Matrix, l’intervista a Giuseppe Civati

di Redazione Commenta

In questi giorni di promozione delle primarie del PD, Giuseppe Civati ha lamentato una certa indifferenza da parte della tv nei suoi confronti. Durante un comizio – per esempio – aveva letteralmente inventato una finta intervista di Fabio Fazio, che ha riscosso un enorme successo sul web. Ieri sera, finalmente, Matrix gli ha dedicato un’intera puntata.

Ecco qualche stralcio dell’intervista realizzata da Luca Telese:

Il primo episodio politico che ricordo è la morte di Enrico Berlinguer. Fui molto colpito da quella vicenda. E poi ricordo le elezioni in cui il Pci vinse per la prima volta e si affermò a livello nazionale.

 

Poi l’intervista si sposta sugli Anni 8o, riprendendo un famoso tormentone di Matteo Renzi, che ha fatto discutere a lungo i giornali:

Happy Days. Senza nessuna nostalgia per il chiodo di Fonzie, che qualcun altro, invece, ama tantissimo.

 

In conclusione, Telese chiede a Civati un parere sulle larghe intese tra Alfano e Letta. Il deputato del Pd risponde:

L’Alfetta era la macchina che aveva mio padre. Quella è l’unica cosa che mi piace. L’intesa Alfano-Letta vorrei che si sciogliesse e che si tornasse a fare la destra e la sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>