Melevisione, su RaiI Yoyo le nuove puntate | Edizione 2014

Arriva per la gioia dei più piccoli la nuova edizione della Melevisione: da lunedì 28 Aprile alle 16.15 su Rai Yoyo (Canale della Direzione Rai Ragazzi), la nuova serie di magiche storie, giochi e canzoni interamente prodotte nel Centro Rai di Torino, è sempre rivolta ai bambini con una narrazione semplice, di facile fruizione e che consentirà di valorizzare i contenuti televisivi ed interattivi del programma.

La Melevisione è tornata su Rai YoYo

Dal lunedì al venerdì alle 8.30, alle 11.30 e alle 17.00 su Rai YoYo (è cominciata ieri) va in onda La Melevisione, una produzione Rai YoYo di Bruno Tognolini, Janna Carioli, Martina Forti, Luisa Mattia, Lorenza Cingoli, Lucia Franchitti, Donatella Meazza per la Regia di Alfredo Franco.

E’ tornata finalmente la tv dei bambini ed il mondo della fiaba, e la nuova edizione del programma dedicato ai piccoli telespettatori ha come sempre protagonista il mondo del Fantabosco, un mondo immaginario nel quale il bambino guidato da il folletto Milo Cotogno, vive fiabe, ed avventure tutte in forma giocosa.

Milo è colui che fa da tramite tra i bambini e il mondo di Melevisione che in questa nuova edizione, ha potenziato la relazione con i bambini attraverso un rapporto dinamico tra storie in Tv e sito web.

Melevisione e tv dei ragazzi lasciano Raitre per il digitale terrestre

Mai data più inquietante per sancire la chiusura definitiva dellla tv dei ragazzi su Raitre. Dall’11 settembre, la terza rete pubblica terminerà le trasmissioni di Melevisione, Il videogiornale del Fantabosco e di E’ domenica papà. Confermati solamente il Gt Ragazzi e la terza edizione de Il Gran Concerto a partire dal 18 settembre. Mussi Bollini, capostruttura, responsabile dell’intrattenimento per il pubblico dei più piccoli del terzo canale di Stato, ha spiegato le motivazioni di una scelta così drastica a Tv Oggi:

Certo, un cambiamento così radicale non fa piacere a nessuno. Il dispiacere c’è: la tv dei ragazzi l’ho portata io su Raitre nel 1998. Però capisco la logica aziendale. La produzione costa e gli ascolti dei programmi per ragazzi negli ultimi anni sono diminuiti. In più, l’offerta dei canali satellitari e digitali rivolta ai ragazzi è cresciuta ed è considerata dalle famiglie più sicura, senza spot e brutte sorprese.

E anticipa la nuova collocazione della tv baby:

I programmi di Raitre passeranno sui canali digitali Rai Gulp e Rai Yoyo.

Ultima Ora: principio di incendio nel Fantabosco di Milo Cotogno, ancora salvo l’Albero Azzurro di Dodò

Sesto appuntamento del 2010 con le riflessioni di Riccardo Cresci, volto giovane, noto al pubblico di Sky Tg 24, riguardanti la televisione italiana. Oggi Riccardo commenta la decisione della Rai di chiudere i programmi per ragazzi in onda su Raitre (Se siete contrari unitevi al gruppo di Facebook Salviamo il Fantabosco dalla chiusura).

Eh no però! Tutto, ma il “Fantabosco” non si doveva toccare. Siamo arrivati ad agguantare anche lui.

Sta rimbalzando ovunque nel web, la notizia dell’eliminazione in ogni suo genere e forma, dei programmi per bambini. Questa volta la mannaia è caduta su Raitre. L’unica emittente capace di regalare ancora momenti di educazione e istruzione ai più piccoli, facendoli sognare ed affascinare ogni pomeriggio.

Niente, non riusciamo proprio a voler mantenere dei piccoli tesori all’interno della nostra tv generalista, bisogna fare pulizia, ormai con la scusa della crisi, si potrebbero tagliare anche i calzini colorati di Luca Giurato. Si taglia tutto, eliminiamo, ripuliamo anche l’inutile. Basta che risparmiamo qualche centesimo per mettersi la coscienza a posto. Non va bene così però. Non si può spegnere il pomeriggio di Raitre solo per motivi economici, i più piccoli hanno bisogno anche del relax e del divertimento della terza rete generalista.

La Rai taglia la Tv dei ragazzi: via Melevisione, Trebisonda, Gran Concerto e tutto il resto?

