Squadra Antimafia 3: nel cast Gianmarco Tognazzi, Giuseppe Zeno e Luigi Maria Burruano. Novità per Non smettere di sognare e Provaci ancora prof 4

A fine luglio, quando cominceranno le riprese della terza stagione di Squadra Antimafia Palermo Oggi, ci saranno almeno tre nuovi attori sul set.

Cinemotore riporta i nomi dei tre nuovi protagonisti, dei quali non si conosce ancora il ruolo. Loro sono Gianmarco Tognazzi (già visto ne Il bene e il male), Giuseppe Zeno (il magistrato Sante Fortebracci de L’onore e il rispetto) e Luigi Maria Burruano (attore tra l’altro de La Piovra 8, Paolo Borsellino, Il giudice Mastrangelo e L’onore e il rispetto).

Io e mio figlio-Il commissario Vivaldi, riassunto sesta puntata

Ieri sera è andata in onda l’ultima puntata di  Io e mio figlio – Nuove storie per il Commissario Vivaldi. Il commissario Vivaldi (Lando Buzzanca) raggiunge Salvatore (Luigi Maria Burruano). Riceve una telefonata dal figlio Stefano (Giovanni Scifoni), che lo esorta ad andare da lui, dove attenderlo c’è anche Yuri (Paolo Romio).

L’assistente universitario spiega di essere in pensiero per Eva (Elena Bouryka) e dà al commissario la soluzione della terza equazione. Il magistrato Flavia Conti (Daniela Poggi), decide di togliere l’indagine a Saverio Stucchi (Sergio Sivori) e di affidarla nuovamente a Vivaldi.

Io e mio figlio-Il commissario Vivaldi, riassunto terza puntata

Ieri sera è andata in onda la terza puntata di Io e mio figlio-Il commissario Vivaldi. Viene ritrovato un cadavere. Si pensa che si possa trattare di Irene Ferrer e viene fatto l’esame del DNA per togliere ogni dubbio. Il commissario Vivaldi (Lando Buzzanca) indaga su un caso di omicidio. E’ stato assassinato il proprietario di un autosalone (Moreno Testori).

Vivaldi, insieme al magistrato Flavia Conti (Daniela Poggi), assiste all’interrogatorio fatto da Saverio Stucchi (Sergio Sivori) del suo grande amico Salvatore. L’uomo dice di non avere un alibi per la sera dell’omicidio del professore Sangermano, ed ammette (riferendosi al caso di Irene Ferrer) di non essere più sicuro che ad aver sequestrato Irene sia stato Guido Manes (che poi si è suicidato).

Io e mio figlio – Il commissario Vivaldi, riassunto seconda puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata  di Io e mio figlio-Nuove storie per il commissario Vivaldi. Il commissario Vivaldi (Lando Buzzanca) indaga su 4 rapinatori che hanno assalito un furgone ed hanno ferito gravemente un vigilante il cui nome è Di Leo. Stefano (Giovanni Scifoni) ha un litigio con il proprio compagno  Damien Crescenzi (Giuseppe Schisano), di cui non condivide lo stile di vita. Decide cosi di andare di dormire dal padre.

Il commissario spiega al figlio i motivi per cui si è lasciato con la madre Laura (Caterina Vertova). L’uomo si rende conto di essersi accorto troppo tardi delle esigenze dell’ex moglie, ma che adesso che sta provando a rimediare ai propri errori, per lei non è mai abbastanza. Stefano decide cosi di ritornare dal proprio compagno e di far pace con lui.

Io e mio figlio – Il commissario Vivaldi, riassunto prima puntata

Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Io e mio figlio-Nuove storie per il commissario Vivaldi. Un piccolo spacciatore è entrato nella casa dell’ex compagna ed ha preso in ostaggio la baby sitter. La polizia è allertata ed arriva il commissario Vivaldi (Lando Buzzanca) in persona ad occuparsi della situazione.

Vivaldi entra in casa per sostituirsi all’ostaggio e dopo aver liberato la baby sitter,  approfittando della distrazione del rapinatore, lo disarma e l’arresta. Stefano (Giovanni Scifoni) si lamenta con il padre Vivaldi per non avergli permesso di intervenire per fermare il rapitore. Tra i due, il rapporto non sembra essere dei migliori.

Io e mio figlio – Nuove storie per il Commissario Vivaldi su Raiuno

Da questa sera su Raiuno comincia Io e mio figlio – Nuove storie per il Commissario Vivaldi, la serie tv in sei puntate, che mescola il poliziesco e il giallo con la commedia pura, interpretato da Lando Buzzanca, Caterina Vertova, Giovanni Scifoni, Sergio Sivori, Giuseppe Schisano, Morgana Forcella, Alessandra Celi, Ornella Bonaccorsi, Renato Marotta, Luigi Maria Burruano e Daniela Poggi.

La fiction ambientata a Trieste, prodotta da Rai Fiction, e realizzata da Sergio Giussani e Giorgio Schöttler per Artisacha Produzioni Cinematografiche, racconta la vita lavorativa e affettiva dell’istintivo Commissario Federico Vivaldi (Buzzanca), uomo innamorato della sua ex moglie Laura (Vertova) e quella, molto spesso corrispondente, del suo figlio omosessuale Stefano, poliziotto razionale e attento ad ogni particolare.

In ogni puntata padre e figlio dovranno risolvere casi scottanti legati all’attualità come il traffico delle prostitute dell’est, l’eutanasia o le truffe alle assicurazioni. La linea narrativa che fa da filo conduttore a tutte le puntate della serie, invece, riguarda la morte improvvisa e misteriosa del professore Sangermano, ordinario di Fisica teorica all’Università di Trieste, che porta alla riapertura del vecchio caso di rapimento, già risolto e chiuso, della giovane Irene Ferrer.

L’onore e il rispetto, ogni lunedì su Rete 4 in replica

Ogni lunedì sera alle 21.10 su Rete4 vanno in onda le repliche della prima serie de L’Onore ed il rispetto, fiction composta da sei puntate della durata di circa 100 minuti ciascuna. La seconda stagione, attesissima da quanti hanno seguito la prima, andrà in onda sul palinsesto autunnale di Mediaset.

La serie, che è diretta dal regista Salvatore Sampieri e scritta da Teodosio Losito, ambientata nella Sicilia rurale del 1956, racconta le vicende della famiglia Fortebracci e della sua voglia di riscatto. In particolare dopo la morte del patriarca Rocco, la famiglia Fortebracci decide di partire alla volta del nord, dopo aver venduto tutte le sue terre, sperando in tal modo di migliorare le proprie condizioni di vita e di assicurare un futuro ai due figli.

La famiglia, composta da padre Pasquale (Gerardo Amato) e dalla moglie Ersilia (Virna Lisi) e dai due figli Tonio (Gabriel Garko) e Santi (Giuseppe Zeno) giunge a Torino dove intraprende l’attività di vendita di elettrodomestici. Ma le difficoltà per la famiglia non sono finite: Tonio in particolare diventerà un teppista di quartiere ed i destini dei due fratelli si divideranno. Non mancheranno ovviamente storie d’amore intrecciate alle vicende della famiglia.