leonardo.it

E’ morto Heath Ledger. Vi racconto chi era.

 
Diego Odello
23 gennaio 2008
5 commenti

Heath Ledger

E’ morto ieri a soli 28 anni, in circostanze ancora da accertare (si parla addirittura di suicidio) il giovane attore australiano Heathcliff Andrew Ledger, meglio conosciuto semplicemente come Heath Lodger.

Non voglio soffermarmi troppo sulla sua tragica morte e fare semplice gossip e speculazione sulla stessa, preferisco piuttosto provare a ricordare chi è stato per noi spettatori l’attore Ledger, tralasciando l’uomo e le semplici frasi di rito che gli si potrebbero affibbiare in questa circostanza per rendergli il dovuto omaggio.

La maggior parte del pubblico lo conosce per il ruolo di Ennis del Mar nel film di Ang Lee, I segreti di Brokeback Mountain, ma già dal 1999 con una parte nella commedia 10 cose che odio di te calca il palcoscenico più grande del mondo, quello cinematografico di Hollywood.


L’esordio di Heath nel mondo dello spettacolo è ancora più antico: a soli 13 anni partecipa ad alcune serie televisive dove riesce ad avere piccole parti, poi a soli 21 anni, dopo aver partecipato a Two Hands, oltre al sopracitato 10 cose che odio di te, vince il suo primo premio importante grazie all’ottima interpretazione a fianco di Mel Gibson ne Il Patriota (faceva la parte di Gabriel Martin, il figlio del protagonista), come miglior attore del futuro.

La carriera dell’australiano sembra ormai avviata: subito dopo infatti giunge il successo con il film Il destino di un cavaliere di Brian Helgeland, film ad alto budget, in cui lui è protagonista indiscusso.

Siamo nel 2001: quello che sembra essere un futuro garantito si trasforma in un grande punto interrogativo fatto di scelte sbagliate, parti irrilevanti in film importanti come Monster’s ball (sempre nel 2001), Le 4 piume e Ned Kelly, o da protagonista in film minori come La setta dei dannati e Lord of Dogtown.

Nel 2005 il peggio sembra passato complice anche il grande successo che riscuote I segreti di Brokebak Mountain. Questo è l’anno anche di altre due pellicole rilevanti, I fratelli Grimm e l’incantevole strega di Terry Gilliam e Casanova di Lasse Hallstrom, ma le attenzioni della critica, che lo nominano da molte parti attore dell’anno e che lo portano a concorrere agli Oscar così come al Golden Globe e al BAFTA, sono dovute alla parte del Cowboy Gay innamorato del compagno.

Nel 2006 l’attore torna in Australia per interpretare nel discreto Paradiso + Inferno, un tossicomane: l’interpretazione non delude (anzi la critica si dice molto soddisfatta), ma il film non ottiene un gran successo di pubblico.

Concludo il mio breve racconto biografico ricordandovi gli ultimi due film che vedono protagonista l’eclettico australiano: nel 2007 veste i panni di Bob Dylan (insieme ad altri attori) nel film di Todd Haynes Io non sono qui e in seguito addirittura quelli del Joker nell’attesissimo seguito di Batman Begins, The dark knight, sempre diretto da Christopher Nolan (che arriverà in Italia a luglio di quest’anno).

Heath era in grado di recitare ogni tipo di ruolo, in ogni tipo di film. Heathcliff Andrew Ledger uomo ci ha lasciati, l’attore invece, rimarrà sempre tra noi ogni volta che rivedremo i suoi film. Sicuramente avrà il posto che gli compete tra le stelle del cinema del nostro secolo.

Articoli Correlati
YARPP
Golden Globe 2008: vincono Espiazione, Johnny Depp e Ratatouille

Golden Globe 2008: vincono Espiazione, Johnny Depp e Ratatouille

Nessuna star, niente tappeto rosso, nessuna serata di gala: così si è presentato allo spettatore lo scenario della premiazione dei Golden Globe 2008. E per una volta ha vinto il […]

Commenta!

  • #1Er Sura

    Lo ho appena saputo tramite il tigì di stasera!!poveraccio però!!

    23 gen 2008, 20:34 Rispondi|Quota
  • #2Gill

    Un altro grande attore è andato nel regno di Ade.
    Sarà strano vedere il suo ultimo film e saper che non c’è più!

    23 gen 2008, 21:19 Rispondi|Quota
  • #3mortisia85

    Poveraccio!

    24 gen 2008, 16:00 Rispondi|Quota
  • #4SARA

    HEATH VINCI AI GOLDEN GLOBES!

    15 dic 2008, 18:05 Rispondi|Quota
  • #5irene m.

    Era veramente bravo… chissà che periodo difficile ha passato… spesso pensiamo che persone famose come lui, abbiano tutto, e abbiano anche la felicità… ma allora come si spiegano queste morti?
    veramente triste…

    25 ago 2009, 21:44 Rispondi|Quota