Da ottobre 2010 la televisione dei ragazzi non esisterà più nemmeno su Raitre: il salvagente.it rivela che il Consiglio di amministrazione della RAI ha deciso di togliere i programmi per bambini, per ottimizzare i costi. In altre parole: fuori Melevisione, Trebisonda, Tg dei ragazzi, cartoni animati durante il pomeriggio e programmi come Il videogiornale del Fantabosco, E’ domenica papà, Mamme in blog e Gran concerto nel weekend.

La capostruttura e coordinamento cartoni di Raitre Mussi Bollini ricorda:

L’esperienza dei programmi per l’infanzia di RaiTre è unica nel suo genere anche perché è quella che fornisce contenuti per i due canali digitali tematici della Rai: Raigulp e Raisatyoyo come le serie in cartoni animati e la Melevisione. Spero che l’azienda non dimentichi che l’esperienza e la professionalità di RaiTre-bambini, sia nelle figure degli autori che dei registi e dei redattori, è riconosciuto nel merito delle professionalità un punto di eccellenza della tv europea. Il fatto che esistono canali tematici per bambini, però, non vuol dire che i programmi per l’infanzia debbano sparire dalla tv generalista. L’esistenza di un canale tematico sullo sport non significa che i programmi di sport debbano essere cancellati dalle altre reti, così come l’esistenza di un canale all-news non spinge la Rai a eliminare i tg.

Categorie Rai

La Melevisione va in teatro con Il mistero delle fiabe rubate

Da oggi la Melevisione esce dalla tv e approda a teatro: il noto programma per bambini in onda ogni pomeriggio su Raitre, celebra dieci anni con uno spettacolo teatrale, intitolato Il mistero delle Fiabe Rubate, che sarà in tour in tutta Italia, partendo dal teatro Brancaccio.

Nello spettacolo, gli abitanti del Fantabosco, siccome sono scomparsi alcuni oggetti magici delle fiabe, vengono misteriosamente coinvolti in missione speciale a Città Laggiù in veste di salva fiabe: Milo Cotogno (Lorenzo Branchetti) e Fata Lina (Paola D’Arienzo) devono trovare i malfattori che hanno messo in subbuglio le più belle fiabe dei bambini, come la bacchetta magica della fata, lo specchi della strega, gli stivali delle sette leghe, il fuso della Bella Addormentata e la mela avvelenata di Biancaneve, e riportare la situazione alla normalità. Nello cast ci sono anche Zahira Berrezouga (Strega Varana), Guido Ruffa (Lupo Lucio) e Riccardo Forte (Vermio Malgozzo).

Soddisfatto il direttore di Raitre Paolo Ruffini, che dello spettacolo prodotto da Premiere Pruzioni, su licenza di RaiTrade, dice:

Trebisonda Melevisione, l’undicesima stagione della tv dei bambini su Raitre

Torna su Raitre il programma per bambini Melevisione, andato in onda per la prima volta nel 1999 e giunto alla sua undicesima edizione: il programma, in onda dal lunedì al venerdì a partire dalle 15.15 con 130 nuove puntate, è incentrato sulle avventure di personaggi fiabeschi tra i quali vi soni folletti, principi, streghe.

Melevisione si rivolge in particolare alla fascia di bambini delle scuole elementari, dai quattro fino ai dieci anni circa: da due anni a questa parte si svolge all’interno del contenitore pomeridiano Rai Trebisonda, la tv dei ragazzi. La forza motrice della trasmissione sta nell’aver fondato un mondo vero e proprio: il Fantabosco, all’interno del quale si muovono i diversi personaggi,

Gli attori principali che ogni giorno danno vita alle storie magiche della Melevisione sono Milo Cotogno (Lorenzo Branchetti) è il folletto aggiusta guai filo conduttore della fiaba quotidiana, Lupo Lucio (Guido Ruffa), che cerca sempre un modo per disturbare e fare scherzi agli abitanti del fantabosco, Re Quercia (Diego Casale) è il sovrano del Fantabosco, Principessa Odessa (Carlotta Jossetti) figlia del re, Fata Lina (Paola D’Arienzo) è la fata buona del Fantabosco, Principe Giglio (Enrico Dusio) fidanzato di Odessa, Orco Manno (Diego Casalis) e sua moglie Orchessa Orchidea (Barbara Abbondanza), Strega Varana (Zahira Berrezouga) il personaggio cattivo del Fantabosco e Cuoco Basilio (Lando Francini) che cucina deliziosi manicaretti per tutti.

La Rai al salone del libro: i programmi che dedicherà da domani alla manifestazione

Ancuni programmi della Rai da domani, giovedì 14 maggio, fino a lunedì 18, ci dararanno appuntamento dalla Fiera Internazionale del Libro di Torino 2009.

