I Fatti Vostri, Giancarlo Magalli: “Adriana Volpe mi ha screditato”

di Redazione Commenta

In una recente intervista, Giancarlo Magalli parla della lite che ha avuto con la sua ex partner lavorativa Adriana Volpe e dei suoi progetti futuri

Giancarlo Magalli, storico conduttore de I Fatti Vostri, torna a parlare del litigio con Adriana Volpe e delle conseguenze di quel gesto e ci racconta anche della sua partner ideale e di un eventuale passaggio a Mediaset, subito dopo il salto.

I Fatti Vostri, intervista a Giancarlo Magalli

A proposito della lite con la Volpe, il conduttore ha rivelato:

Sono ancora vittima di certe voci messe in giro dalla Volpe ma tutte le donne che hanno lavorato con me possono tranquillamente testimoniare, anche se in molte l’hanno già fatto, quanto non sia misogino o prepotente sul lavoro. La pazienza ha un limite. L’ho persa dopo otto anni, non dopo otto settimane, ma oramai è una storia passata. Mi è dispiaciuto per Laura Forgia perché era una ragazza davvero in gamba, ma in parte la capisco: guadagnava poco e aveva altre ambizioni.

Magalli parla poi della sua partner lavorativa ideale:

Non nascondo che mi piacerebbe tornare a lavorare con Monica Leofreddi o con Roberta Lanfranchi. Anche Stefania Orlando, con la quale ho fatto una sola stagione de I fatti vostri, mi ha lasciato un bel ricordo e mi dispiace davvero tanto vederla solo nelle televendite. Non c’è nulla di male a farle, ci mancherebbe, ma lei è davvero molto brava e meriterebbe sicuramente qualcosa in più.

Infine, sulla possibilità di andare a lavorare a Mediaset, ha concluso:

Mediaset mi ha fatto delle avances garbate. Si trattava di un programma di quattro mesi con una compagnia simpatica e divertente. L’offerta, economicamente parlando, era molto vantaggiosa ma non prevedeva prime serate o un qualcosa di quotidiano, perciò per ora resto in Rai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>