Una voce per Padre Pio 2011 su Raiuno

di Diego Odello 1

Questa sera alle 21.20 su Raiuno andrà in onda, in diretta dalla Piazza S.S. Annunziata di Pietralcina, la dodicesima edizione di Una voce per Padre Pio, il varietà condotto da Massimo Giletti e Sonia Grey, ideato per ricordare, con testimonianze, filmati e dialoghi originali dell’epoca, la storia dell’uomo e del Santo, nonché i luoghi dove è nato ed è cresciuto.

Sul palco si alterneranno grandi nomi della musica e dello spettacolo: i Pooh (che regaleranno al pubblico il medley delle loro più belle canzoni), Nancy Brilli (che si esibirà nell’inedita veste di cantante), Loredana Errore, Amii Stewart (che canterà con i Pooh Uomini soli), Stergio Muniz, Manuela Aureli (che racconterà la storia di fede e di devozione di supo padre), Al Bano (che proporrà il successo sanremese Amanda è libera), Cecilia Gasdia, Anna Tatangelo, Silvia Bilotti, Mango, il coro di bambini africani Rithme e sons d’Afrique, ed Enzo Palumbo con la cantante ivoriana Jocelyne. Tutti saranno accompagnati dalla grande Orchestra “I suoni del Sud” diretta dal Maestro Alterisio Paoletti. I momenti di ballo saranno coreografati da Angelo Parisi ed eseguiti dal corpo di ballo Percorsi nel caos.

La serata coniugherà musica e spiritualità, così, oltre agli artisti sopracitati, prenderanno la parola anche personalità legate alla figura di Padre Pio, come Padre Casimiro Przydatek, che racconterà della reliquia del Santo di Pietralcina portata in Vaticano a Papa Giovanni Paolo II, ormai in fin di vita; Padre Marciano Morra, segretario generale dei gruppi di preghiera di Padre Pio, che ricorderà le tentazioni che dovette subire in vita il Santo; il professor Domenico Crupi, direttore generale della Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, che illustrerà l’importante attività medico-scientifica svolta dalla struttura a favore dei più bisognosi.

L’evento sarà abbinato alla raccolta fondi a favore di alcuni Paesi del Terzo Mondo che fanno parte del Progetto Africa 2011. Per partecipare si può donare 2 euro con un sms o con una chiamata da fisso al numero 45505 (telefonando si potrà offrire anche cinque euro). Fino a domani, inoltre, si potrà donare qualsiasi cifra tramite bonifico bancario (conto Banca Prossima, IBAN: IT25D03359 01600 100000019720).

Enzo Palumbo e Gianluca Guida spiegano:

Il progetto Africa 2011 prevede l’espansione dell’Ospedale Don Orione di Bombouaka in Togo; la realizzazione di una struttura multifunzionale di accoglienza pellegrini collocata ai piedi del Santuario “Madonna della Guardia” a Bonoua in Costa D’Avorio; la costruzione di una casa famiglia ad Abidjan in Costa D’Avorio in grado di ospitare 18/20 ragazzi orfani o malati di Aids che vivono in completo stato di abbandono; l’erogazione di Borse di Studio per permettere ai bambini e ai ragazzi di non abbandonare gli studi a causa delle condizioni economiche delle famiglie; il sostegno della Casa Famiglia a Yaou in Costa D’Avorio; e di un Fondo Cassa per Cure Mediche stanziato a copertura dei costi per il trasferimento in Italia dei bambini affetti da gravi patologie.

Commenti (1)

  1. Bellissima trasmissione,bellissimo colpo d’occhio,bellissima gente,bellissime iniziative,un solo difetto.il presentatore.quando come stasera,il sig.giletti si attiva per fare dichiarazioni come:”casa sollievo della sofferenza,il miglior ospedale,in una landa desolata come il sud”.non voglio essere incivile,e ineducato come lui,tantomeno polemizzare.la gente intelligente del sud,pero’,quella educata con la e maiuscola,quella sensibile come pochi altri popoli,quella che ospita i migranti laddove nessuno vuole riceverli,beh…!quella gente si sente offesa nel profondo e nei sentimenti.landa desolata sig.gilletti,sara’casa sua.glielo dico senza risentimento,ma le sue poco sensibili dichiarazioni d mostrano che in lei c’e’pochezza di nobilta’d’animo nonche’di buona educazione….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>