Cartoni animati story – 3 – Pollyanna

di Redazione 4

Vi ricordate quella bella bambina di otto anni vestita con pantaloni da idraulico, camicetta fuori moda e cappello da Sampei? Vi ricordate quella fastidiosa bambina che in tutte le situazioni sorrideva, quella per intenderci che se si rompeva il lavandino diceva:”E’ bellissimo ora abbiamo l’acqua in casa e possiamo far finta di essere in una palude”, se si rompeva la gamba diceva:”Che bello ora posso imparare ad usare le stampelle” e se si rompeva la stampella diceva:”Tanto ho voglia di giocare alla campana con una sola gamba”?

Perfetto. Oggi Cartoni animati story torna indietro per voi di poco più di vent’anni, per raccontarvi la storia di Pollyanna.

Ai Shōjo Pollyanna Monogatari, questo è il suo vero nome in giapponese, viene creato basandosi sui libri di Pollyanna e Pollyanna cresce di Eleonor H. Porter, sul manga di Kozo Kuzuha, e vede la luce nel lontano 1986 (in Italia arriverà un anno più tardi su Italia1 e Canale5).


La storia è presto detta: Pollyanna, che perde la madre quando è ancora molto piccola (4 anni), vive per altri quattro anni con il padre, il reverendo John. Con scadenza olimpica, anche il padre muore e lei viene affidata a Miss Polly la sorella minore della madre. Miss Polly è quella che per intenderci oggi definiremmo una signora acida o zitellaccia, perché smonta sul nascere ogni buona emozione della nipote (ne ha ben donde: vivete voi con una che ti si appiccica come zecca e che continua a chiederti il perché delle cose e si emoziona ogni secondo).

Col tempo però zia Polly si intenerisce, forse presa per sfinimento, e si scopre essere una dolce signora capace anche di relazionarsi con gli uomini, in particolare Mr Pendelton, un suo vicino di casa, anch’egli bisbetico e ostile, che per merito di Pollyanna diventa un galant’uomo capace pure di adottare un trovatello, Jimmy. Indovinate chi gliel’ha presentato?

Cosa mi ricordo di questo pezzo di storia di cartone animato? Intanto che era formato da 51 puntate e una sola serie (ringraziando il cielo), poi che non ho mai sopportato quella bambina e credo che non la sopportasse nessuno tranne il circolo bocciofilo della villa della zia (il giardiniere, la cameriera, il cocchiere) e il suo scoiattolo Pon Pon, che come minimo avrà avuto una crisi d’identità con quel nome. Non riuscivo a reggere tanta felicità nei momenti negativi: a tutto c’è un limite, tranne che al buonismo di Pollyanna.

Provo a spiegare meglio il mio disappunto: se per caso le si fosse suicidato lo scoitattolino (cosa che probabilmente avrà provato a fare nella puntata in cui fugge, ma che a noi non ci è dato di sapere), lei invece di disperarsi come una persona normale, avrebbe gioito piangendo (un sintomo di pazzia e schizofrenia) perché per lei Pon Pon non sarebbe morto, ma avrebbe raggiunto le anime di Elvis scoiattolo e tutto un harem di scoiattoline, in cielo.

Voi mi direte che Pollyanna aveva pure Jimmy come amico. E ci credo! Lei gli ha pure trovato un tetto dove vivere!

Concludendo: se da un lato il cartone animato regala grandi principi e 24 minuti a puntata di santità, dall’altro si può dire che è proprio questo aspetto che lo rende odioso. Odioso, ma cult, perché fra trovatelli, incidenti, disgrazie e morti, questa volta non c’è la Signora in giallo ad indagare, ma una smielatissima bambina che regala un sorriso a tutti. Che fortuna!

Che dite: la vorreste Pollyanna al Grande Fratello, visto che siamo in clima di vigilia GF?

Commenti (4)

  1. Pollyanna?
    Simpatica la bimba hamish!Aveva sempre una paresi alla bocca,aveva sempre una parola buona per tutti…la nuova Madre Teresa della tv!
    Il suo buonismo era da “vomito”,i suoi vestiti anche.
    Avrebbe fatto perdere la pazienza a chiunque, anche a Jesus.
    Riguardo Pollyanna al Grande Fratello, beh,innanzitutto il programma dovrebbe cambiare il nome da GF al Grande Flagello(visto la bimba rompiscatole), poi metterei li con lei personaggi del calibro di Charles Manson, Usama Bin Laden, James Bulger ed infine Totò Riina.
    Buona fortuna dolce-irascibile-logorroica Pollyanna!

  2. ragazzi ma da uno che si chiama Kozo Kuzuha che cosa ci si può aspettare d’altro???

  3. salve io sono una grande fan dei cartooni animati come pollyanna ,kimba il leone bianco etc! dove posso comprare questi dvd !io sono da malta !
    se qualcuno mi sa dare qualche informazione per favore mandatte su questo email “[email protected]
    grazie

  4. io vorei dire che non e vero che pollyanna faceva sckiffo e poi non puoi paragonare il gf con pollyanna io direi che tu non lo hai mai capito questo cartone. a me piaceva era uno dei cartoni animati preferiti quando ero piccola adesso e anche dei miei figli @ Gill:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>