Ermanno Olmi, celebrati ad Asiago i funerali

di Antonio Ruggiero Commenta

Si è spento ad 86 anni il grande regista Ermanno Olmi; i funerali si sono tenuti in forma strettamente privata ad Asiago ed il sindaco della città ha proclamato il lutto cittadino in memoria dell'artista

Si sono celebrati ad Asiago i funerali di Ermanno Olmi, regista autodidatta, pioniere nel campo del documentario, creatore di un linguaggio personale e fuori da ogni schema fin da opere come Il Tempo Si è Fermato, I Recuperanti e La Circostanza.

Sperimentatore incessante, che ha portato per la prima volta al cinema il dialetto come lingua, Ermanno Olmi ha caratterizzato il cinema inserendo i grandi miti della tradizione cristiana nei suoi film.

L’artista si è spento a 86 anni, dopo essere rimasto in ospedale per diversi giorni a causa della malattia che già ne aveva minato le condizioni di salute.

I funerali si sono svolti in forma strettamente privata, a cui erano state invitate poche decine di persone, mentre la salma di Olmi, secondo quanto riferito da alcuni amici, per sua espressa volontà è prossima alla cremazione, con le relative ceneri che saranno tumulate in un luogo tenuto privato ai media.

Ad Asiago, dove si è tenuta la funzione, il sindaco ha proclamato lutto cittadino e il Ministro della Cultura Dario Franceschini ha così commentato la dipartita dell’autore:

La scomparsa di Olmi priva la cultura italiana di un gigante, uno dei grandissimi maestri del cinema italiano. Intellettuale profondo che ha indagato e esplorato i misteri dell’uomo e raccontato, con la poesia che contraddistingue le sue opere, il rapporto tra uomo e natura, la dignità del lavoro, la spiritualità.

Rispondi