Agon Channel, Antonio Caprarica lascia dopo due settimane

di Redazione Commenta

Agon Channel ha mietuto già la sua prima vittima: dopo 15 giorni di programmazione della rete, l’ex storico inviato del Tg1 a Londra Antonio Capranica, che ha lasciato la tv pubblica per diventare Direttore delle news della tv di Francesco Becchetti, ha presentato le dimissioni.


Secondo e dichiarazioni all’agenzia Adn Kronos:

Mi sono dimesso per giusta causa, per la mancanza assoluta delle strutture e del personale minimi per mandare in onda e confezionare un Tg. Se questa è la tv del futuro, io non intendo starci.

Mi hanno promesso sul contratto una struttura rispondente agli standard internazionali e mi sono ritrovato a montare i servizi nei container, con una redazione di nove persone che doveva realizzare tutti i Tg, due ore di programma del mattino e un’ora di approfondimento serale. Più che la tv del futuro, è la tv delle repliche.

Antonio Caprarica, famoso per il suo rigoroso aplomb, non si è contenuto stavolta che in sue due settimane ha visto vanificare le sue aspettative entusiastiche di professionalità verso Agon Channel, che doveva rispecchiare i livelli di canali all news internazionali:

Alle mie proteste l’editore Becchetti ha risposto di ‘non credere in principio che chi lavora 12 ore al giorno debba necessariamente stare male’.

Il TG non ha uno studio, solo ‘virtuale’, non dispone di una sola troupe, e va chiuso e registrato (!!!) almeno un’ora e un quarto prima per essere trasmesso a Roma, e da lì mandato in onda spesso con notizie ormai superate. Gli unici materiali filmati sono quelli di agenzia o di youtube.

In più, gli scarsi redattori vengono costantemente ‘sequestrati’ dall’editore, a scapito delle news, per essere usati in ‘talent’ concepiti da un giorno all’altro a scopo di puro riempimento del palinsesto. Ho più volte rappresentato la situazione a Becchetti senza alcun risultato. In queste condizioni, la mia storia e dignità professionale, e soprattutto i doveri di onestà verso il pubblico, mi impongono di ritirare la mia firma e lasciare Agon Channel, riservandomi ogni azione a tutela della mia immagine.

Non possiamo che unirci all’amarezza di un professionista del calibro di Antonio Caprarica, se così stanno le cose, altro che livelli internazionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>