Alberto Angela: “Temi scientifici? Io uso taglio da studioso, mio padre Piero da giornalista”

di Massimo Galanto Commenta

Alberto Angela è stato interpellato dal settimanale Telepiù per svelare il segreto della longevità e del successo dei programmi divulgativi come Ulisse (su Raitre) o Passaggio a Nord Ovest (Raiuno), da lui condotti, o Superquark (Raiuno), guidato dal padre Piero. Ecco la risposta:

Se di segreto vogliamo parlare, forse è quello di interessare i telespettatori e riuscire a rispondere nel modo più adeguato alla loro curiosità. La gente vuole viaggiare, scoprire, avere l’occasione di conoscere una pagina di storia e poi, magari, andarsi a cercare un libro per approfondire. La difficoltà è fare tutto questo con ascolti da prima serata.

Timori per la concorrenza dei sempre più numerosi canali tematici dedicati alla scienza?

E perché mai? Ben vengano tutte le occasioni di divulgazione scientifica seria. Ognuno la farà a suo modo, più siamo e meglio è. Serve al pubblico dei ragazzi per scoprire come funziona il mondo e a quello degli adulti per capire come cambia.

Alberto ha spesso lavorato al fianco del padre Piero; ma l’approccio dei due agli argomenti è assolutamente diverso:

Lui lo fa con un taglio giornalistico. Io, che nasco come paleoantropologo, lo faccio più da studioso. Perché, contrariamente a quello che si pensa, alla tv ci sono arrivato per caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>