Lo stalker della Leofreddi

Monica Leofreddi, la popolare conduttrice della prima edizione de L’Italia sul Due, può tirare un sospiro di sollievo: il suo persecutore, il principe Goffredo Imperiali di Francavilla discendente della famiglia di principi, ieri è stato rinviato a giudizio con l’accusa di stalking.

Milo Infante: “Non penso di avere le condizioni psicologiche necessarie per condurre L’Italia sul 2”

Il clima che si respira dietro le quinte dell’Italia sul 2 è tutt’altro che sereno; la tensione si taglia a fette e tra Lorena Bianchetti, Milo Infante e gli autori c’è la calma e la tranquillità presente in due schieramenti opposti prima di una feroce battaglia. A parlare di quello che sta accadendo all’interno del contenitore pomeridiano di Rai 2 ci ha pensato lo storico conduttore, il quale – da qualche settimana a questa parte – ha fatto presente che nella sua trasmissione le cose non stanno filando liscio come l’olio rispetto alle passate edizioni. Infante ha rilasciato un’intervista al Giornale in cui spiega il motivo del suo malcontento che, come ormai tutti sanno, riguarda il trattare di argomenti che non gli competono:

L’Italia sul 2: Milo Infante lascia?

UPDATE via Facebook

Come riporta Leggo, Milo Infante sarebbe intenzionato a lasciare la conduzione de L’Italia sul 2. Nella lettera, redatta dall’avvocato milanese Mario Fezzi ed inviata al dg Lorenza Lei, il giornalista lamenta di non poter partecipare alle riunioni, non puo’ conoscere la scaletta del programma, nè parlare di cronaca e politica e nemmeno invitare ospiti diversi dai soliti, indicati dal vicedirettore di rete Roberto Milone.

L’Italia sul 2, Massimo Bernardini “castiga” l’Infante orfano della cronaca nera

Che furboni, i nostri amici de L’Italia sul 2. Di fronte agli ascolti non proprio eccelsi dei primi tre giorni di programma (che oscillano tra il 6 e l’8 per cento), sfoderano una carta vincente (in chiave soft) nel vano tentativo di delimitare la sottile linea tra il diritto all’informazione e l’eccessiva morbosità sui fatti di cronaca nera che tanto appassionano milioni di italiani. Senza citare alcuna trasmissione concorrente (giusto per non farsi nuovi nemici), Milo Infante tenta di analizzare i motivi che spingono il pubblico a seguire, sempre più spesso, trasmissioni dedicate ai casi giudiziari.

L’Italia sul 2, Monica Leoffredi e Milo Infante all’insegna dell’amarcord

A cinque anni di distanza dalla sua ultima conduzione in casa Rai, Monica Leofreddi ritorna sul luogo del delitto (i nuovi studi di Via Mecenate a Milano da dove va in onda la nuova stagione de L’Italia sul 2) più raggiante e solare che mai (il pancione le dona parecchio) per raccontare il suo presente da genitore, che si è volutamente allontonata dal piccolo schermo per dedicarsi, a tempo pieno, alle gioie della maternità. La conduttrice riabbraccia idealmente Milo Infante, che si improvvisa intervistatore poco super partes per recuperare dallo scrigno segreto aneddoti della loro amicizia, sopravvissuta ad anni di lontananza dalla tv.

L’Italia sul 2: quanto resisterà l’austera coppia Infante – Bianchetti senza cronaca nera?

Raggianti e uniti più che mai, Milo Infante e Lorena Bianchetti, ritrovati traghettatori del pomeriggio di Raidue, hanno inaugurato la nuova formula de L’Italia sul 2. La scelta mirata di una scaletta pressochè monotematica (nel vano tentativo di cucire un filo conduttore che unisca le varie storie) annoia senza possibilità di recupero in extremis. Il clima d’austerità (quasi pietistica) che si respira in studio rischia di farci rimpiangere l’analisi delle varie dinamiche legate ai casi di cronaca nera che, lo scorso anno, hanno dato del filo da torcere a Se… a casa di Paola della Perego. Il desiderio del giornalista (apparso visibilmente imbarazzato nel confrontarsi con temi più frivoli come le corna di un marito con una ragazza più giovane) di occuparsi nuovamente dei gialli irrisolti che tanto appassionano l’opinione pubblica sulla falsariga di Quarto Grado, potrebbe trovare terreno fertile già nelle prossime settimane, se la nuova formula (via gossip e casi giudiziari) risultasse poco gradita ai telespettatori.

Raidue, Pasquale D’Alessandro: “Sto ragionando con Sandro Ruotolo su un nuovo programma seriale di reportage di seconda serata”

Il direttore di Raidue, Pasquale D’Alessandro, ha annunciato all’Ansa, le novità in palinsesto per la prossima stagione televisiva. Innanzitutto, l’avvicendamento di Victoria Cabello a Quelli che… il calcio a partire da domenica 18 settembre con il ritorno alla regia di Paolo Beldì (”un omaggio alla tradizione”) e gli inviati negli stadi “non saranno solo vip, ma anche personaggi non noti”. Se al posto di Annozero il giovedì sera ci sarà Criminal Minds, il secondo canale non avrà più il talk show in prime time:

Milo Infante a Cinetivu: “Caterina Balivo? Non ho mai incontrato una persona così diversa da me”

Milo Infante, conduttore da cinque anni del pomeriggio di Raidue, ha deciso di raccontarsi su Cinetivu. Abbiamo avuto modo di parlare del nuovo programma Pomeriggio sul 2 con Caterina Balivo, della politica in tv, dei chachet milionari e dei pregi e difetti della tv di oggi. Buona lettura…

Tutti ti conosciamo come un giornalista a tratti professionale e a tratti simpatico. Ma chi è Milo Infante nella vita privata?

