Il primo weekend di Giugno si contraddistingue per una curiosa particolarità: sarà che di Europeo c’è già troppo a livello calcistico, fatto sta che nelle sale non usciranno film europei, quindi nemmeno un film italiano.

Un altro fatto curioso è che dei 5 nuovi film in uscita 3 sono americani, ma gli altri due sono entrambi brasiliani. Fra tutti l’horror Chiamata senza risposta è quello che ha più possibilità di scalare le classifiche hai botteghini. Outsider il film delle Brats.

Vediamo insieme, in dettaglio, i titoli di questa settimana:


L’anno in cui i miei genitori andarono in vacanza (drammatico, diretto da Cao Hamburger, con Michel Joelsas, Germano Haiut, Paulo Autran, Daniela Piepszyk, Simone Spoladore): Siamo in Brasile, nel 1970.Mario è un ragazzino di 12 anni abbandonato dai genitori, attivisti politici, davanti alla casa del nonno, senza sapere che il nonno è già morto. Il ragazzino dovrà imparare a cavarsela da solo.Orso d’oro al Festival del cinema di Berlino. Vincitore di quattro ABC Cinematography Award.

Bratz (animazione/musical, diretto da Sean McNamara con Greg Ellis, Ogie Banks, Lacey Chabert, Kaley Cuoco, Olivia Hack, Wendie Malick, Tia Mowry, Jon Voight): quattro ragazze differenti tra loro, ma amanti della moda diventano amiche inseparabili e vanno contro al sistema scolastico. Cinque nomination ai Razzie Awards (i premi per i peggior film)

Chiamata senza risposta (thriller/horror, diretto da Eric Valette, con Edward Burns, Shannyn Sossamon, Azura Skye, Ana Claudia Talancón, Ray Wise): un gruppo di ragazzi riceve sul cellulare delle strane e inquietanti telefonate che, con la loro stessa voce, spiega quando e come moriranno. Esordio nel cinema americano alla regia per il francese Eric Valette.

Quando tutto cambia (commedia/romantico, diretto da Helen Hunt, con Helen Hunt, Bette Midler, Matthew Broderick, Colin Firth, Lynn Cohen): la vita tranquilla di April viene sconvolta improvvisamente da una serie di fatti che cambieranno il corso degli eventi. L’obiettivo? Ritrovare una stabilità. Vincitore di due premi internazionali uno all’Ashland Independent Film Festival e l’altro al Palm Springs International Film Festival

Tropa de Elite – Gli squadroni della morte (drammatico/azione, diretto da José Padilha, con Wagner Moura, Caio Junqueira, André Ramiro, Milhem Cortaz, Fernanda Machado): a Rio De Janeiro, nel 1997, il capitano della Squadra d’Elite, Nascimento, riceve il compito di pacificare il Morro du Turano e deve farlo mentre cerca il suo sostituto. Due giovani si distinguono dagli altri, entrambi capaci, con caratteristiche differenti e meritevoli del posto, ma solo uno può essere scelto. Vincitore di otto premi nazionali e Orso d’oro alla regia di José Padilha.

Commenti (1)

  1. Sinceramente nessuno di questi 5 film mi piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>