Debutta su Mediaset Premum ID – Investigation Discovery

di Antonio Ruggiero Commenta

Al via dal 24 ottobre su Mediaset Premium (canale 320) ID – Investigation Discovery, il canale dedicato al crimine in tutte le sue sfaccettature

Un nuovo grande brand targato Discovery debutta su Mediaset Premium: ID – Investigation Discovery arriva finalmente in Italia, il 24 ottobre, al canale 320 del digitale terrestre.

Una novità che andrà ad arricchire il pacchetto Serie & Doc dei clienti di Mediaset Premium con uno dei brand più famosi e riconoscibili al mondo.

Passioni, indagini e misteri: un palinsesto ricco di produzioni di qualità, dal ritmo incalzante e coinvolgente che attraverso ricostruzioni, approfondimenti, inchieste e indagini porta alla scoperta di ogni segreto del crime, uno dei generi più apprezzati dal pubblico.

Presente in 163 Paesi nel mondo, ID – Investigation Discovery è un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti dove è il canale via cavo con la crescita d’ascolto più alta e con il maggior tasso di permanenza tra le donne 25-54 anni.

Un vero e proprio pilastro del portfolio Discovery, grazie alla capacità di intrattenere, raccontare e stupire, con un linguaggio sempre moderno e accattivante.

ID – Investigation Discovery arriva in Italia con tante produzioni di successo tra cui spiccano True Crime – Storie di Omicidi, con la nota scrittrice e giornalista Aphrodite Jones alle prese con alcuni dei casi di omicidio più atroci del nostro tempo e Vite Segrete di Mogli (Im)perfette, la serie-docu che indaga sulle vicende di donne con intenzioni mortali, disposte a distruggere le loro vite apparentemente perfette pur di ostacolare la verità.

Tanta anche l’attenzione a tematiche sociali: nel palinsesto di ID – Investigation Discovery non mancheranno programmi su violenza contro le donne, bullismo, discriminazioni e altri fatti di cronaca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>