Esattamente quello che si vede in studio. Non ho un modo di essere unico: so essere molto serio, molto esigente (anche con gli affetti familiari quando serve), al contempo mi piace molto giocare con mio figlio che ha due anni. Contrariamente ad altri colleghi che vedo di cui noto questa doppia personalità: si accende la telecamera e contemporaneamente si accende il personaggio. Io nel bene o nel male, sono esattamente come sembro.

Come è una tua giornata lavorativa tipo?

Quella personale inizia presto visto che ho un bimbo piccolo, quella professionale la inizio alle 9 con la lettura dei quotidiani, con l’analisi di quello che è accaduto e via via con la preparazione della puntata. Il tutto culmina alle 14 con la diretta e si conclude alle 18 con le riunioni post trasmissione. Non è che sia proprio finita, perché poi arrivi a casa e iniziano le telefonate: ospiti che saltano, aggiornamenti.. E’ un bell’impegno anche se magari non sembra.

La giostra sul 2 su Rai2

Valerio Merola torna ufficialmente in tv nelle vesti di conduttore. Il presentatore romano, infatti, sarà al timone de La giostra sul 2, di cui la partenza è già stata annunciata diverse volte con un altro titolo, Restate sul 2, esattamente da domani 8 agosto fino al 5 settembre, escluso il sabato, dalle ore 11:30 alle ore 13 su Rai2.

Il nuovo contenitore mattutino estivo vedrà come partner del Merolone, un’inedita quanto particolare partner: il polpo Miranda, presentata come cugina dell’ormai super-inflazionato polpo Paul, che suggerirà, al conduttore, gli argomenti da affrontare nella parte dedicata al talk-show.

Valerio Merola, ovviamente, non nasconde la soddisfazione e la felicità per questo suo ritorno nel ruolo di presentatore, dopo un ritorno in sordina in tv, prima come naufrago nell’Isola dei Famosi e poi come opinionista nei vari salotti televisivi:

Io nasco conduttore. Non cantante-conduttore o principe-conduttore. Ho fatto gavetta, ho 25 anni di carriera, mi considero tra i primi cinque conduttori italiani. Lasciamo stare i mostri sacri: Baudo, Carrà, Mike, Vianello, alcuni poi non ci sono più. Nella mia categoria metto Conti, Frizzi, Scotti, quelli lì… Sono uno che crede al professionismo. Non ho mai fatto il Grande Fratello. L’isola sì, quando ancora si poteva chiamare ‘dei famosi’. Oggi è disdicevole fare passare per vip certi personaggi come il cuoco. Io avevo una storia. E l’Isola fu un modo per rientrare in Italia dopo quattro anni di sparizione.

Lorena Bianchetti a L’italia sul 2 sostituisce Francesca Senette

E’ ufficiale Lorena Bianchetti sostituirà Francesca Senette a L’Italia sul 2, il programma pomeridiano che partirà su Raidue il prossimo 21 settembre: la voce, che girava prepotentemente nei giorni scorsi, è stata confermata da Massimo Liofredi in occasione della presentazione della terza stagione de L’ispettore Coliandro. Dice il neo direttore di Raidue:

Non potevo ne’ smentire ne’ confermare perché dovevo ancora parlare con gli interessati. Il pomeriggio di RaiDue partirà dopo il Tg2 con un approfondimento politico-economico che verrà condotto da Monica Setta per permettere poi all”Italia sul 2′, condotto da Lorena Bianchetti insieme a Milo Infante, di trattare temi più leggeri.

Francesca Senette ha commentato così la notizia:

Solo stamattina (ieri N.D.R) il direttore mi ha confermato le notizie uscite negli ultimi giorni sui giornali, ovvero la mia sospensione dalla conduzione di “Italia sul Due”: sono molto dispiaciuta e amareggiata per le modalità seguite. Lavorare ad un progetto fino a due settimane prima della messa in onda e trovarsi a mani vuote in pochi minuti, senza un minimo di preavviso e neppure chiare motivazioni, credo non piaccia a nessuno. Rimango a disposizione dell’azienda in forza del contratto biennale che mi lega alla Rai

Palinsesti Rai: si prepara l’autunno 2008

Ancora non si è giunti alla stagione estiva, che già in Rai si pensa all’autunno, per riuscire a bissare i risultati ottenuti quest’anno.

I grandi esclusi della nuova stagione, che si conoscerà dettagliatamente a metà giugno, sono Giancarlo Magalli e Luca Giurato (che fa sapere di essere stato lui a volersi ritirare da Unomattina per rimettersi in gioco). Escludendo loro i tasselli iniziano ad andare ai loro posti.

Su Rai 1, certo il ritorno di Bonolis per il Festival di Sanremo 2009, probabile quello di Raffaella Carrà, il cambiamento inizia dal mattino: ad affiancare Eleonora Daniele alla conduzione di Unomattina ci sarà Michele Cucuzza, che lascia La vita in diretta, sostituito da Lamberto Sposini, e che guadagna uno spazio fisso da opinionista a Domenica In, che potrebbe essere condotta da Bonolis (anche se Confalonieri ribadisce la sua opposizione al passaggio del conduttore in Rai), ma che quasi sicuramente sarà presentato nella parte finale da Pippo Baudo.