La Rai taglia la Tv dei ragazzi: via Melevisione, Trebisonda, Gran Concerto e tutto il resto?

di Redazione 10

Da ottobre 2010 la televisione dei ragazzi non esisterà più nemmeno su Raitre: il salvagente.it rivela che il Consiglio di amministrazione della RAI ha deciso di togliere i programmi per bambini, per ottimizzare i costi. In altre parole: fuori Melevisione, Trebisonda, Tg dei ragazzi, cartoni animati durante il pomeriggio e programmi come Il videogiornale del Fantabosco, E’ domenica papà, Mamme in blog e Gran concerto nel weekend.

La capostruttura e coordinamento cartoni di Raitre Mussi Bollini ricorda:

L’esperienza dei programmi per l’infanzia di RaiTre è unica nel suo genere anche perché è quella che fornisce contenuti per i due canali digitali tematici della Rai: Raigulp e Raisatyoyo come le serie in cartoni animati e la Melevisione. Spero che l’azienda non dimentichi che l’esperienza e la professionalità di RaiTre-bambini, sia nelle figure degli autori che dei registi e dei redattori, è riconosciuto nel merito delle professionalità un punto di eccellenza della tv europea. Il fatto che esistono canali tematici per bambini, però, non vuol dire che i programmi per l’infanzia debbano sparire dalla tv generalista. L’esistenza di un canale tematico sullo sport non significa che i programmi di sport debbano essere cancellati dalle altre reti, così come l’esistenza di un canale all-news non spinge la Rai a eliminare i tg.

La dirigente Rai aggiunge:

Il mondo dell’infanzia in Italia non è considerato con il merito con cui dovrebbe essere valutato. Non è un caso se per la cultura dell’infanzia siamo gli ultimi al mondo. L’infanzia nel nostro paese è vissuta come problematicità e non come opportunità.

L’Italia non è un Paese per giovani.

Commenti (10)

  1. E’ davvero scandaloso, quella di raitre è una tv per ragazzi fatta bene, positiva e curata. Cosa si può fare perchè continui ad esistere?

  2. E’ semplicemente scandaloso. Rai tre è forse l’unico canale a trasmettere qualcosa di sano e genuino per i nostri figli. La melevisione, in particolare, grazie alle sue fatine, agli orchi e ai principi ci fa ancora sognare e dico ci perchè affascina anche noi adulti. Per ottimizzare i costi, perchè non tagliare l’isola dei famosi ? La sua utilità? Non ne abbiamo abbastanza di tv spazzatura?

  3. vi suggerisco di cercarmi in google ,

    :
    oppure :

    oppure :

    oppure :

    due giudici corrotti hanno preso la mazzetta e mi hanno rovinato la vita
    sono peggio di quelli in carcere >

  4. La metafora della fiaba ed i buoni sentimenti contenuti in essa come la lealtà, l’uguaglianza, la commozione la compassione e il rispetto per le diversità sviluppano il processo di adattamento alla società.
    La MELEVISIONE era tutto ciò con l’innesto di processi logici fantasia e creatività.
    Era considerato un programma “adatto” ai bambini ma credo che nel nostro paese più che ai bambini ed ai loro genitori sarebbe stato più opportuno destinarlo a certe persone che invece di promuovere il buon senso, l’arte di comunicare e la crescita ideologica comune, premiano esclusivamente il “vile danaro” nel nome di una concorrenza tra stili diversi di spazzatura e pattume televisivo.
    Spero un giorno di poterti rincontrare mia cara MELEVISIONE.
    Ti invio tanti cari saluti.
    Un bambino di 53 anni

  5. VORREI SALVARE MELEVISIONE ME MI PIACE ANZZI DI PIU
    MELEVISIONE è BELLO TUTTI BAMBINI PIANO TANTO
    IO PURE ERO PICCOLO MI PIACEVA TANTO
    CIAO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>