettatore qualcosa su cui pensare.  Come quando parla di pizzo coinvolgendo i ragazzi in una digressione sull’importanza di tenere accesa l’attenzione su chi si ribella alla mafia, perché non c’è cosa più terribile per loro che quella di essere dimenticati. Un programma dove il  conduttore si fa complice delle sue ‘vittime’. Una sorta di  Zelig di  Woody Allen, scherza Aldo Grasso, capace di calarsi nei panni degli intervistati… siano i grandi chef della cucina italiana, i pellegrini in visita a San Giovanni Rotondo, i gay o i rapper più famosi della nostra scena.

 

Finalmente una trasmissione ben fatta ha il riconoscimento che merita. Il Testimone è la dimostrazione che a volte bastano pochi mezzi (una telecamera e un buon cervello) per realizzare una trasmissione valida. Spesso si spendono budget esorbitanti per poi realizzare programmi flop (Baila o Reality Circus vi dicono qualcosa? Li avrete certamente dimenticati, ormai staranno solo sulla coscienza di Barbara D’Urso).

Peccato che una trasmissione del genere debba essere rilegata ad una rete minore. Ma forse è meglio così: questa è la dimostrazione che senza tante pretese e politici ficcanaso, si possono ottenere ottimi risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>