Che Tempo Che Fa, monologo Luciana Littizzetto 6 Novembre

di Maris Matteucci Commenta

Che Tempo Che Fa, ecco di cosa ha trattato il monologo di Luciana Littizzetto nella puntata andata in onda su Rai 3 domenica Novembre

Riflettori puntati sul monologo di Luciana Littizzetto nella puntata di Che Tempo Che Fa andata in onda domenica 6 Novembre. Ecco alcuni degli argomenti affrontati dalla Litti Nazionale che si presenta con tanto di occhiali da vista.

Sono vestita da pisello. Gramellini fa tutto, conduttore, giornalista, scrittore. Ora anche un film, manca solo l’enciclica del Papa. Paolini non ha la faccia di chi uccide gli orsi, così buono. Ce lo vedresti Sardella su una tonnara ad uccidere tonni con la fiocina?

Poi la comica commenta Radio Maria:

Quella radio che non scegli di sentire, quella che ha più ripetitori che campanili. Un prete ha detto che il sisma è la punizione per le unioni civili. Ma se penso che nostro Signore si metta a fare una cosa del genere divento seguace del paganesimo o di Harry Potter. L’hanno sopseso e detto che era un esterno. Ma Adinolfi ha una trasmissione lì, non escludo che il terremoto sia stato causato da lui caduto dal letto. Questa smania di guardare nelle mutande della gente. E ci si deve subire questi sciacalli, di parole come quelli veri che vanno nelle case dei terremotati. Ho preparato una letterina per gli sciacalli. Cari sciacalli siete delle merde…

Potete vedere il video di Lucianina direttamente qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>