The Interview esce negli Usa in 300 sale, sfida alla Russia e agli hacker

di Fabiana Commenta

La Sony sfida la Russia e gli hacker: nonostante le polemiche dei giorni scorsi,The Interview, il controverso film satirico (per non dire demenziale) che racconta un fantasioso attentato al leader nordcoreano Kim Jong-un, è uscito dal 25 dicembre in 300 sale indipendenti americane.

 

Dal 24 dicembre inoltre era disponibile in streaming online attraverso Google Play, YouTube Movies, Microsoft’s Xbox. 

Il caso era cominciato quando qualche settimana fa la Sony aveva ricevuto delle minacce da un gruppo di hacker, secondo l’Fbi nordcoreani e aveva deciso di ritirare la pellicola dal mercato. Anche il presidente Obama aveva definito la scelta un errore la cancellazione delle proiezioni e alla fine la Sony, nonostante i nuovi attacchi hacker ai danni di Playstation e Xbox, ha deciso di fare marcia indietro. Presenti alla prima del film a Los Angeles anche Seth Rogen e James Franco, fra i protagonisti del film.

Il regime di Pyongyang aveva formalmente chiesto la messa al bando mondiale della pellicola e anche la Russia si era scagliata contro la pellicola.

È un film piuttosto pericoloso che giustifica ed incoraggia il terrorismo.

Si legge in una nota dell’ambasciata russa a cui non resta che rimanere a guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>