Striscia la notizia, Massimo Donelli: “Uno degli asset d’informazione più originali e importanti del Paese”

di Diego Odello Commenta

Questa sera su Canale 5 andrà in onda l’ultima puntata della ventitreesima edizione di Striscia la notizia. Il tg satirico di Antonio Ricci da lunedì lascerà spazio alla versione estiva di Paperissima Sprint (con Giorgia Palmas, Vittorio Brumotti e il Gabibbo), per poi riprendere il proprio posto nella collocazione della rete ammiraglia Mediaset a partire da settembre.

Il direttore di Canale 5 Massimo Donelli non si esime dal fare i complimenti alla trasmissione, vero e proprio punto di forza della sua rete:

Con 222 puntate andate in onda a cavallo di due stagioni televisive, dal 20 settembre 2010 al 4 giugno 2011, Striscia la notizia ha confermato la leadership assoluta nell’access prime time, consolidando il patrimonio di credibilità che ne fa uno degli asset d’informazione più originali e importanti del Paese. Anche per questa 23esima edizione gli italiani hanno trovato in Striscia un alleato prezioso in cento diverse battaglie di civiltà combattute e vinte. Il tutto in una cornice di satira sempre divertente e con l’impeccabile contributo professionale dei cinque conduttori, ossia Ezio Greggio, Enzo Iacchetti, Michelle Hunziker, Salvo Ficarra e Valentino Picone.

Donelli, pur dimenticandosi di commentare la batosta che ha preso la sua rete da Raiuno nel periodo di garanzia primaverile, ringrazia Striscia la notizia per aver contribuito al primato (nelle 24 ore? Nell’access prime time?) sul target commerciale (fascia creata arbitrariamente da Mediaset):

A loro e al creatore di Striscia, Antonio Ricci, il grazie di tutti noi di Canale 5 per il fondamentale contributo che, ancora una volta, il programma ha dato alla rete nella conquista del primato sul target commerciale (15-64 anni), il target televisivo più pregiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>