Tv7, Maria Luisa Busi: “Morderemo un po’ di più rispetto al passato”

di Redazione Commenta

Prima l’addio al Tg1 poi il flop in prima serata con il programma Articolo 3, Maria Luisa Busi si lascia alle spalle il passato e si appresta a diventare la conduttrice ad interim degli speciali del Tg1. La giornalista sarà al timone il venerdì in seconda serata con Tv7 e la domenica in seconda serata con Speciale Tg1. Ecco cosa racconta a Corriere Radio Tv:

Premetto che amo molto l’approfondimento, con i suoi linguaggi specifici. Per il resto non intendo inseguire a tutti i costi l’attualità, ma proveremo piuttosto a entrare nelle pieghe della realtà dando spazio alle tematiche che attanagliano l’Italia alle prese con la più grande crisi del Dopoguerra. Tra le nostre priorità ci sarà il tema del lavoro e guarderemo con grande attenzione a tutto ciò che riguarda il sociale, a cominciare dalle famiglie. L’obiettivo è di entrare in tutti quegli ambiti che vedono al centro la vita reale delle persone, quella che da anni è stata in parte oscurata. Siamo ovviamente pronti ad aprirci alla diretta in casi particolarmente rilevanti, come abbiamo già fatto per le dimissioni di Papa Benedetto e la morte di Chavez. Per il resto, come linea editoriale, cercheremo di mordere un po’ di più.

Tante sono le novità di Tv7 e Speciale Tg1, come racconta la Busi:

Le novità ci sono, a cominciare dalla sigla e dalle veste grafica. Oltre alla copertina, offriamo una contro copertina dove raccontiamo i due highlights della settimana. Ma soprattutto è cambiato il format, che adesso è più snello, con meno pezzi. Proponiamo al massimo cinque o sei servizi che possono durare anche quindici minuti e spaziamo dal racconto italiano all’occhio sul mondo per seguire la società che cambia, per entrare nell’università dei giovani e per raccontare la cultura. Ogni settimana, in chiusura, scegliamo una poesia raccontata per immagini: ultimamente Valerio Magrelli ci ha proposto un suo inedito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>