Telemundo: la patria delle telenovelas

 
Enzo Mauri
1 gennaio 2009
Commenta

Telemundo di proprietà NBC, è il secondo più grande produttore di programmi in lingua spagnola del mondo dietro a Univision, raggiunge attualmente il 93% delle famiglie ispaniche degli Stati Uniti, è presente in 142 mercati via etere, via cavo e satellite. L’emittente con sede a Hialeah sobborgo di Miami, rispetto alla diretta concorrente è l’unica a produrre telenovelas negli Usa, oltre a proporre trasmissioni sottotitolate sia in spagnolo che in inglese.

La rete viene fondata nel 1954 a San Juan, Portorico da Angelo Ramos, proprietario del giornale El Mundo, sul marchio radiofonico WKAQ conosciuta anche come Radio El Mundo, per poi svilupparsi anche come struttura televisiva. Fra il 1970 e 1980, il marchio WKAQ-TV conosciuto anche come Telemundo Canal 2, è uno dei principali produttori di soap opera in lingua spagnola, detto anche “El Canal de los dedos“, il canale delle dita per il logo dove comparivano due dita in posizione verticale all’interno del numero 2, ad identificare il secondo canale di trasmissione.

Nei primi anni ’80 Telemundo viene acquistata dal Gruppo Reliance, con tutta una serie di altre emittenti sparse negli Usa che nel 1987 vengono fuse sotto lo stesso marchio. Tra il 1988 e il 1991 l’emittente espande il proprio raggio d’azione, acquistando nuove emittenti in Texas, Nuovo Messico, Arizona e Washington oltre ad avviare una partnership con la CNN, grazie alla quale diffonde il Notiziero Telemundo CNN. Nel 1994 si decide di realizzare il canale all news Telenoticias, venduto poi alla CBS.

Dal 1993 grazie alla produzione di titoli come Angelica, mi vida, Marielena, Guadalupe, Señora Tentación, e Tres DESTINAZIONI, inizia per Telemundo un periodo d’oro, i suoi programmi vengono acquistati dalle tv di tutto il mondo Italia compresa, dove inizia la febbre delle telenovelas . Nel 1998 il marchio viene acquisito da un gruppo di partner tra cui la Sony Picture Entertainment, per poi essere ceduto il 12 aprile del 2002 alla NBC con alla guida John McNamara sostituito poi dall’attuale presidente Don Brown. Nel 2004 vengono realizzati i Telemundo Television Studios di Miami, i programmi iniziano ad essere sottotitolati anche in inglese mentre si arriva a spendere più 100 milioni di dollari l’anno per i programmi autoprodotti.

La gara di gradimento con la diretta rivale Univision si fa sempre più accanita, al punto da ridurre il numero degli spot commerciali in prima serata pur di guadagnare il favore del pubblico. Il 18 marzo 2008, il Gruppo Televisa e NBC Universal proprietaria di Telemundo, annunciano l’accordo per la durata di 10 anni nella realizzazione di una multipiattaforma tv che consente la realizzazione di 1000 ore di programmazione da diffondere via satellite e via cavo sia nel settore intrattenimento che informazione, in formato free e a pagamento.

Articoli Correlati
YARPP
Recorder – L’albero delle mele

Recorder – L’albero delle mele

Blair Warner (Lisa Whelchel), Tootie Ramsey (Kim Fields), Natalie Green (Mindy Cohn) sono tre ragazze, che vivono nel collegio femminile di Eastland School. Alla signora Edna Garrett (Charlotte Rae), spetta […]

Il killer delle vergini: caccia al serial killer delle quindicenni

Il killer delle vergini: caccia al serial killer delle quindicenni

Il capitano di polizia Christian Janvier (Jacques Gamblin) da quindici anni segue un assassino seriale, che ha ammazzato nel tempo sei ragazzine di quindici anni vergini in mezzo alla natura […]

Pubblicità – 25 – Gli spot olandesi

Pubblicità – 25 – Gli spot olandesi

Stanchi della dura giornata di studio e di lavoro? Allora gustatevi le sei pubblicità olandesi che ho selezionato per voi. Se è vero che l’Olanda ci ha nettamente battuto agli […]

Pubblicità – 24 – Gli spot svizzeri

Pubblicità – 24 – Gli spot svizzeri

Stanchi della dura giornata di studio e di lavoro? Allora gustatevi le sei pubblicità svizzere che ho selezionato per voi. Oggi la sessione pomeridiana di Pubblicità, in clima perfettamente europeo, […]

Pubblicità – 20 – Gli spot indiani

Pubblicità – 20 – Gli spot indiani

Stanchi della dura giornata di studio e di lavoro? Allora gustatevi le sei pubblicità indiane che ho selezionato per voi. Oggi la sessione pomeridiana di Pubblicità, lascerà spazio alle immagini […]

Commenta!