Durante i giorni della Fiera, mamma Rai ha deciso di essere protagonista dell’evento (che vede attorno a sé, convegni, dibattiti, anteprime dei libri, scrittori, giornalisti e molte altri personaggi), grazie allo stand di 600 metri quadrati con due palchi, uno con videowall per fare le dirette Rai e produzione Rai Eri e l’altro per le trasmissioni radiofoniche.

Raidue venerdì 15 maggio alle 18, assieme a Roberto Giacobbo conduttore del programma Voyager, presenterà il libro 2012: La fine del mondo?, inoltre Giacobbo e lo staff di Voyager risponderà alle domande dei ragazzi nella trasmissione Ragazzi c’è Voyager. Il Tg2 aprirà dei collegamenti con la Fiera a Tg2Punto.it e domenica 17 Quelli che il calcio … si collegheranno con la Fiera del Libro.

La Melevisione compie 10 anni e torna da lunedì su Raitre

Il programma per bambini Melevisione, compie dieci anni di vita e da lunedì torna su Raitre a tenere compagnia ai bambini all’interno di Trebisonda.

Dal 9 febbraio alle 16.30 partono le nuove e divertentissime avventure di Fata Lina (Paola D’Arienzo), Strega Varana, Milo Cotogno (Lorenzo Branchetti), Lupo Lucio (Guido Ruffa), Principessa Odessa (Carlotta Jossetti) e Orco Manno.

Nella nuova edizione, la capricciosa Principessa Odessa del fantabosco, dovrà sostituire e sostenere il regno di Re Quercia (partito per un’importantissima missione), cercando di portare a termine i propri compiti e le nuove responsabilità.

I racconti del giardino di corallo da domani pomeriggio su Raitre

Iniziano da domani, lunedì 5 gennaio, alle ore 15.15 su Raitre, I Racconti del Giardino di Corallo, la docu fiction di cinque puntate (prodotto dalla Scuba Film ed Ethnos), all’interno del contenitore di Trebisonda, che farà conoscere a tutti i ragazzi il mondo sottomarino, gli sport d’acqua, le bellezze del mare ed i suoi segreti, grazie alle fantastiche avventure di un gruppo di ragazzini.

L’idea del documentario è di Mussi Bollini, scritta da Maria Teresa Guerra e Marco Goracci, con la regia di Enzo Incontro a alla presenza nel docu di Paola D’Arienzo, fata Lina di Melevisione.

Tutti pazzi per amore, Marina Rocco e Luca Angeletti sono Stefania e Giulio

Torniamo a parlare di Tutti pazzi per amore, dopo avervi descritto Emanuele (Marco Brenno), Nina (Laura Calgani) e Cristina (Nicole Murgia), i più giovani protagonisti della serie, per raccontarvi altri due interpreti della fiction di Raiuno: Marina Rocco e Luca Angeletti, rispettivamente Stefania Del Fiore, la sorella di Laura (Stefania Rocca), una hostess capricciosa ed egoista, il suo fidanzato zerbino Giulio Piersanti, ragazzo intelligente e disponibile, ma troppo innamorato della sua donna, da non riuscire (almeno inizialmente) ad opporsi ad ogni richiesta.

Marina Rocco è un’attrice ventinovenne, che vanta dieci anni di esperienza televisiva: la ragazza ha recitato in Due per tre, Centovetrine (nel ruolo di Salima), Per amore, Ugo, Cotti e mangiati, Rex e Il commissario De Luca ed ha accompagnato i più giovani nel mondo magico della Melevisione di Raitre, ricoprendo i panni di Nina Corteccia.

Trebisonda torna su Raitre con due volti nuovi

Trebisonda, lo spazio di Raitre dedicato ai ragazzi e ai bambini, è tornato ieri pomeriggio alle 15.15 con molte novità: la terza edizione del programma è condotta da due volti nuovi Isabella Arrigoni, già apparsa su Disney Channel, e Manolo Martini.

I due giovani conduttori intratterranno i bambini e i ragazzi per quasi tutta la prima parte del pomeriggio di Raitre.Insieme a loro ci saranno Elena Castagnoli e Stefano Simmaco, confermati dopo il buon lavoro fatto lo scorso anno.

All’ interno di Trebisonda c’è anche spazio per l’informazione con il Gt ragazzi, ormai classico appuntamento del pomeriggio di Raitre, che cerca di attirare i giovani nel mondo dell’informazione attraverso un linguaggio semplice e coinvolgente.